Maria Mercader

Maria Mercader è stata un'attrice spagnola naturalizzata italiana, moglie di Vittorio De Sica, con il quale si sposò due volte a causa di problemi burocratici, la prima in Messico nel 1959 e la seconda a Parigi nel 1968.

Maria Mercader, colei che rubò “il cuore” di De Sica

(Barcellona, 6 marzo 1918 - Roma 27 gennaio 2011)

Maria Mercader Vittorio De Sica

Maria Mercader con il marito Vittorio De Sica

Nata a Barcellona, il 6 marzo del 1918, Maria Mercader, sorella di Ramón Mercader, l'assassino di Trotsky, comincia la sua carriera di attrice nel 1939 con il regista Rosario Pi, in “Molinos de viento” al quale segue, tra gli altri, “Il re si diverte” (1941) di Mario Bonnard.

Trasferitasi in Italia, nel 1942 sul set di “Un garibaldino al convento” conosce Vittorio De Sica che si innamora di lei.

Successivamente lavora in “Se io fossi onesto” (1942) di Carlo Ludovico Bragaglia con De Sica e “Buongiorno, Madrid!” (1942) di Max Neufeld e Gian Maria Cominetti. Sempre durante gli anni ’40 continua a prendere parte a numerose pellicole come: “Musica Proibita” (1942) e “Il treno crociato” (1943) entrambi di Carlo Campogalliani.

E ancora “Nessuno torna indietro” (1943) di Alessandro Blasetti, “Cuore” (1948) di Duilio Coletti, tratto dal romanzo di Edmondo De Amicis.

Successivamente è stata chiamata a partecipare con piccoli cameo in: “Claretta” (1984) di Pasquale Squitieri; “La casa del sorriso” (1991) di Marco Ferreri; “Il conte Max” (1991) di Christian De Sica e “Al lupo, al lupo” di Carlo Verdone.

Il legame indissolubile con De Sica

Il legame con De Sica è stato travagliato, per via del matrimonio del regista e attore con l’attrice Giuditta Rissone, da cui ha avuto la figlia Emi. Per amore di entrambe le famiglie, Vittorio ha condotto una doppia vita, con festeggiamenti duplici per Natale e capodanno.

Dall’unione con Maria sono nati il musicista Manuel e il nostro adorato attore Christian De Sica.

Cinque anni fa l’Istituto Italiano di Cultura della Catalogna ha dedicato alla Mercader una retrospettiva dei suoi film restaurati, che ci piacerebbe vedere anche in Italia.

Maria Mercader muore a Roma il 27 gennaio 2011.

Paola Mattu Furci

Maria Mercader Filmografia - Cinema

Maria Mercader filmografia

La bellissima attrice Maria Mercader, sposa di Vittorio De Sica.

  • La bruja, regia di Maximiliano Thous (1923)
  • Molinos de viento, regia di Rosario Pi (1939)
  • L'étrange nuit de Noël, regia di Yvan Noé (1939)
  • Il segreto inviolabile, regia di Julio De Fleishner (1939)
  • La gerla di papà Martin, regia di Mario Bonnard (1940)
  • La luce che torna, regia di Benito Perojo (1940)
  • Una famiglia impossibile, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1941)
  • El marido provisional, regia di Nunzio Malasomma (1941)
  • La forza bruta, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1941)
  • Il prigioniero di Santa Cruz, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1941)
  • L'attore scomparso, regia di Luigi Zampa (1941)
  • Due cuori sotto sequestro, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1941)
  • Brivido, regia di Giacomo Gentilomo (1941)
  • Il re si diverte, regia di Mario Bonnard (1941)
  • L'uomo venuto dal mare, regia di Belisario Randone, Roberto De Ribon (1942)
  • Se io fossi onesto, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1942)
  • Un garibaldino al convento, regia di Vittorio De Sica (1942)
  • Finalmente soli, regia di Giacomo Gentilomo (1942)
  • Musica proibita, regia di Carlo Campogalliani (1942)
  • Buongiorno, Madrid! , regia di Gian Maria Cominetti (1942)
  • La fanciulla dell'altra riva, regia di Piero Ballerini (1943)
  • Il treno crociato, regia di Carlo Campogalliani (1943)
  • La vita è bella, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1943)
  • Non sono superstizioso... ma!, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1943)
  • I nostri sogni, regia di Vittorio Cottafavi (1943)
  • La primadonna, regia di Ivo Perilli (1943)
  • Nessuno torna indietro, regia di Alessandro Blasetti (1945)
  • L'ippocampo, regia di Gian Paolo Rosmino (1945)
  • La porta del cielo, regia di Vittorio De Sica (1945)
  • Il canto della vita, regia di Carmine Gallone (1945)
  • Natale al campo 119, regia di Pietro Francisci (1948)
  • Cuore, regia di Duilio Coletti (1948)
  • Il cavaliere misterioso, regia di Riccardo Freda (1948)
  • Buongiorno, elefante!, regia di Gianni Franciolini (1952)
  • Giovannino, regia di Paolo Nuzzi (1976)
  • Claretta, regia di Pasquale Squitieri (1984)
  • Luces y sombras, regia di Jaime Camino (1988)
  • Savannah Bay, regia di Hermann Bonnin (Film TV) (1990)
  • Il conte Max, regia di Christian De Sica (1991)
  • La casa del sorriso, regia di Marco Ferreri (1991)
  • Al lupo, al lupo, regia di Carlo Verdone (1992)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *