Marc Forster

Nato nella Germania Ovest, figlio di un medico svizzero e di un architetto tedesco, Marc Forster deve volare fino a New York per studiare cinematografia, presso la New York University; da allora la sua carriera potrà concretamente cominciare, dai primi documentari per la tv, a film indipendenti a basso budget. Il passo sarà breve per divenire un cineasta acclamato, ottenendo candidature all'Oscar e riconoscimenti.

Marc Forster, il regista tedesco a 'caccia di aquiloni'

(Ulma, 30 novembre 1969)

Marc-ForsterMarc Forster è nato a Ulma, in Germania, da padre svizzero e madre tedesca, ma è cresciuto in Svizzera a Davos. A venti anni si trasferisce in America per inseguire il suo sogno di diventare film-maker, iscrivendosi alla New York University. Nella grande mela inizia la sua carriera girando dei documentari per la televisione, poi si dedica a film indipendenti di basso costo come “Loungers” (1995) e “Everything Put Togheter” (2000), quest’ultimo viene anche presentato al Sundance Film Festival.

Ma è nel 2001 che firma il suo primo lavoro importante, “Monster’s Ball”, che viene candidato all’Oscar nel 2002. La pellicola, ambientata in una cittadina del profondo sud americano, è la storia di due famiglie che si intrecciano, una formata dalla bella Halle Berry e dal marito condannato a morte, l’altra costituita da Billy Bob Thornton, che è la sua guardia carceraria, e dal figlio. Entrambi perderanno i figli in maniera drammatica e questo li porterà ad avvicinarsi tra pregiudizi e difficoltà. Halle Berry, nel ruolo di protagonista, vincerà l’ambita statuetta come Miglior Attrice Protagonista, il Gonden Globe come Attrice Drammatica e l’Orso d’Argento al Festival di Berlino.

"Neverland", il 'sogno per la vita' di Marc Forster vale 7 nomination agli Oscar

Il 2004 è l’anno del bellissimo “Neverland - Un sogno per la vita”, opera romanzata, ma abbastanza fedele, di un periodo della vita dello scrittore James Barrie, autore della celebre favola Peter Pan. Nel film vi partecipano star del calibro di Johnny Depp, (che interpreta lo scrittore), Kate Winslet, e Dustin Hoffman. Il film ottiene sette nomination agli Oscar del 2005, ma ne vince solo uno come Miglior Colonna Sonora.

La carriera di Marc Forster continua con “Stay– Nel labirinto della mente” (2005), la storia contorta di una ragazzo con problemi psichici e del suo dottore, Ewan McGregor, che fa di tutto per aiutarlo, fino ad entrare a far parte anche lui degli intrecci della mente del paziente.

'Cacciatore di aquiloni' per il romanzo di Hosseini

L’anno successivo è quello di una strampalata commedia “Vero come la finzione”, con Dustin Hoffman nelle vesti di un professore universitario. Ma è nel 2007 che sentiamo parlare davvero di questo regista, quando porta sul grande schermo il best-seller internazionale di Khaled Hosseini, “Il cacciatore di aquiloni”. Il lungometraggio non riceve candidature all’Oscar, ma gode del successo avuto dal libro. La storia è quella di un’amicizia e della separazione fra due bambini, Amir, afgano pashtun di Kabul, e Hassan, figlio del suo servo hazara, sullo sfondo dell’Afghanistan nel 1978.

Successivamente è impegnato a girare “Quantum of Solace” (2008), il ventiduesimo episodio delle avventure di James Bond, a cui dà il volto per la seconda volta l’attore Daniel Craig. Nel 2011 è alle prese con due pellicole molto attese: il drammatico "The Chancellor Manuscript", con Gerard Butler, e "Machine Gun Preacher", con Leonardo DiCaprio.

Nel 2013, torna nelle sale di tutto il mondo con "World War Z" (2012), con Brad Pitt.

Sonia Serafini

Marc Forster Filmografia – Regista

marc forster

  • Loungers, (1995)
  • Everything Put Together, (2000)
  • Monster’s Ball – L’ombra della vita, (2001)
  • Neverland – Un sogno per la vita, (2004)
  • Stay – Nel labirinto della mente, (2005)
  • Vero come la finzione, (2006)
  • Il cacciatore di aquiloni, (2007)
  • Quantum of Solace, (2008)
  • LX Forty, (Cortometraggio) (2009)
  • Machine Gun Preacher, (2011)
  • World War Z, (2013)

Marc Forster Filmografia – Attore

  • Neverland – Un sogno per la vita, regia di Marc Forster (2004)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *