Macaulay Culkin

Dopo l'esordio pubblicitario e alcuni film, Macaulay Culkin detto "Mac", diviene il piccolo attore più ricco e famoso di Hollywood nel 1990, con il film "Mamma, ho perso l'aereo", che resterà il suo più grande successo.

Macaulay Culkin: l'attore che 'ha perso l'aereo'

(New York City, 26 Agosto 1980)

Macaulay-CulkinIl destino da bambino prodigio di Macaulay Culkin era già impresso nel suo DNA considerato che suo padre Christopher da piccolo calcava i palcoscenici americani anche se con scarsi risultati.

Il signor Culkin decise allora di trasferire le sue ambizioni sul terzogenito dei sette figli avuti da Patricia Brentrup e di trasformarsi nel suo manager.

Il debutto piccolissimo a Broadway, il 'volo' nel business dello spettacolo

Provenendo da una famiglia di origini irlandesi, Macaulay Culkin viene educato in scuole cattoliche per poi passare alla School of American Ballet per studiare danza. Le condizioni economiche non esaltanti della famiglia gli consentono comunque di spiccare il volo nel mondo dello spettacolo: a soli quattro anni debutta in uno spettacolo off-Broadway e successivamente recita in spot pubblicitari, film per la TV e al cinema nella commedia “Io e zio Buck” (1989) con John Candy.

Macaulay Culkin: “Mamma, ho perso l’aereo” e la popolarità mondiale

Il regista Adrian Lyne lo scrittura invece per il thriller “Allucinazione perversa” (1990) accanto a Tim Robbins. Nello stesso anno Macaulay ritrova il regista e sceneggiatore di “Io e zio Buck”, John Hughes, nel film che gli donerà un’enorme popolarità in tutto il mondo: “Mamma, ho perso l’aereo”. Qui Hughes tiene per sé soltanto il ruolo di sceneggiatore ed è Chris Columbus a dirigere Culkin in una pellicola che solo negli Stati Uniti incassa 285 milioni di dollari. Macaulay viene sottoposto per primo all’audizione da Columbus il quale, solo dopo avere esaminato altri duecento bambini, decide di affidargli la parte del protagonista.

Indimenticabile Kevin McCallister degli anni '90

Chi non ricorda lo sguardo spaurito di Kevin McCallister dimenticato a casa per sbaglio mentre tutta la sua famiglia è in volo per le vacanze di Natale? Il bambino viene subito nominato agli Young Artist Awards, agli American Comedy Awards e persino ai Golden Globe.

Per una decina di anni Macaulay alterna successi al botteghino come “Papà ho trovato un amico” e “Cara mamma mi sposo” (entrambi del 1991) a flop clamorosi come “Pagemaster” (1994). L’anno successivo torna a vestire i panni di un Kevin McCallister ormai grandicello che stavolta sbarca a New York per errore e riesce a cavarsela persino di notte in un lugubre centro.

Ancora una volta il film sbanca i box office e Macaulay diviene una tra le baby star più note al mondo. A 13 anni ottiene il ruolo di un giovane psicotico nel thriller “L’innocenza del diavolo” (1993) di Joseph Ruben. Su questo set incontra un altro giovane attore in ascesa, Elijah Wood, più tardi reso famoso dalla parte di Frodo nella trilogia de “Il signore degli anelli”. Per quest’ultima pellicola Macaulay si aggiudica una nomination per Miglior Cattivo agli MTV Movie Awards. Il 1994 è l’anno dei due primi veri fallimenti della sua carriera: deludono infatti “Pagemaster – L’avventura meravigliosa” e “Richie Rich – Il più ricco del mondo”, nel quale è un bambino miliardario viziato e capriccioso (autobiografico?).

L'allontanamento dal cinema e la fase discendente

Grazie a quest’ultimo film e a “Papà ti aggiusto io” (1994) Macaulay Culkin diviene l’attore bambino più pagato nella storia del cinema incassando otto milioni di dollari a film. Purtroppo al successo economico non corrispondono la serenità e la felicità in famiglia: all’età di quindici anni l’attore newyorchese assiste alla fine dell’unione dei suoi genitori ma soprattutto all’aspra battaglia legale per la sua custodia. Il padre Christopher che, nel frattempo ha avviato alla carriera cinematografica altri due figli, Kieran e Rory, inizia a sperperare il denaro guadagnato dai ragazzi e anche per questo motivo i sette figli vengono affidati alla madre nel 1997.

Sconvolto da quanto sta avvenendo all’interno della sua famiglia, Macaulay decide di abbandonare il cinema per un lungo periodo di tempo. A soli diciotto anni l’attore sposa la collega Rachel Miner, anche lei ex bambina prodigio della soap “Sentieri”. Tuttavia la loro unione dura soltanto due anni. Dal 2002 al 2011 Macaulay Culkin ha un relazione con l'attrice Mila Kunis.

I problemi di droga, i flop al cinema e l'amicizia discussa con Michael Jackson

Culkin torna a recitare in sordina, dapprima a teatro nel West End londinese e poi con una breve comparsa nella sitcom “Will e Grace”. Il 2003 sembra essere l’anno della riscossa cinematografica con “Party Monster” ma l’arresto per possesso di marijuana pochi mesi dopo l’uscita del film fa calare nuovamente il sipario sul biondo attore americano. In seguito Macaulay recita in “Saved!” (2004) e in “Sex and Breakfast” (2008), sui problemi di sesso di una coppia e continua a doppiare la serie "Robot Chicken" fino al 2010.

Grande amico di Michael Jackson, probabilmente poiché con lui condivideva l’infanzia negata, appare con lui nel videoclip di “Black or white” nel 1991 e successivamente tiene a battesimo i suoi due figli Prince Michael e Paris Katherine Jackson.

La parabola discendente di quella che sembrava una promessa di Hollywood

Nel dicembre 2008 la vita ha assestato un altro duro colpo al giovane attore: Macaulay perde la sorella Dakota in un incidente stradale a Los Angeles.

Purtroppo la carriera di Macaulay Culkin rappresenta una parabola discendente come quella di quasi tutti i bambini prodigio sfornati da Hollywood: idolatrati e strapagati da bambini finiscono inevitabilmente nel dimenticatoio non appena entrano nella pubertà, molti di loro si perdono a causa della dipendenza da droghe (vedi River Phoenix) mentre altri come Macalauy faticano a percorrere strade diverse da quelle del cinema

Ilaria Capacci

Macaulay Culkin Filmografia - CinemaMacaulay Culkin filmografia

  • Rocket Gibraltar, regia di Daniel Petrie (1988)
  • Io e zio Buck, regia di John Hughes (1989)
  • Ci penseremo domani, regia di Alan J. Pakula (1989)
  • Allucinazione perversa, regia di Adrian Lyne (1990)
  • Mamma, ho perso l'aereo, regia di Chris Columbus (1990)
  • Cara mamma, mi sposo, regia di Chris Columbus (1991)
  • Papà, ho trovato un amico, regia di Harald Zwart (1991)
  • Mamma, ho riperso l'aereo - Mi sono smarrito a New York, regia di Chris Columbus (1992)
  • L'innocenza del diavolo, regia di Joseph Ruben (1993)
  • George Balanchine lo schiaccianoci, regia di Emile Ardolino (1993)
  • Papà ti aggiusto io!, regia di Howard Deutch (1994)
  • Pagemaster - L'avventura meravigliosa, regia di Joe Johnston (1994)
  • Richie Rich - Il più ricco del mondo, regia di Donald Petrie (1994)
  • Party Monster, regia di Fenton Bailey e Randy Barbato (2003)
  • Saved!, regia di Brian Dannelly (2004)
  • Jerusalemski Sindrom, regia di Dominik Sedlar (2004)
  • Sex & Breakfast, regia di Miles Brandman (2008)
  • The Wrong Ferrari, regia di Adam Green (2011)

Macaulay Culkin Filmografia - Televisione

  • Un giustiziere a New York (Serie TV 1 episodio) (1988)
  • Frasier (Serie TV 1 episodio) (1994)
  • Will & Grace (Serie TV 1 episodio) (2003)
  • Robot Chicken (Serie TV) (2005-2010)
  • Kings (Serie TV 5 episodi) (2009)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *