L’uomo dal cuore di ferro (2017)

  • Titolo originale: The Man with the Iron Heart
  • Regia: Cédric Jimenez
  • Cast: Jason Clarke, Rosamund Pike, Mia Wasikowska, Jack O'Connell (II), Jack Reynor, Thomas M. Wright, Enzo Cilenti, Geoff Bell, Noah Jupe, Barry Atsma, Volker Bruch, Adam Nagaitis
  • Genere: Thriller, colore
  • Durata: 119 minuti
  • Produzione: Francia, USA, Gran Bretagna, Belgio, 2017
  • Distribuzione: Videa
  • Data di uscita: 24 gennaio 2019

L’uomo dal cuore di ferro posterDall’acclamato romanzo "HHhH", "L'uomo dal cuore di ferro" segue la storia vera di uno dei più crudeli gerarchi della Germania nazista: Reinhard Heydrich, assassinato nel 1942 da due eroi della Resistenza.

L’uomo dal cuore di ferro: la crudeltà fatta uomo

Reinhard Heydrich è un uomo talmente crudele e senza scrupoli, che Hitler stesso lo ribattezza “l’uomo dal cuore di ferro”. Questo personaggio rappresentava il fiore all’occhiello del potere militare tedesco e la sua fama di assassino spietato si diffuse prima in tutta la Germania e poi nel resto d’Europa, così da essere individuato dalla Resistenza come un bersaglio da attaccare, per far cedere dalle fondamenta la solida struttura del Terzo Reich.

Winston Churchill e il presidente della Cecoslovacchia Edvard Benes scelsero quindi due paracadutisti Jan Kubis e Jozef Gabcik, uno ceco e uno slovacco, per portare a termine la grande missione di eliminare lo spietato Heydrich nel 1942.

L’uomo dal cuore di ferro: la storia vera di una missione che ha cambiato la storia

A rendere noti i giochi di potere e gli stratagemmi responsabili dell’assassinio del gerarca Heydrich è lo scrittore francese Laurent Binet, che nel 2010 pubblica l’ormai best-seller “HHhH”. Binet racconta minuziosamente i caratteri enigmatici e contraddittori del braccio destro di Himmler, noto per essere animato da una diabolica ferocia che gli aggiudica gli appellativi di Bestia bionda e di Macellaio di Praga. Forte delle sua abilità da stratega e per la sua arguzia, Heydrich si affermò facilmente in politica con il Protettorato di Boemia e di Moravia, la sua fu però un’ascesa destinata a conoscere una tremenda caduta: l’offensiva della Resistenza con l’Operazione Antropoide segnò infatti la sua fine.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *