Liliana Cavani

Regista e sceneggiatrice italiana, Liliana Cavani è autrice di un cinema transgenerazionale con tratti prepotentemente moderni, punto di collegamento con elementi che ancora oggi si ritrovano nella moda e nel sociale.

Liliana Cavani, regista “al di là del bene e del male”

(Carpi, 12 gennaio 1933)

Liliana Cavani RegistaNata a Carpi il 12 gennaio del 1933, l’emilianissima Liliana Cavani giunge a laurearsi comunque in Lettere Antiche all’Università di Bologna, e decide di spostarti poi a Roma, per frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia. Nulla del suo successo è dato al caso, visto che solo tre anni dopo la fine degli studi, nel 1965, arriva alla Rai, dopo aver vinto un concorso per dirigenti. Dopo aver fatto il corso di preparazione rifiuterà tuttavia il contratto da dirigente per dedicarsi alla regia.

 I documentari sul Terzo Reich e il successo con "Francesco d'Assisi"

Realizza per la Rai una serie di documentari sulla Storia del Terzo Reich, sull'età di Stalin, sulle donne nel periodo della Resistenza. Il suo lavoro è talmente ben accolto da farla esordire l’anno successivo con il primo film, “Francesco d’Assisi”, che merita tutti gli onori della Mostra del Cinema di Venezia. Dedita alla ricerca storica e biografica, la Cavani passa poi alla storia di Galileo nel 1968 e nel 1969 dirige “I cannibali”, con il quale suscita i primi scandali. È una china alla quale è destinata, per il desiderio di non dare mai messaggi cinematografici scontati, tanto che seguono “L’ospite” (1972) dove affronta il difficile reinserimento nella quotidianità dei malati psichici; “Milarepa” (1974), “Il portiere di notte” (1974), che la fa diventare famosa in tutto il mondo, e “Al di là del bene e del male (1977), dopo il quale è nominata membro della Giuria del Festival di Berlino nel 1979. Premiatissima ma comunque con tantissima voglia di far udire la sua voce, continua a dirigere cast blasonatissimi di attori, ne “La pelle” (1981) con Claudia Cardinale, Marcello Mastroianni e Burt Lancaster; “Oltre la porta” (1982) con Tom Berenger, Michel Piccoli e Marcello Mastroianni; “Interno berlinese” (1985); “Francesco” (1989) con un intenso Mickey Rourke e “Dove siete? Io sono qui” (1993).

L'impegno a teatro

Nel frattempo, si dedica anche al teatro: dirige opere liriche per il Maggio Musicale Fiorentino e il Ravenna Festival, per l’Opèra di Parigi e la Scala di Milano, scegliendo anche la via più burocratica della produzione cinematografica ed entrando nel Consiglio di Amministrazione RAI. Nel 2002 è tornata a dedicarsi al cinema, con “Il gioco di Ripley” con John Malkovich, cui hanno fatto seguito la fiction “De Gasperi - L'uomo della speranza” (2005), e i film “Einstein” (2007) e “Mammuth” (2008).

Liliana Cavani viene poi coinvolta nel ciclo televisivo “Mai per amore”, di cui dirige l’episodio “Troppo amore” (2012), incentrato sulla tematica della violenza domestica contro le donne, cui sono improntati anche gli altri progetti del ciclo.

Nel 2014 dirige la miniserie “Francesco”, che narra la vita di Francesco d'Assisi.

Liliana Cavani Filmografia - Regista

Liliana Cavani Giovane

  • Incontro di notte, (Cortometraggio) (1961)
  • La vita militare, (Cortometraggio) (1961)
  • Gente di teatro, (Cortometraggio) (1961)
  • Storia del Terzo Reich, (Cortometraggio) (1961)
  • La battaglia, (Cortometraggio)
  • Età di Stalin, (Cortometraggio) (1962)
  • L’uomo della burocrazia, (Cortometraggio) (1963)
  • Assalto al consumatore, (Cortometraggio) (1961)
  • La casa in Italia, (Cortometraggio) (1964)
  • Gesù mio fratello, (Cortometraggio) (1964)
  • Il giorno della pace, (Cortometraggio) (1965)
  • La donna nella Resistenza, (Cortometraggio) (1965)
  • Philippe Pètain. Processo a Vichy, (Cortometraggio) (1965)
  • Francesco d’Assisi (1966)
  • Galileo (1968)
  • I cannibali (1969)
  • Il caso Liuzzo (1969) – Cortometraggio
  • L’ospite (1971)
  • Milarepa (1973)
  • Il portiere di notte (1974)
  • Al di là del bene e del male (1977)
  • La pelle (1981)
  • Oltre la porta (1982)
  • Interno berlinese (1985)
  • Francesco (1989)
  • La traviata, (Film TV) (1990)
  • Dove siete? Io sono qui (1993)
  • Cavalleria rusticana, (Film TV) (1996)
  • Manon Lescaut, (Film TV) (1998)
  • Il gioco di Ripley (2002)
  • De Gasperi, l’uomo della speranza, (Film TV) (2005)
  • Einstein, (Film TV) (2008)
  • Mai per amore - Troppo amore (Miniserie TV) (2012)
  • Clarisse, (Documentario) (2012)

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *