Le voci sole (2022)

  • Regia: Andrea Brusa, Marco Scotuzzi
  • Cast: Giovanni Storti, Davide Calgaro, Alessandra Faiella
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 80 minuti
  • Produzione: Italia, 2022
  • Distribuzione: Medusa
  • Data di uscita: 4 luglio 2022

Le voci sole poster

"Le voci sole è il film d’esordio alla regia di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, con Giovanni Storti - del famoso trio Aldo, Giovanni e Giacomo - protagonista in un inedito ruolo drammatico.

La pellicola ha ottenuto il Gran Premio della Giuria al Seattle International Film Festival, dove è stato presentato in anteprima mondiale, ed è presente in concorso al 68.mo Taormina Film Fest, e nelle sale solo il 4, 5 e 6 luglio distribuito da Medusa Film.

"Le voci sole" è scritto da Andrea Brusa ed è prodotto da Andrea Italia per Nieminen Film in collaborazione con Point Nemo e Èliseo Multimedia.

Le voci sole: la trama

Giovanni, come tanti altri, durante la pandemia si ritrova senza lavoro. Decide così di andare a cercare una nuova occupazione in Polonia. Nel Paese mantiene i rapporti con la moglie e il figlio attraverso lunghe videochiamate in cui la donna gli insegna a cucinare. Inaspettatamente la coppia diventa popolare quando una di queste telefonate diventa virale in rete. La famiglia pensa che in questo modo risolverà i propri problemi, ma presto capisce che ciò che gli è accaduto può diventare una vera e propria trappola...

La parola alla regia e a Giovanni Storti

Queste le parole dei due registi:

“"Le voci sole" è il racconto intimo di una caduta agli inferi, una delle tante parabole drammatiche e spesso grottesche che ci affascinano da sempre. La storia di una famiglia che, abbagliata da una popolarità incontrata per caso sui social network, lentamente si disgrega e scivola nell’abisso senza neanche rendersene conto”.

A proposito del film Storti ha dichiarato: “Questo è il mio primo ruolo drammatico e mi piace molto. Ho scelto di partecipare a questo progetto perché mi fido di Andrea e Marco, con i quali ho già lavorato in passato. Quando mi hanno proposto questo lungometraggio ho detto sì, perché è una idea originale che mi è piaciuta subito, ancora una volta una storia vera e forte. I temi sono molto attuali e sono quelli che mi hanno convinto a fare questo film: la storia di una famiglia che vive con lo stipendio del padre, che si trasferisce con l’azienda in Polonia, per non perdere il lavoro e che ben presto scopre che come la celebrità data inaspettatamente dai social sia un’arma a doppio taglio, e piuttosto pericolosa”.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.