La vérité (2019)

La vérité filmIl regista giapponese Hirokazu Kore’eda presenta al Festival di Venezia 2019 “La Vérité”, il primo lavoro dell’artista ambientato fuori dai confini nipponici, ma che rimane fedele all’indagine sentimentale dei suoi personaggi, tipica dei suoi precedenti film.

La vérité: la storia di un dramma famigliare

La vérité  segue il difficile rapporto tra una madre attrice e una figlia scrittrice, separate non soltanto dai chilometri che intercorrono tra la Francia e l’East Coast americana, ma anche da molti risentimenti mai confessati. Fabienne ( Catherine Denevue) è una delle più grandi interpreti del cinema francese, perennemente circondata da una folla di fan adulanti, che non è però riuscita a conquistare nella vita famigliare gli stessi successi ottenuti nella vita mondana. Quando sua figlia Lumir (Juliette Binoche) torna a casa da New York, con suo marito (Ethan Hawke) e la loro figlia,  il precario equilibrio tra Fabienne e la sua famiglia sta per essere infranto. La pubblicazione della sua autobiografia porterà infatti alla luce verità celate, rimpianti e asti mai confessati.

La vérité: Venezia '76

"La vérité" è il film d’apertura della 76esima edizione del Festival del Cinema di Venezia. Il dramma famigliare che segue il rapporto conflittuale tra una madre e una figlia, segna un traguardo importante per il regista giapponese Hirokazu Kore’eda, che si confronta per la prima volta con una pellicola ambientata fuori dalla sua terra natale e recitata in lingua inglese. Nonostante il distacco culturale, Kore’eda rimane coerente con il suo obiettivo di scavare nell’interiorità e nell’ambiguità dei rapporti umani; già segno distintivo dei suoi precedenti film. Il regista ha vinto la Palma d’Oro nel 2018 per “Shoplifters”.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *