La terra buona (2018)

  • Regia: Emanuele Caruso
  • Cast: Lorenzo Pedrotti, Fabrizio Ferracane, Viola Sartoretto, Cristian Di Sante, Giulio Brogi, Orfeo Orlando, Mattia Bragia, Sergio Albelli, Stefano Eirale, Paolo Manassero
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 110 minuti
  • Produzione: Italia, 2018
  • Distribuzione: Obiettivo Cinema
  • Data di uscita: 1 marzo 2018

La terra buona - locandina"La terra buona" è un film diretto da Emanuele Caruso, ambientato nella zona del Val Grande, al confine con la Svizzera, dove non è possibile trovare negozi, strade o luce. Il luogo è completamente al naturale e non vi è traccia del passaggio dell'uomo. Qui vive soltanto Padre Sergio, che ha trascorso tutta la sua esistenza in una semplice baita, insieme ad un altro uomo, Gianmaria. Tutta la pace viene stravolta quando proprio Gianmaria si presente da Padre Sergio con due uomini mai visti prima d'ora, che si sono recati lì per cercare una persona che il monaco sta tenendo segretamente nascosta. La richiesta che i due giovani devono porre a questa misteriosa figura è piuttosto sconvolgente.

La terra buona: la storia vera narrata da Emanuele Caruso

Emanuele Caruso torna al cinema con "La terra buona", il suo secondo lungometraggio, girato in sole sei settimane ad Agosto 2016. Dopo il successo di "E fu sera e fu mattina" che, con un budget di soli 60 mila euro, incassò al botteghino oltre 300 mila euro, il regista si impegna con un'altra produzione indipendente.

"La terra buona" trae ispirazione da una storia realmente accaduta e permette allo spettatore di volgere lo sguardo in una delle zone ancora non contaminate dalla civiltà. La zona del Val Grande al confine con la Svizzera è, infatti, una delle pochissime realtà in cui l'uomo non è ancora intervenuto. Emanuele Caruso decide quindi di raccontare questa insolita e straordinaria vicenda su uno sfondo completamente al naturale. Il suo punto di vista adottato non è, però, di critica verso i disastri ambientali degli ultimi anni; al contrario, il regista adotta una prospettiva molto positiva e racconta la propria storia con molto ottimismo.

 

 

Related posts

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *