L’anno che verrà (2019)

  • Titolo originale: La Vie Scolaire
  • Regia: Mehdi Idir, Grand Corps Malade
  • Cast: Bakary Diombera, Adèle Galloy, Zita Hanrot, Alban Ivanov, Grand Corps Malade, Moussa Mansaly, Antoine Reinartz, Liam Pierron
  • Genere: Commedia
  • Durata: 111 minuti
  • Produzione: Francia, 2019
  • Distribuzione: Bim Distribuzione
  • Data di uscita: n/d

L'anno che verrà - locandina"L'anno che verrà" è una commedia francese che racconta la vita quotidiana di una scuola situata a Saint-Denis. Con questo film il giovane Liam Pierron ha ottenuto una candidatura al Premio Cesar 2020.

L'anno che verrà: a scuola a Saint-Denis

"L'anno che verrà" racconta la routine della vita quotidiana in una scuola di Saint-Denis, in Francia.

Samia (Zita Hanrot), una giovane insegnante, si trasferisce da un paesino nella regione rurale di Ardèche nel complicato college di Saint-Denis. La ragazza dovrà fare i conti con un cambio radicale del suo stile di vita a causa di questo brusco passaggio.

Per iniziare, a Saint-Denis viene imposta una ferrea disciplina, alla quale Samia, cresciuta in totale libertà fino a quel momento, non era abituata. Nonostante ciò la ragazza, colpita dalla vitalità degli studenti, riesce a stringere abbastanza facilmente amicizia sia con loro che con i nuovi colleghi. In particolare, si trova a suo agio con Yanis (Liam Pierron), giovane vivace e intelligente.

Anche Yanis, come lei, condivide una delicata situazione personale, che tenta di nascondere dietro la maschera di un carattere insolente e sprezzante. Samia, percependo sin da subito il potenziale del suo amico, cercherà con tutte le sue forze di fargli capire quanto vale e di fare in modo che il ragazzo esprima tutto se stesso nel modo che più desidera, senza pensare a ciò che potrebbero dire gli altri attorno a loro.

Cast e produzione

Liam Pierron, giovane coprotagonista della vicenda, è stato lanciato da "L'anno che verrà" nel mondo della cinematografia. La sua interpretazione nel ruolo di Yanis, infatti, gli è valsa la candidatura a Miglior attore esordiente ai prestigiosi Cesar.

Per il cineasta Mehdi Idir, invece, si tratta della terza opera. Idir è conosciuto soprattutto per aver girato "Step By Step" (2017), trasposizione dell'autobiografia di Fabien Marsaud.



Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *