Juliette Lewis

Juliette Lewis è un'attrice e cantante statunitense che ha raggiunto la fama internazionale grazie al suo ruolo nel film "Cape Fear" del regista Martin Scorsese. La pellicola ha consentito alla Lewis di mettere in luce il suo talento di attrice e l'ha lanciata nell'Olimpo delle star Hollywoodiane

Juliette Lewis, la cattiva ragazza di Hollywood

(Los Angeles, 21 giugno 1973)

Juliette Lewis sorriso

Juliette Lewis, nata a Los Angeles da padre attore, il 21 giugno 1973, ha esordito in tv a dodici anni. Ribelle già da allora, ne ha soli 14 quando ottiene lo status giuridico di minorenne emancipata, per eludere le leggi americane sul lavoro minorile. Lasciata la scuola, un anno dopo va a vivere da sola a Hollywood, dove viene sorpresa dalla polizia in un locale vietato ai minori. Il suo primo film al cinema ”Ho sposato un’aliena” accanto a Kim Basinger è del 1988.

A diciassette anni sul set di “Vite dannate” (1990), la Lewis è una quattordicenne violentata dal padre che si perderà nella droga e nella prostituzione, dopo aver incontrato un balordo interpretato da Brad Pitt. Proprio quest’ultimo sarà il suo compagno, seppur tra mille litigi, fino al 1993. L’interpretazione che le vale una nomination agli Oscar ed una ai Golden Globe come miglior attrice non protagonista, arriva nel 1992 a diciotto anni.

Diretta da Scorsese in “Cape Fear – Il promontorio della paura” (1991), è la giovane Danielle figlia di Nick Nolte, un avvocato perseguitato da Robert De Niro, suo vecchio cliente che la seduce. In “Mariti e mogli” (1992) di Woody Allen, è invece una perturbante Lolita che complica la vita al suo professore. Il personaggio di Juliette Lewis a questo punto della sua carriera le si cuce addosso alla perfezione. Nel 1993, ancora accanto al bel Brad, è in “Kalifornia” di Dominic Sena, road-movie che ricorda molto “Vite dannate”. Sempre nel 1993 in “Buon compleanno Mr. Grape”, con il carismatico Johnny Depp e Leonardo DiCaprio, la Lewis cambia registro e interpreta una lieve e delicata ragazza del Midwest. Il discusso film di Oliver StoneNatural Born Killer” (1994) le regala il personaggio di Mallory Knox che semina morte e distruzione sulla route 66 in coppia con lo spietato Woody Harrelson. Il regista rimane colpito dal suo talento e sul set è tutto così vero che l’attrice in una scena rompe realmente il naso a Tom Sizemore: questo film le fa ottenere il Premio Pasinetti al Festival di Venezia.

L'ascesa al successo e alla fama a livello internazionale

Nel 1995 Juliette è nel cast di “Ritorno dal nulla” dell’esordiente Kalvert accanto a Di Caprio, che sostituisce l’appena scomparso River Phoenix, morto per overdose. Nello stesso anno, la vocazione di rocker di Juliette esplode letteralmente in “Strange Days” di Kathryn Bigelow. In una Los Angeles futuristica, che sta aspettando il nuovo millennio nei panni di una rockstar, regala al suo pubblico una memorabile versione di “I Can Hardly Wait”di Pj Harvey. Nel 1996 è nel cast del film di Rodriguez “Dal tramonto all’alba”. Molto dolce, seppur problematica è la Carla di “Un amore speciale” del 1999 che racconta una storia d’amore tra due persone con un handicap mentale.

Nel 2003, in “Oscure presenze a Cold Creek” di Mike Figgins che ne è anche il produttore, l’attrice con il suo personaggio sembra quasi rievocare in tono molto minore il clima dark di “Cape fear” di tanti anni prima. Negli ultimi tempi le apparizioni nel cinema di Juliette Lewis si sono sempre più diradate. Tra le altre cose, nel 2004 ha partecipato al film “Starsky & Hutch”, tratto dal famoso telefilm e l’anno successivo a “The Darwin Awards” di Finn Taylor. La ritroviamo nel film “Tutte le cose che non sai di lui”, uscito nel 2007, e in "Whip It!" (2009), pellicola tratta dal romanzo "Derby Girl" che rappresenta il debutto di Drew Barrymore nei panni di regista. Del 2010 sono "Due cuori e una provetta" e "Parto col folle".

Nel 2012 recita nel film drammatico Open Road, mentre nel 2013 la troviamo nel film “August: Osage County”, tratto dalle pieces tearale di Tracy Letts, vincitrice del premio Pullitzer.

Nel frattempo, Juliette Lewis si è dedicata al Rock, con la sua band “Juliette and the Licks” con i quali ha pubblicato un Ep e due album. Del resto ha sempre detto che il suo sogno era di fare la cantante. Adesso aderisce a Scientology e non rinnega il suo passato di cattiva ragazza con droghe e affini. Non brilla neanche per il suo bon ton; sembra che in un bar di Los Angeles dopo qualche bicchiere di troppo abbia rivelato che il sexy symbol Brad Pitt sotto le lenzuola non fosse poi gran cosa.

Ivana Faranda

Juliette Lewis Filmografia - Cinema

Juliette Lewis sorriso

  • Ho sposato un'aliena, regia di Richard Benjamin (1988)
  • Un Natale esplosivo, regia di Jeremiah S. Chechik (1989)
  • Una vita in fuga, regia di Max Tash (1989)
  • Cape Fear - Il promontorio della paura, regia di Martin Scorsese (1991)
  • Cuori incrociati, regia di Michael Bortman (1991)
  • Mariti e mogli, regia di Woody Allen (1992)
  • Calde notti d'estate, regia di Craig Bolotin (1992)
  • Kalifornia, regia di Dominic Sena (1993)
  • Triplo gioco, regia di Peter Medak (1993)
  • Buon compleanno Mr. Grape, regia di Lasse Hallström (1993)
  • Assassini nati - Natural Born Killers, regia di Oliver Stone (1994)
  • Agenzia salvagente, regia di Nora Ephron (1994)
  • Ritorno dal nulla, regia di Scott Kalvert (1995)
  • Strange Days, regia di Kathryn Bigelow (1995)
  • Dal tramonto all'alba, regia di Robert Rodríguez (1996)
  • Conflitti del cuore, regia di Robert Harling (1996)
  • Some Girl, regia di Rory Kelly (1998)
  • Un amore speciale, regia di Garry Marshall (1999)
  • Il mistero del quarto piano, regia di Josh Klausner (1999)
  • Le vie della violenza, regia di Christopher McQuarrie (2000)
  • Affittasi camera, regia di Khalis Al-Haggar (2000)
  • Frankie e Ben - Una coppia a sorpresa, regia di Susan Seidelman (2001)
  • Sola nella trappola, regia di Bruce McDonald (2001)
  • Via dall'incubo, regia di Michael Apted (2002)
  • Old School, regia di Todd Phillips (2003)
  • Oscure presenze a Cold Creek, regia di Mike Figgis (2003)
  • Blueberry, regia di Jan Kounen (2004)
  • Starsky & Hutch, regia di Todd Phillips (2004)
  • The Darwin Awards - Suicidi accidentali per menti poco evolute, regia di Finn Taylor (2005)
  • Daultry Calhoun - Un golfista al verde, regia di Katrina Holden Bronson (2005)
  • Grilled, regia di Jason Ensler (2006)
  • Tutte le cose che non sai di lui, regia di Susannah Grant (2007)
  • Whip It, regia di Drew Barrymore (2009)
  • Conviction, regia di Tony Goldwyn (2010)
  • Due cuori e una provetta, regia di Josh Gordon e Will Speck (2010)
  • Parto col folle, regia di Todd Phillips (2010)
  • Hick, regia di Derick Martini (2011)
  • Open Road, regia di Márcio Garcia (2012)
  • I segreti di Osage County, regia di John Wells (2013)
  • Jem e le Holograms, regia di Jon M. Chu (2015)

Juliette Lewis Filmografia - Televisione

  • Home Fires (Film TV) (1987)
  • I Married Dora (Serie TV, 13 episodi) (1987-1988)
  • L'albero delle mele (Serie TV, episodi 9x23-9x24) (1988)
  • Blue Jeans (Serie TV, 3 episodi) (1989-1990)
  • Vite dannate (Film TV) (1990)
  • Un nonno, quattro nipoti, un cane (Serie TV, 9 episodi) (1990)
  • Gli occhi della vita (Film TV) (2002)
  • Dharma & Greg (Serie TV, episodio 5x06) (2005)
  • My Name Is Earl (Serie TV, episodio 1x21) (2006)
  • Memphis Beat (Serie TV, episodio 1x02) (2010)
  • Il socio (The Firm) (Serie TV, 22 episodi) (2012)
  • Wayward Pines (Serie TV) (2015)
  • Secrets and Lies – serie TV (2015-in corso)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *