Joan Cusack

Joan Cusack, attrice, sceneggiatrice ma anche comica statunitense, con ''Una donna in carriera'' e ''In & Out'',  ha ricevuto ben due candidature all'Oscar come miglior attrice non protagonista, riuscendo a raggiungere il successo che merita.

Joan Cusack, 'una donna in carriera'

(New York, 11 ottobre 1962)

Joan Cusack attriceJoan Cusack nasce l’11 ottobre del 1962 a New York, in una famiglia cattolica, di origini irlandesi, da Dick, attore e regista di documentari, e da Nancy, insegnante di matematica e attivista politica. Joan, una delle attrici americane più sottovalutate, cresce a Evaston, nei pressi di Chicago, Illinois, e già da piccola subisce il fascino del lavoro paterno, come i suoi fratelli, John, Susie, Ann e Bill, coi quali si diletta ad improvvisare recite. Il talento e l’amore per la recitazione fa sì che diventino tutti bravi attori.

Per Joan Cusack, che nonostante un carattere forte è molto introversa, calcare le tavole del Piven Theatre di Evaston è anche un modo per relazionarsi con gli altri superando la sua timidezza. È una fan dei Monty Python e di Mel Brooks, passione che la stimola a proporsi come attrice comica.

Joan Cusack: negli anni ottanta il suo debutto cinematografico ed è subito nomination all'Oscar

Dal 1980 inizia a comparire al cinema in piccoli ruoli, primo fra tutti quello della teenagers in “La mia guardia del corpo” di Tony Bill, ma il vero exploit avviene nel 1985, quando debutta al Saturday Night Live, e diviene famosa per le sue imitazioni di Jane Fonda, Brooke Shields e della Regina Elisabetta. Risale alla seconda metà degli anni Ottanta il sodalizio artistico con Bonnie Hunt e Holly Wortell, con le quali fonda la compagnia teatrale “An Impulsive Thing”. Raggiunge la fama internazionale nel 1988 con “Una donna in carriera” di Mike Nichols, dove affianca Harrison Ford e Melanie Griffith, di cui interpreta la più cara amica e collega, ruolo che le fa ottenere la meritata nomination all’Oscar come Migliore Attrice non Protagonista.

Joan Cusack: eccezionale partner di set di Harrison Ford e Dustin Hoffman

Celeberrima la battuta che rivolge a Harrison Ford: “Posso offrirti qualcosa? Caffè? The? Me?”. Dello stesso anno “Una vedova allegra… ma non troppo” di Jonathan Demme, in coppia con Michelle Pfeiffer. Seguono nel 1990 “Gli uomini della mia vita” di Paul Brickman, e “Il testimone più pazzo del mondo”, in coppia con Steve Martin, che vede alla regia Herbert Ross, col quale l’attrice non si trova in sintonia.

Nel 1992 interpreta la moglie di Dustin Hoffman in “Eroe per caso” di Stephen Frears; nel 1993 riceve una nomination ai Saturn Award come Migliore Attrice non Protagonista per il ruolo della babysitter ammazza mariti in “La famiglia Addams 2” di Barry Sonnenfeld.

Joan Cusack: il parziale allontanamento dal cinema per dedicarsi alla famiglia

Joan Cusack, essendo dotata di un carattere timido ma per nulla sottomesso, è per lei difficile accettare alcune imposizioni proprie dello star system, e diviene un peso difficile da portare accettare l’etichetta di ‘spalla’ che le viene affibbiata. È poi fermamente convinta che i ruoli migliori vengano riservati agli uomini, questione che in passato era stata già causa di dissapori con gli insegnanti della Scuola Teatrale dell’Università del Wisconsin, della quale è associata.

Così, proprio dal 1993, dopo il matrimonio con l’avvocato Richard Burke, col quale avrà due figli, Dylan John e Miles, dirada le sue apparizioni in pubblico per dedicarsi alla famiglia. La felicità coniugale la rafforza emotivamente e la persuade a non abbandonare completamente la professione.

Joan Cusack: il ritorno con stile, è Emilie di ''In & Out''

Nel 1995 recita a fianco di Julianne Moore e Hugh Grant nel film di Chris ColumbusNine Months – Imprevisti d’amore”; nel 1996 è in combutta con Antonio Banderas in “Two Much – Uno di troppo”, di Fernando Trueba. Il 1997 le regala grandi soddisfazioni, con una nuova Nomination all’Oscar come Migliore Attrice non Protagonista per il ruolo di Emilie in “In & Out” di Frank Oz, divertente pellicola che ha per tema l’accettazione della propria omosessualità da parte del protagonista, il fidanzato di Emilie, uno sfavillante Kevin Kline.

È sempre del 1997 la black comedy “L’ultimo contratto” di George Armitage, di cui è famoso il dialogo tra lei e Dan Aykroyd con le pistole sotto al tavolo. Particolarmente intensa l’interpretazione in “Arlington Road” di Mark Pellington, accanto a Tim Robbins e Jeff Bridges.

 Joan Cusack: i lavori recenti

Lontana anni luce dalle sue parti più usuali, e proprio per questo significativa, le dà la possibilità di esprimere le sue doti interpretative in un personaggio cupo, inizialmente ambiguo. Seguono tante pellicole di successo, tra le quali ricordiamo: del 1999 “Il prezzo della libertà” di Tim Robbins, dove recita a fianco del fratello e di Susan Sarandon; dello stesso anno “Se scappi ti sposo” di Garry Marshall, con Julia Roberts e Richard Gere; del 2000 “Alta fedeltà” di Stephen Frears, nuovamente a fianco del fratello, con il quale condivide con piacere circa dieci set.

È del 2003 “The School of Rock” di Richard Linklater, dove affianca Jack Black. È di nuovo diretta da Garry Marshall nel 2004 in “Quando meno te lo aspetti”, dove veste i panni della sorella della protagonista Kate Hudson. Non è tra le protagoniste di “La donna perfetta” del 2004 di Frank Oz, ma a causa dell’improvvisa malattia del padre che porta lei e John ad abbandonare i set per accudirlo.

Lavora poi nel 2009 in: “I Love Shopping” di P. J. Hogan e ne “La custode di mia sorella” di Nick Cassavetes. Nel 2011 è nel film "Listen That Far Song".

Nel 2012, invece, indossa i panni della Dott.ssa Burton per "Noi siamo infinito" di Stephen Chbosky che adatta per il cinema il suo romanzo epistolare "Ragazzo da parete". L'anno successivo continua a lavorare per la serie tv "Shameless" (2013) e compare nella serie "The Office" (2013).

Maria Grazia Bosu

Joan Cusack Filmografia – Cinema

 

Joan Cusack interprete

  • Cutting Loose, regia di Dave Peltzer (1980)
  • La mia guardia del corpo, regia di Tony Bill (1980)
  • Class, regia di Lewis John Carlino (1983)
  • Grandview U.S.A., regia di Randal Kleiser (1984)
  • Sixteen Candles – Un compleanno da ricordare, regia di John Hughes (1984)
  • Dentro la notizia, regia di James L. Brooks (1987)
  • Una notte da ricordare, regia di Tamar Simon Hoffs (1987)
  • Un gentleman a New York, regia di Pat O’Connor (1988)
  • Una vedova allegra… ma non troppo, regia di ⦁ Jonathan Demme (1988)
  • Una donna in carriera, regia di ⦁ Mike Nichols (1988)
  • Non per soldi… ma per amore, regia di ⦁ Cameron Crowe (1989)
  • Il testimone più pazzo del mondo, regia di Herbert Ross (1990)
  • The Cabinet of Dr. Ramirez, regia di Peter Sellars (1991)
  • Toys – Giocattoli, regia di ⦁ Barry Levinson (1992)
  • Eroe per caso, regia di ⦁ Stephen Frears (1992)
  • La famiglia Addams 2, regia di Barry Sonnenfeld (1993)
  • Una moglie per papà, regia di Jessie Nelson (1994)
  • Nine Months – Imprevisti d’amore, regia di ⦁ Chris Columbus (1995)
  • Two Much – Uno di troppo, regia di Fernando Trueba (1995)
  • Un marito… quasi perfetto, regia di Nick Castle (1996)
  • L’ultimo contratto, regia di George Armitage (1997)
  • A Smile Like Yours, regia di Keith Samples (1997)
  • In & Out, regia di Frank Oz (1997)
  • Arlington Road – L’inganno, regia di Mark Pellington (1999)
  • Il prezzo della libertà, regia di ⦁ Tim Robbins (1999)
  • Se scappi ti sposo, regia di Garry Marshall (1999)
  • Toy Story 2 – Woody e Buzz alla riscossa, regia di John Lasseter, Lee Unkrich e Ash Brannon, (Voce) (1999)
  • Alta fedeltà, regia di Stephen Frears (2000)
  • Qui dove batte il cuore, regia di Matt Williams (2000)
  • School of Rock, regia di ⦁ Richard Linklater (2003)
  • Looney Tunes: Back in Action, regia di Joe Dante (2003)
  • Quando meno te lo aspetti, regia di Garry Marshall (2004)
  • The Last Shot, regia di Jeff Nathanson (2004)
  • Ice Princess – Un sogno sul ghiaccio, regia di Tim Fywell (2005)
  • Chicken Little – Amici per le penne, regia di Mark Dindal, (Voce) (2005)
  • Friends with Money, regia di Nicole Holofcener (2006)
  • Martian Child, regia di Menno Meyjes (2007)
  • War, Inc., regia di Joshua Seftel (2008)
  • Kit Kittredge: An American Girl, regia di Patricia Rozema (2008)
  • I Love Shopping, regia di P. J. Hogan (2009)
  • La custode di mia sorella, regia di ⦁ Nick Cassavetes (2009)
  • Toy Story 3 – La grande fuga, regia di Lee Unkrich, (Voce) (2010)
  • Hoodwinked 2: Hood vs Evil, regia di Mike Disa, (Voce) (2011)
  • Il figlio di Babbo Natale, regia di Sarah Smith, (Voce) (2011)
  • Vacanze hawaiiane, regia di Gary Rydstrom, (Cortometraggio) (Voce) (2011)
  • Buzz a sorpresa (Small Fry), regia di Angus MacLane, (Cortometraggio) (Voce) (2011)
  • Non c’è festa senza Rex, regia di Mark Walsh, (Cortometraggio) (Voce) (2012)
  • Noi siamo infinito, regia di Stephen Chbosky (2012)
  • Non c’è festa senza Rex, regia di Mark A. Walsh, (Cortometraggio) (Voce) (2012)
  • Toy Story of Terror, regia di Angus MacLane, (Voce) (2013)
  • Welcome to Me, regia di Shira Piven (2014)
  • The End of the Tour - Un viaggio con David Foster Wallace, regia di James Ponsoldt (2015)
  • Scherzi della natura, regia di Robbie Pickering (2015)
  • Fottute!, regia di Jonathan Levine (2017)

Joan Cusack Filmografia – Televisione

  • What About Joan, (Serie TV) (2000-2001)
  • It’s a Very Merry Muppet Christmas Movie, regia di Kirk R. Thatcher (2002)
  • Peep and the Big Wide World, (Serie TV) (2004)
  • Law & Order – Unità vittime speciali, (Serie TV 1 episodio) (2010)
  • Shameless, (Serie TV) (2011-2013)
  • The Office, (Serie TV 1 episodio) (2013)
  • Una serie di sfortunati eventi (Serie TV) (2017)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *