Jérémie Renier

Attore belga dalla tenera età appassionatosi al mondo della cinematografia, tutto l'estro artistico nella biografia di Jérémie Renier.

Jérémie Renier, “l’enfant” dei fratelli Dardenne

(Bruxelles, 6 gennaio 1981)

Jérémie Renier attore

Jérémie Renier nasce a Bruxelles il 6 gennaio del 1981. La sua, pur giovane, carriera cinematografica è già costellata da successi e importanti collaborazioni soprattutto nel cinema transalpino, in cui la stella di Jérémie brilla a tal punto da essere uno degli attori belgi più richiesti. La passione per la settima arte nasce nel giovane Renier già da piccolo, quando comincia a frequentare corsi di teatro e mimo nella sua città, svolgendo stage durante le vacanze presso la Rétine de Plateau e iscrivendosi successivamente all’École du Cirque di Bruxelles.

Comincia a far circolare il suo nome nel mondo cinematografico, partecipando a diversi casting e venendo quasi sempre scartato. Nel 1992, alla tenera età di 10 anni, è scelto come il piccolo protagonista del film a scketches “Les Sept Péchés Capitaux”. Successivamente si dedica alla tv, partecipando alla serie belgo-svizzera “La Mélodie des Héroes” (1993).

"La Promesse" del cinema belga

Nello stesso anno interpreta Pinocchio al Teatro Reale di Mons. Finalmente a 15 anni la grande svolta: i fratelli Dardenne lo vogliono nella pellicola “La Promesse” (1995), in cui Jérémie interpreta Igor, il giovane figlio di un immigrato che si ribella al padre-padrone, interpretato da Olivier Gourmet. Il film è presentato a Cannes e la prova del giovane attore belga non passa inosservata. Nel 1999 il regista François Ozon gli affida il ruolo di protagonista ne “Gli amanti criminali”, una rivisitazione thriller della favola di Hansel e Gretel, dove Renier interpreta un giovane omosessuale represso che si lascia condizionare facilmente dalla fidanzata Alice, la connazionale Natasha Régnier. Il film è presentato a Venezia ma, nonostante non abbia un grande successo internazionale, lancia questo giovane biondino, bravissimo nei panni di personaggi con problemi familiari, psicologici e sociali.

Jérémie Renier, l'attore delle problematiche sociali e psicologiche

Nel nuovo millennio arrivano per lui i ruoli gli daranno visibilità a livello internazionale: è nel cast de “Le Féticiste” (2000), nella commedia “Fate come se non ci fossi” (2000) ed ottiene anche un ruolo di supporto per il bizzarro horrorifico film in costume “Il patto dei lupi” (2001) di Christophe Ganz a fianco a Monica Bellucci e Vincent Cassel. La sua performance nella pellicola “Le Pornographe” (2001) di Bertrand Bonello, in Francia, ottiene un discreto successo.

Ma è con il 2005, sempre con i fratelli Dardenne, che Jérémie Renier è definitivamente consacrato come attore, interpretando il padre immaturo del film “L’Enfant”, vincitore nel 2005 della Palma d’Oro a Cannes. Grazie a questo ruolo ottiene nel 2006 il Joseph Planteau Adward, premio belga come Miglior Attore Protagonista e una nomination agli European Film Adward nel 2005. L’anno successivo è il gemello ribelle, figlio di un’intensa Isabelle Huppert, ne “La proprietà privata” (2006), in cui ancora una volta il suo aspetto fisico si impone sulla scena rendendolo, il perfetto protagonista di sceneggiature, dove le azioni contano di più dei dialoghi.

Vicino a due icone del cinema francese: Catherine Deneuve e Gerard Depardieu

Nel 2008 arriva il primo lavoro in lingua inglese: “In Bruges” a fianco della star hollywoodiana Colin Farrell. È nuovamente diretto dai fratelli Dardenne nel 2009 ne “Il matrimonio di Lorna”, sancendo un connubio artistico che sicuramente continuerà nei prossimi anni. Il 2010 lo vede protagonista al fianco di due icone del cinema francese, Catherine Deneuve e Gerard Depardieu, in “Potiche - La bella statuina”, ennesima fatica di François Ozon. L’anno dopo è un padre assente in “Il ragazzo con la bicicletta”, la storia di un bambino abbandonato dal padre che si rifugia presso una parrucchiera che diventerà una sorta di madre per lui. Nel 2012 è nel cast di “Cloclo”.

Davide Monastra

Jeremie Renier Filmografia - Cinema

Jérémie Renier sorriso

  • La Promesse (1996)
  • Les amants criminels (1999)
  • Le Fétichiste (2000)
  • Saint-Cyr (2000)
  • Faites comme si je n’étais pas là (2000)
  • Il patto dei lupi (2001)
  • Mère de toxico (2001)
  • Le Pornographe (2001)
  • Jean Moulin (2002)
  • La Guerre à Paris (2002)
  • Le troisième oeil (2002)
  • Un fils de notre temps (2003)
  • En territoire indien (2003)
  • Violence des échanges en milieu tempéré (2003)
  • Spy zone (2004)
  • Toi, vieux (2004)
  • Le Pont des Arts (2004)
  • À cran, deux ans après (2004)
  • La petite Fadette (2004)
  • Un amour à taire (2005)
  • Cavalcade (2005)
  • L’Enfant – Una storia d’amore (2005)
  • Dikkenek (2006)
  • Proprietà privata (2006)
  • Fair Play (2006)
  • Président (2006)
  • Espiazione (2007)
  • In Bruges – La coscienza dell’assassino (2008)
  • Il matrimonio di Lorna (2008)
  • The Vintner’s Luck (2009)
  • Potiche – La bella statuina (2010)
  • Il ragazzo con la bicicletta (2011)
  • Cloclo (2012)
  • Elefante blanco, regia di Pablo Trapero (2012)
  • Saint Laurent, regia di Bertrand Bonello (2014)
  • Le Grand Homme, regia di Sarah Leonor (2014)
  • Ni le ciel ni la terre, regia di Clément Cogitore (2015)
  • La ragazza senza nome, regia di Jean-Pierre e Luc Dardenne (2016)
  • Il sogno di Francesco, regia di Renaud Fely e Arnaud Louvet (2016)
  • L'amant double, regia di François Ozon (2017)

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *