“Invisible Woman” diretto e interpretato da Elizabeth Banks

Il film targato Universal Pictures “Invisible Woman” verrà diretto e interpretato da Elizabeth Banks, che ha proposto l’idea originale al colosso cinematografico di sua iniziativa.

La strategia mediatica Universal

La mummia film

La mummia

L’Universal Pictures è in possesso di svariate proprietà intellettuali per quel che riguarda i mostri più famosi del genere horror. Per questo motivo tempo fa la compagnia aveva annunciato un progetto che avrebbe dovuto essere volto alla realizzazione di un vero e proprio MonsterVerse, una rete di film interconnessi tra loro in cui i celebri mostri potessero dialogare e interagire tra di loro.

Questo percorso ambizioso, che aveva chiari rimandi ironici all’universo dei film Marvel e avrebbe dovuto chiamarsi Dark Universe, si è arenato quasi immediatamente con il flop colossale di “La mummia” (2017), in cui erano presenti sia Sofia Boutella nei panni del mostro che Russel Crowe come il dottor Henry Jekyll.

Per questo motivo l’Universal Pictures ha deciso invece di approcciare il sognato revamp horror da un altro punto di vista, ovvero mettendo le proprie proprietà intellettuali a disposizione dei registi e incentivandoli a creare le proprie pellicole originali, tutte slegate tra loro. Su questa riga si muove “L’uomo invisibile”, diretto da Leigh Whannell, che vede una formidabile Elisabeth Moss nel remake del celebre romanzo diventato film.

Elizabeth Banks e “Invisible Woman”

Elizabeth Banks attrice

Elizabeth Banks

In termini di trama non si sa ancora nulla del progetto di Banks, ma alcune indiscrezioni hanno affermato che si tratta di qualcosa di completamente diverso da “L’uomo invisibile” e che non ci sono potenziali crossover tra i due. Il titolo fa pensare a una rilettura al femminile del grande classico, cosa che sarebbe in linea con “Charlie’s Angels” (2019), sempre diretto e interpretato da Banks.

Per quel che riguarda il team, la scenografia è stata curata da Erin Cressida Wilson (“La ragazza del treno”, 2016), mentre la produzione è affidata alla Brownstone Productions di Banks e Max Handelman. Alison Small, impiegata presso la Brownstone Productions, sarà produttrice esecutiva.

Gaia Sicolo

27/11/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *