Independent Spirit Awards 2021: i vincitori

Independent Spirit Awards 2021: i vincitori

Gli Independent Spirit Awards, giunti alla 36° edizione si sono svolti in un anomalo pomeriggio in un contesto diverso dal solito. Una modifica dovuta alle vigenti restrizioni per il coronavirus.

“Nomadland” vince anche agli Independent Spirit Awards

Nomadland

All’interno di un tendone vicino il molo di Santa Monica, gli Independent Spirit Awards si sono svolti in un pomeriggio anomalo. L’evento è stato aperto da Melissa Villaseñor di “SNL” e con lei sul palco si sono avvicendati numerosi attori: Adam Sandler, Renée Zellweger, Daveed Diggs, Julia Garner, Kathryn Hahn, Annie Murphy e Lulu Wang.

Riguardo i vincitori, “Nomadland” porta a casa quattro premi, tra cui “Miglior film”, “Miglior regista” per Chloé Zhao, “Miglior montaggio” e “Miglior fotografia”. Anche “Sound of Metal” ha avuto una grande serata, vincendo come “miglior film d’esordio”, “miglior attore non protagonista” per Paul Raci e una vittoria inaspettata come “miglior protagonista maschile” per Riz Ahmed. Infine, Carey Mulligan ha vinto il premio come “miglior protagonista femminile” per “Promising Young Woman” e Yuh-Jung Youn comemiglior donna non protagonista” per “Minari.”

In questa edizione del 2021 tante sono state le nomination per “Never Rarely Sometimes Always”, ben sette, inclusa quella per il “Miglior Film”. Il film, presentato al Sundance nel 2020, della regista Eliza Hittman, racconta il dramma sull’aborto nel mondo delle adolescenti. L’attrice protagonista Sidney Flanigan, che in una intervista rilasciata a TheWrap ha ammesso di aver accantonato la sua carriera musicale per assumere al meglio il ruolo nel film, è stata nominata come “migliore attrice”.

Novità dell’edizione 2021

Unorthodox - scena taglio capelli

Il 2021 è stato anche il primo anno in cui gli Independent Spirit Awards hanno premiato anche le categorie televisive e quest’anno tra i nominati per la “migliore sceneggiatura di una serie” c’erano “A Teacher”, “I May Destroy You”, “Little America”, “Small Axe” e “Unorthodox”. “I May Destroy You” ha vinto sia per la sceneggiatura si per il “miglior cast”, mentre “Unorthodox” ha vinto entrambi i premi per la recitazione per Shira Haas e Amit Rahav.

L’elenco completo dei candidati con i vincitori

Miglior Film
“First Cow”
“Ma Rainey’s Black Bottom”
Minari
“Never Rarely Sometimes Always”
Nomadland (vincitore)”

Miglior Film D’Esordio
“I Carry You With Me”
“The 40-Year-Old Version”
“Miss Juneteenth”
“Nine Days”
Sound of Metal” (vincitore)

Miglior Attore Protagonista
Riz Ahmed (vincitore) – Sound of Metal
Chadwick Boseman – “Ma Rainey’s Black Bottom”
Adarsh Gourav – “The White Tiger”
Rob Morgan – “Bull”
Steven Yeun – “Minari

Miglior Attrice Protagonista
Nicole Beharie – “Miss Juneteenth”
Viola Davis – “Ma Rainey’s Black Bottom”
Sidney Flanigan – “Never Rarely Sometimes Always”
Julia Garner – “The Assistant”
Frances McDormand – “Nomadland
Carey Mulligan (vincitore) – “Promising Young Woman

Miglior Attore Non Protagonista
Colman Domingo – “Ma Rainey’s Black Bottom”
Orion Lee – “First Cow”
Paul Raci (vincitore) – “Sound of Metal
Glynn Turman – “Ma Rainey’s Black Bottom”
Benedict Wong – “Nine Days”

Miglior Attrice Non Protagonista
Alexis Chikaeze – “Miss Juneteenth”
Yeri Han – “Minari
Valerie Mahaffey – “French Exit”
Talia Ryder – “Never Rarely Sometimes Always”
Yuh-Jung Youn (vincitore) – “Minari

John Cassavetes Award
“The Killing of Two Lovers”
“La Leyenda Negra”
“Lingua Franca”
“Residue” (vincitore)
“Saint Frances”

Miglior Sceneggiatura
Mike Makowsky – “Bad Education”
Lee Isaac Chung – “Minari
Alice Wu – “The Half of It”
Eliza Hittman – “Never Rarely Sometimes Always”
Emerald Fennell (vincitore) – “Promising Young Woman

Miglior Sceneggiatura D’Esordio
Kitty Green – “The Assistant”
Noah Hutton – “Lapsis”
Channing Godfrey Peoples – “Miss Juneteenth”
Andy Siara (vincitore) – “Palm Springs
James Sweeney – “Straight Up”

Best Cinematography
“The Assistant”
“Bull”
“Never Rarely Sometimes Always”
Nomadland (vincitore)”
“She Dies Tomorrow”

Miglior Fotografia
“Collective”
“Crip Camp” (vincitore)
“Dick Johnson is Dead”
“The Mole Agent”
“Time”

Miglior Regista
Lee Isaac Chung – “Minari
Emerald Fennell – “Promising Young Woman
Eliza Hittman – “Never Rarely Sometimes Always”
Kelly Reichardt – “First Cow”
Chloé Zhao (vincitore) – “Nomadland

Miglior Montaggio
Andy Canny – “The Invisible Man
Scott Cummings – “Never Rarely Sometimes Always”
Merawi Gerima – “Residue”
Enat Sidi – “I Carry You With Me”
Chloé Zhao (vincitore) – “Nomadland

Robert Altman Award
“One Night in Miami…” (vincitore)
Regia: Regina King”
Casting Directors: Kimberly R. Hardin
Cast: Kingsley Ben-Adir, Eli Goree, Aldis Hodge, Leslie Odom Jr.

Miglio Film Straniero
“Bacurau” – Brasile (Regia: Juliano Dornelles, Kleber Mendonça Filho)
“The Disciple” – India (Regia: Chaitanya Tamhane)
“Night of the Kings” – Costa D’Avorio (Regia: Philippe Lacôte)
“Preparations to be Together for an Unknown Period of Time” – Ungheria (Regia: Lili Horvát)
“Quo Vadis, Aida?” (Winner) – Bosnia ed Erzegovina (Regia: Jasmila Žbanić)

Premio Produttori
Kara Durrett
Lucas Joaquin
Gerry Kim (vincitore)

Someone to Watch Award
David Midell – Regista di “The Killing of Kenneth Chamberlain”
Ekwa Msangi (vincitore) – Regista di “Farewell Amor”
Annie Silverstein – Regista di “Bull”

Truer Than Fiction Award
Cecilia Aldarondo – Regista di “Landfall”
Elegance Bratton (vincitore) – Regista di “Pier Kids”
Elizabeth Lo – Regista di “Stray”

CATEGORIA TV

Miglior Documentario
“Atlanta’s Missing and Murdered: The Lost Children”
“City So Real”
“Immigration Nation” (vincitore)
“Love Fraud”
“We’re Here”

Miglior Serie D’Esordio
“I May Destroy You” (vincitore)
“Little America”
“Small Axe”
“A Teacher”
“Unorthodox”

Miglior performance femminile in una nuova serie 
Elle Fanning – “The Great”
Shira Haas (vincitore) – “Unorthodox”
Abby McEnany – “Work in Progress”
Maitreyi Ramakrishnan – “Never Have I Ever”
Jordan Kristine Seamón – “We Are Who We Are”

Miglior performance maschile in una nuova serie
Conphidance – “Little America”
Adam Ali – “Little America”
Nicco Annan – “P-Valley”
Amit Rahav (vincitore) – “Unorthodox”
Harold Torres – “Zero, Zero, Zero”

Miglior Cast in una nuova serie
“I May Destroy You” (vincitore)
Cast: Michaela Coel, Paapa Essiedu, Wruche Opia, Stephen Wight

Francesca Reale

23/04/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *