Howard Hawks

Howard Hawks è il regista e sceneggiatore statunitense famoso per la sua passione per i film western in cui mostrava le donne nei ruoli di superiorità sugli uomini.

Howard Hawks, il regista “che preferiva le bionde”

(Goshen, 30 maggio 1896 – Palm Springs, 26 dicembre 1977)

Howard Hawks registaHoward Hawks, nato a Goshen nell’Indiana, il 30 maggio 1896, insieme a Ford, Hitchcock e Capra è uno dei registi che hanno creato il mito della Classic Hollywood. Eric Rohmer ebbe a dire una volta: «Chi non ama i film di Hawks non ama il cinema».

Originario di una famiglia agiata, proveniente del New England, Hawks ha modo di studiare nelle migliori scuole del paese, finendo per laurearsi in ingegneria meccanica alla Cornell University. Sviluppa una grande passione per il rischio e la velocità. Dopo aver combattuto nella Prima Guerra Mondiale si dedica a professioni come pilota di macchine da corsa, aviatore, collaudatore di aerei. La sua esperienza nel campo della meccanica gli permette di avvicinarsi anche al mondo del cinema a partire dai ruoli tecnici. Insieme al fratello, Kenneth, filma numerose riprese aree destinate ad essere utilizzate nei film.

Howard Hawks: alle prese con la regia

Dopo aver lavorato in produzione per qualche anno, Howard Hawks passa alla sceneggiatura e alla regia, forse anche in conseguenza della morte del fratello in un tragico incidente aereo. Il suo primo film, ancora nel periodo del muto è “The Road to Glory” del 1926, del quale scrive anche la sceneggiatura. Ma il successo arriva con “Scarface” del 1932, ispirato alla vita di Al Capone. Nel 1983 Brian De Palma girerà un famoso remake con Al Pacino, non senza includere una dedica a Hawks. La sua bravura nell’impostare i dialoghi si rivelerà preziosa di lì a poco, con l’arrivo del cinema sonoro.

La carriera del giovane regista decolla, anche grazie alla sua versatilità che gli permette di passare senza problemi da un genere all’altro dirigendo i più grandi attori sulla piazza. Fra i suoi capolavori ci sono commedie come: “Ventesimo Secolo” (1934) con Carol Lombard; “Susanna!” (1938) con Cary Grant e Katharine Hepburn o “La signora del venerdì” (1940) scoppiettante screwball affidata all’estro di Cary Grant e Rosalind Russell. Ma Hawks gira anche noir famosissimi come: “Il grande sonno” (1946) con Bogart e Lauren Bacall, che ha consegnato alla storia del cinema l’immagine del detective con l’impermeabile.

Howard Hawks: amore per il western

Il western è un genere molto frequentato da Hawks che, in coppia con John Wayne, uno dei suoi attori preferiti, realizza pellicole come: “Il fiume rosso” (1948), “Un dollaro d’onore” (1959), “El Dorado” (1966) e “Rio Lobo” (1970). Tipici del suo stile sono i dialoghi frenetici e le forti figure femminili che spesso si dimostrano migliori degli uomini. Una tematica ricorrente è l’idea che solo la collaborazione fra individui possa risolvere i problemi.

La carriera di Hawks, anche se lunghissima, è paradossalmente povera di riconoscimenti. Nominato una sola volta all’Oscar, non lo vince mai, vedendoselo attribuire alla carriera solo nel 1975, poco prima della morte. I suoi film, infatti, venivano considerati molto commerciali e furono rivalutati solo alla fine degli anni Cinquanta, per effetto della rivoluzione critica innescata dalla Nouvelle Vague. Godard, Chabrol, Truffaut e Rohmer erano infatti fan entusiasti del regista americano. Rivette, nel 1953, pubblicò un famoso saggio intitolato “Il genio di Howard Hawks”. Lo stesso Sergio Leone, padre dello spaghetti western, deve molto alle atmosfere ironiche e distaccate dei western crepuscolari di Hawks.

Negli Stati Uniti, oltre a De Palma e Altman, uno dei più ferventi ammiratori di Hawks è Quentin Tarantino secondo il quale “Un dollaro d’onore” (1959) è sicuramente uno dei suoi film preferiti. Ben conscio di aver segnato la storia del cinema moderno, Howard Hawks muore a Palm Springs, in California, il 26 dicembre 1977.

Fabio Benincasa

Howard Hawks Filmografia - Cinema

Howard Hawks regista

  • Bolidi in corsa (il film è andato perduto) (1926)
  • Le disgrazie di Adamo (1926)
  • Amanti per burla (1927)
  • Passione di principe (1927)
  • Oasi dell'amore (1928)
  • Capitan Barbablù (1928)
  • La via delle stelle (1928)
  • L'affare Manderson (1929)
  • La squadriglia dell'aurora (1930)
  • Codice penale (1931)
  • L'urlo della folla (1932)
  • Scarface - Lo sfregiato (1932)
  • Le tigri del Pacifico (1932)
  • Rivalità eroica (1933)
  • L'idolo delle donne (1933)
  • Viva Villa! (1934)
  • Ventesimo secolo (1934)
  • La costa dei barbari (1935)
  • Brume (1936)
  • Le vie della gloria (1936)
  • Ambizione (1936)
  • Susanna! (1938)
  • Avventurieri dell'aria (1939)
  • La signora del venerdì (1940)
  • Il mio corpo ti scalderà (1941)
  • Il sergente York (1941)
  • Colpo di fulmine (1941)
  • Arcipelago in fiamme (1943)
  • Acque del sud (1944)
  • Il grande sonno (1946)
  • Il fiume rosso (1948)
  • Venere e il professore (1948)
  • Ero uno sposo di guerra (1949)
  • La cosa da un altro mondo (1951)
  • Il grande cielo (1952)
  • La giostra umana (1952)
  • Il magnifico scherzo (1952)
  • Gli uomini preferiscono le bionde (1953)
  • La regina delle piramidi (1955)
  • Un dollaro d'onore (1959)
  • Hatari! (1962)
  • Lo sport preferito dall'uomo (1964)
  • Linea Rossa 7000 (1965)
  • El Dorado (1966)
  • Rio Lobo (1970)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *