Goldeneye

Goldeneye: l’esordio di Pierce Brosnan nei panni della celebre spia

  • Titolo originale: GoldenEye
  • Regia: Martin Campbell
  • Cast: Pierce Brosnan, Sean Bean, Izabella Scorupco, Famke Janssen, Joe Don Baker, Judi Dench, Gottfried John, Robbie Coltrane, Alan Cumming, Tchéky Karyo, Desmond Llewelyn, Samantha Bond, Michael Kitchen, Serena Gordon, Simon Kunz
  • Genere: Avventura, colore
  • Durata: 130 minuti
  • Produzione: Gran Bretagna, 1996
  • Distribuzione: 20th Century Fox
  • Data di uscita: 12 gennaio 1996

007 goldeneye

“Goldeneye” si svolge in Russia, dove la super organizzazione criminale sovietica Janus, in cerca di vendetta, s’impadronisce dello scudo spaziale sovietico GoldenEyen, in grado di disattivare i sistemi elettronici mondiali. Il loro scopo è colpire duramente il Regno Unito e i Servizi Segreti inglesi non hanno altra scelta che mandare il loro uomo migliore, l’agente segreto 007, a salvare la situazione.

L’esordio di Pierce Brosnan nel ruolo di James Bond nel diciassettesimo film della saga dell’agente segreto 007 è esplosivo e indimenticabile; al suo fianco Sean Bean nel ruolo dell’agente Alec Trevelyan e le due bellissime Izabella Scorupco e Famke Janssen come Bond Girls.
“Goldeneye” da un lato rimane fedele agli schemi tradizionali che includono azione, abilità belle donne, ironia e armi potentissime, ma dall’altro presenta alcune importanti novità, soprattutto per quanto riguarda l’interpretazione del protagonista. Brosnan al tempo era noto sopratutto per il suo ruolo nella serie investigativa americana Remington Steele.

Si tratta del primo film della saga in cui direttore del Secret Intelligence Service M viene interpretato da una donna: Judi Dench, celebre attrice britannica che durante la sua carriera cinematografica è stata candidata per 7 volte ai Premi Oscar, di cui uno per il film “Mr. Brown” dove interpretava la regina Vittoria.

“Goldeneye” è un film ricco di effetti speciali e scene di combattimento epiche; la pellicola inoltre non è stata girata nei Pinewood Studios londinesi a causa di problemi burocratici, ma in una vecchia fabbrica di elicotteri della Rolls-Royce, che i produttori trasformarono nel più grande teatro di posa europeo.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *