Gene Wilder

Gene Wilder è divenuto indimenticabile nella storia del cinema a causa della sua fisionomia che lo ha portato ad interpretare unicamente personaggi comici e vivaci, tuttavia, la sua bravura come sceneggiatore e regista è riconosciuta a livello unanime da tutto il mondo cinematografico.

Gene Wilder, 'Frankenstein Junior' nella fabbrica di cioccolato

(Milwakee, 11 giugno 1933 - Stamford, 29 agosto 2016)

Gene Wilder primo piano

Nato in una famiglia di immigrati russi negli Stati Uniti, il suo vero nome è Jerome Silberman ma è con lo pseudonimo di Gene Wilder che ha raggiunto picchi di grandissima popolarità, specialmente negli anni ’70 e ‘80.

Inconfondibile per uno sguardo acceso e l'espressione sempre viva, come attore ha interpretato, esclusivamente o quasi, personaggi comici e brillanti ma la sua bravura è stata riconosciuta nel cinema anche in qualità di regista e sceneggiatore. Il capolavoro “Frankenstein Junior” (“Young Frankenstein”, 1974), in cui Gene Wilder è protagonista e co-autore della sceneggiatura, film simbolo dello straordinario sodalizio intrattenuto con il regista Mel Brooks, rappresenta per lui l'apice del successo ma non l'unica sua sceneggiatura degna di essere ricordata. Come regista e sceneggiatore firma infatti “Il fratello più furbo di Sherlock Holmes” (“The Adventure of Sherlock Holmes' Smarter Brother”, 1975), in cui debutta alla regia recitando accanto all'amico MartyFeldman; e poi “Il più grande amatore del mondo” (“The World's Greatest Lover”, 1977), “I seduttori della domenica” (“Sunday Lovers”, 1980), “La signora in rosso” (“The Woman in Red”, 1984) – con il quale lanciò la prorompente bellezza di Kelly LeBrock – e infine “Luna di miele stregata” (“Haunted Honeymoon”, 1986).

Sua anche la sceneggiatura di “Non guardarmi: non ti sento” (“See No Evil, Hear No Evil”, 1989) che, grazie all’affiatamento di Gene con Richard Pryor, segna il grande successo del più prolifico duo comico interrazziale del periodo: già abbozzato nel divertente giallo “Wagon lits con omicidi” (“Silver Streak”, 1976), maturato in “Nessuno ci può fermare” (“Stir Crazy”,1 980) e proseguito nel sequel “Non dirmelo… non ci credo” (“Another You”, 1991).

L'incredibile duo Wilder e Brooks

Abbiamo accennato alla fortunatissima collaborazione tra Gene Wilder e Mel Brooks ma non è davvero sufficiente a delinearne la portata: l'eccezionale freschezza comica e la sagacia parodistica talvolta spiazzante che Wilder e Brooks hanno riversato sulle loro pellicole ha mietuto approvazione di critica e di pubblico, nonché varie nominations e un premio Oscar e, soprattutto, è rimasta capace tuttora di far ridere gli amanti del genere e non solo.

L'incontro tra i due avviene nel 1968, in occasione dell'opera prima da regista-sceneggiatore di Mel Brooks con “Per favore, non toccate le vecchiette” (“The Producers”): Wilder riceve la nomination all'Oscar come Miglior attore non protagonista mentre il film vince la statuetta per la “miglior sceneggiatura originale”. Gli altri due picchi artistici del sodalizio Wilder-Brooks sono segnati da due film cult: il già citato “Frankenstein Junior”, nomination all’Oscar per la sceneggiatura, e poi la parodia western “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” (“Blazing Saddles”), anch’esso del 1974 e nominato all’Academy per la Migliore Attrice non Protagonista (Madeline Kahn), per il Miglior Montaggio e per la Migliore Colonna Sonora.

Tra i successivi lavori della lunga carriera di Gene Wilder, citiamo alcuni dei film in cui Wilder è stato “solamente” attore: “Gangster Story” (“Bonnie and Clyde”, 1967); “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” (“Willy Wonka & the Chocolate Factory”, 1971); “Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso ma non avete mai osato chiedere” (“Everything You Always Wanted to Know About Sex But Were Afraid to Ask”, 1972) di Woody Allen; “Scusi, dov'è il West?” (“The Frisco Kid”, 1979).

Dal ’90 Wilder lavora quasi esclusivamente per la televisione (Emmy Award nel 2003 come miglior guest star nella serie tv “Will&Grace”). Dopo essersi ritirato a vita privata, l'attore muore a 83 anni a causa di complicazioni derivate dall'’Alzheimer, di cui soffriva da diverso tempo.

Corrado Fontana

Gene Wilder Filmografia - Cinema

Frankestein Junior scena film
Gene Wilder in una delle sue interpretazioni più famose nell'iconico film "Frankestein Junior" (1974)

 

  • Gangster Story, regia di Arthur Penn (1967)
  • Per favore, non toccate le vecchiette, regia di Mel Brooks (1968)
  • Fate la rivoluzione senza di noi, regia di Bud Yorkin (1970)
  • Che fortuna avere una cugina nel Bronx, regia di Waris Hussein (1970)
  • Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, regia di Mel Stuart (1971)
  • Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso* (*ma non avete mai osato chiedere), regia di Woody Allen (1972)
  • Mezzogiorno e mezzo di fuoco, regia di Mel Brooks (1974)
  • Rhinoceros, regia di Tom O'Horgan (1974)
  • Il piccolo principe, regia di Stanley Donen (1974)
  • Frankenstein Junior, regia di Mel Brooks (1974)
  • Il fratello più furbo di Sherlock Holmes, regia di Gene Wilder (1975)
  • Wagons lits con omicidi, regia di Arthur Hiller (1976)
  • Il più grande amatore del mondo, regia di Gene Wilder (1977)
  • Scusi, dov'è il West?, regia di Robert Aldrich (1979)
  • I seduttori della domenica, regia di Gene Wilder (1980)
  • Nessuno ci può fermare, regia di Sidney Poitier (1980)
  • Hanky Panky - Fuga per due, regia di Sidney Poitier (1982)
  • La signora in rosso, regia di Gene Wilder (1984)
  • Luna di miele stregata, regia di Gene Wilder (1986)
  • Non guardarmi: non ti sento, regia di Arthur Hiller (1989)
  • Bebè mania, regia di Leonard Nimoy (1990)
  • Non dirmelo... non ci credo, regia di Maurice Phillips (1991)

Gene Wilder Filmografia - Televisione

  • La parola alla difesa (Serie TV) (1962)
  • Death of a Salesman (Film TV) (1966)
  • The Scarecrow, regia di Boris Sagal - film TV (1972)
  • The Electric Company (Serie TV) (1972-1977)
  • Thursday's Game (Film TV) (1974)
  • Annie and the Hoods (Film TV) (1974)
  • Quel pasticcione di papà (Serie TV) (1994)
  • Murder in a Small Town (Film TV) (1999)
  • Alice nel Paese delle Meraviglie (Film TV) (1999)
  • The Lady in Question (Film TV) (1999)
  • Will & Grace (Serie TV, episodi 5X06 5X19) (2002-2003)

Gene Wilder Filmografia -Regista

  • Il fratello più furbo di Sherlock Holmes (1975)
  • Il più grande amatore del mondo (1977)
  • I seduttori della domenica (1980)
  • La signora in rosso (1984)
  • Luna di miele stregata (1986)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *