First Man – Il primo uomo (2018)

First Man - Il primo uomo - Recensione: il mito della conquista della luna, la storia di un uomo

First Man - Il primo uomo Ryan Gosling

Cosa desiderano tutte le belle storie? Semplicemente, di essere raccontate bene. Damien Chazalle esaudisce questo desiderio come un genio, non della lampada, ma della macchina da presa.

Il regista di “La La Land” assolve egregiamente il suo compito di narratore malgrado “First Man - Il primo uomo”, lo renda ancora più arduo a causa di un finale già noto a tutti.

Primi piani strettissimi stracolmi di pathos, il gusto quasi maniacale dei dettagli, una messa in scena da kolossal moderno e una forza affabulatrice di rara intensità; tutto questo per cercare di capire l’uomo che fece “l’enorme balzo per l’umanità” e vivere con lui l’esperienza dell’allunaggio. È un dispiegamento di forze descrittive imponente che Chazelle governa con grande abilità avvolgendo il film in un coacervo di dimensioni: dramma, thriller, biopic e moon movie. Con una carta regalo sì fatta, riuscire a resistere alla tentazione di scartare il cinematografico omaggio, è davvero un’impresa improba. E infatti non si riesce, ma è un bellissimo fallimento: l’involucro, una volta rimosso, mostra un dono talmente accattivante da creare quasi dipendenza; le storie, quelle belle, quelle incredibili, si vorrebbe non finissero mai, e “First Man - Il primo uomo” rientra esattamente nella grande famiglia dell’opere che brillano di una intensa estetica narrativa.

First Man - Il primo uomo: una splendida metafora della vita

First Man - Il primo uomo review

Chi non conosce il primo uomo che mise piede sulla luna? E allora, Chazelle, destruttura il mito dell’invincibile astronauta statunitense, e lo riassembla in un essere mortale di nome Neil Armstrong. La famiglia, le sue tragedie; gli amici, la loro scomparsa; una moglie, il suo amore, nulla dimentica Neil; il suo bagaglio emotivo diviene sempre più ingombrante mentre veleggia verso l’unico satellite della Terra.

Gli affetti che si lascia alle spalle, sono il contraltare al pericolo verso il quale sta andando incontro: conquistare la Luna ha, inevitabilmente, il fortissimo sapore dell’impresa impossibile e occorre mettere in conto di non riuscire a far più ritorno. Armstrong, l’astronauta-padre-marito-uomo, non affronta solo un viaggio, affronta i suoi fantasmi e il dolore dei legami familiari tragicamente spezzati, dandogli, molto probabilmente, una disperata marcia in più.

Durante la conferenza stampa prima della partenza per la missione “Apollo 11”, una giornalista gli chiese cosa avrebbe voluto portare con sé, Neil Armstrong rispose “più carburante”, non sapendo che quel combustibile in più era già presente sotto forma di profonde ferite nell’animo. E così, una bella storia, quella della spedizione lunare, diventa un splendida metafora della vita.

  • Titolo originale: First Man
  • Regia: Damien Chazelle
  • Cast: Ryan Gosling, Claire Foy, Jon Bernthal, Corey Stoll, Kyle Chandler,  Jason Clarke, Pablo Schreiber, Patrick Fugit, Cory Michael Smith, Lukas Haas, Brian d'Arcy James
  • Genere: Biografico, colore
  • Durata: 141 minuti
  • Produzione: USA, 2018
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Data di uscita: 31 Ottobre 2018

First Man - Il primo uomo poster itaNeil Armstrong fu il primo essere umano a mettere piede sulla luna. "First Man - Il primo uomo" vuole raccontare il periodo che va dal 1961 al 1969, di come da una tragedia familiare, Neil Armstrong si sia trasformato nel "comandante di ghiaccio" che lo portò con la missione Apollo 11 sul satellite terrestre.

 

First Man - Il primo uomo: la storia di Neil Arsmstrong

Damien Chazelle, regista pluripremiato per la sua opera prima “Whiplash” e per il suo straordinario “La La Land”, con il quale si è aggiudicato anche il premio Oscar come Miglior regista, porta sullo schermo la storia di Neil Armstrong con il film "First Man".

"First Man - Il primo uomo" è basato sulla biografia autorizzata dalla NASA dello storico James R. Hansen intitolata, “First Man: A Life Of Neil A. Armstrong”. La sceneggiatura è stata affidata a Nicole Perlman e Josh Singer.

In realtà il primo uomo a mettere piede sul suolo del satellite terrestre fu Buzz Aldrin, ma la NASA cambiò la sua decisione perché Neil Armstrong dava un tocco più eroico ed era più apprezzato dalla gente. Questo apprezzamento però non fu mai cavalcato dall’astronauta in campo politico o sociale. Dalla luna tornò come uno degli eroi dell’epoca moderna, ma escludendo il mondo esterno, si riunì alla sua famiglia diventando poi una persona estremamente riservata.

Nel ruolo del comandante Neil Armstrong, ci sarà Ryan Gosling che ritorna a lavorare con Chazelle dopo “La La Land”. A completare il cast figurano Jon Bernthal (“The Walking Dead”, “The Punisher”) nel ruolo di David Scott, Claire Foy (“The Crown”) nel ruolo di Janet Shearon, la prima moglie di Armstrong e Jason Clarke che interpreterà Ed White, il primo americano che ha compiuto una camminata nello spazio.

Le riprese del film “First Man - Il primo uomo” si sono svolte ad Atlanta, in Georgia nel mese di ottobre del 2017 e si sono concluse nel mese di febbraio del 2018.

Il film è presentato in anteprima al Trieste Science+Fiction martedì 30 ottobre 2018.

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *