Film in uscita il 23 marzo

Film in uscita il 23 marzo

Un panorama molto variegato e particolare, quello dei film al cinema dal 23 marzo. Quest’oggi le pellicole entranti nelle sale italiane sono molto differenti tra di loro: si passa dall’atmosfera scura di “Elle”, alle follie notturne della Berlino di “Victoria”, dall’ansiogeno thriller psicologico “La cura del benessere” al fantascientifico “Life – Non oltrepassare il limite”. Anche la moda è protagonista nella duplice sfaccettatura di “Moda mia” e “SFashion”. L’Italia marca presenza con altre tre pellicole: l’interessante progetto corale “Vieni a vivere a Napoli”; “Slam – Tutto per una ragazza”, con l’attivissmo Luca Marinelli; per finire con la commedia ‘estera’ di Giovanni Veronesi “Non è un paese per giovani”, incentrato sull’emigrazione giovanile. C’è spazio anche per il genere documentaristico impegnato, con “Capire il passato per vivere felici”, riflessione sul rapporto tra ambiente e progresso, e per la leggerezza di un mediterraneo viaggio avventuroso: il road-movie “In viaggio con Jacqueline”.

 

Film in uscita il 23 marzo: la linea sottile del thriller, dalla realtà ‘europea’ alla fantascienza orrifica

Elle film in uscita il 23 marzo
Isabelle Huppert è Michèle in “Elle”.

Per tutti coloro che amano visceralmente la tipica atmosfera del thriller consigliamo “Elle“, forse la pellicola più ‘intima’ e ‘personale’ in uscita questo 23 marzo. Nel film, diretto da Paul Verhoeven, troviamo la Huppert nei panni di Michèle, donna tutta d’un pezzo che subisce una violenza in casa propria da parte di uno sconosciuto e da sola decide di scoprire l’identità del suo ‘nemico’. La pellicola è stata molto apprezzata dalla critica, tant’è che ha ricevuto una nomination all’Oscar (per la Huppert come Miglior attrice protagonista) e si è aggiudicata due Golden Globe, uno per la formidabile attrice, l’altro come Miglior film straniero.

Sempre nel Vecchio Continente, ma questa volta a Berlino, è ambientato il thriller di Sebastian Schipper, “Victoria“: elaborato in un unico grande piano sequenza, il film si focalizza sulla notte folle vissuta da una giovane ragazza madrilena, Victoria, in trasferta lavorativa a Berlino. Seguendo, incuriosita, un gruppo di ragazzi conosciuti fuori un locale notturno, la protagonista si ritroverà a vivere un’esperienza ansiogena e cardiopalmatica fuori del comune: sarà coinvolta, suo malgrado, nella rapina di una banca. La pellicola è un bel ritratto di quella Berlino che pulsa, ma non si vede.

Segue lo ‘svizzero’ “La cura del benessere“, il nuovo lungometraggio del grandissimo Gore Verbinski, il regista dello spaventoso “The Ring”. La pellicola, ambientata tra i monti svizzeri, ha per protagonista un giovane ambizioso Lockhart (Dane DeHaan), che deve andare a recuperare il CEO dell’azienda per la quale lavora, in una misteriosa clinica di benessere. Misteriosa perché i dirigenti, i pazienti e la struttura stessa sembrano nascondere qualcosa di molto sinistro e oscuro. Una tensione latente, sottile e spessa allo stesso tempo, giocata in uno slittamento tra ragione e follia che ricorda un po’ “Shutter Island” di Leonardo Di Caprio.

Three…two…one!, ed eccoci, lontani dal suolo, oltre l’atmosfera, precisamente nella Stazione Spaziale Internazionale dove Ryan Reynolds, Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson sono protagonisti. I tre scienziati, al centro della storia del fanta-horror “Life – Non oltrepassare il limite” di Daniel Espinosa, fanno una scoperta straordinaria: un campione preso dal suolo di Marte che potrebbe rispondere positivamente alla retorica domanda “Siamo soli nell’universo?”. Eppure quella stessa scoperta è solo l’inizio dell’incubo: quella minuscola forma di vita aliena è molto più intelligente e spietata di quanto si possa pensare: un vero brutale predatore.

Film in uscita il 23 marzo: “Moda mia” e “SFashion”, le due facce della moda

Dalla paura alla moda il passo è lungo ma istantaneo: il cinema nostrano irrompe tra i film in uscita il 23 marzo con due pellicole ‘complementari’ riguardanti il mondo della moda.

Moda mia film in uscita il 23 marzo
Una scena da “Moda mia”.

Da una parte troviamo “Moda mia“, dove il giovane protagonista Giovannino tenta a tutti i costi di seguire la grande passione per la moda, scontrandosi con il padre e il mondo che rappresenta, il suo bigottismo, la sua incomprensione. La storia di un riscatto sociale che supera e annichilisce l’ideale dell’ostrica. Sicuramente una pellicola da andare a vedere.

Dall’altra parte c’è la pellicola drammatica di Mauro John Capace, “SFashion“, che svela la cruda realtà delle aziende di moda. Protagonista è Corinna Coroneo, che dà voce e volto a Evelyn, ultima ereditiera dell’azienda di moda lasciatale dal nonno. Immersa nella crisi economica, la donna è posta di fronte a scelte drastiche in merito all’impresa stessa, ai suoi lavoratori e anche alla sua vita personale. Capace propone il ritratto di un mondo in crisi, che fa fatica a rialzarsi nel ‘Sistema Italia’ e che spesso incide sulla vita di moltissime famiglie, in primis degli imprenditori onesti e volenterosi.

Film in uscita il 23 marzo: il cinema italiano tra riadattamento e ‘ritratto’ impegnato

Il cinema italiano non finisce di buttarsi nella mischia dei film in uscita il 23 marzo.

Luca Marinelli è il volto non protagonista, noto e gettonato del nuovo lungometraggio di Andrea Molaioli, “Slam – Tutto per una ragazza“, riadattamento all’italiana del omonimo libro del romanziere britannico Nick Hornby. Pellicola ‘teen’ che s’incentra sulla storia di Samuel, un giovane skateborder sedicenne, in contrasto con sua madre e alla ricerca della sua strada. L’occasione per crescere arriverà con l’incontro con l’intraprendente Alice, che lo porta a fare grandi scelte per il proprio futuro.

A seguire la pellicola impegnata di Veronesi, il ‘fuggiasco’ “Non è un paese per giovani“, nel quale il regista, ispirato dalla trasmissione radiofonica condotta su Radio2, ha voluto raccontare quell’italiana gioventù allo sbando che si vede costretta dalle dinamiche dell’oggi a cercare il proprio posto nel mondo, lontano dal Bel Paese. Il fenomeno dell’emigrazione giovanile prende corpo attraverso la vicenda di Sandro e Luciano, ragazzi che tentano la fortuna in quel di Cuba, territorio tutto da scoprire. Il film vede anche la partecipazione di Nino Frassica e Sergio Rubini.

Vieni a vivere a Napoli flm in uscita il 23 marzo.
Una sequenza della pellicola a tre mani “Vieni a vivere a Napoli”.

Infine troviamo forse il progetto più interessante tra i film in uscita il 23 marzo: “Vieni a vivere a Napoli“, lungometraggio scritto e diretto a tre mani da Edoardo De Angelis, Guido Lombardi, Francesco Prisco, con protagonista la bella città campana non dei ‘napoletani’, ma degli ‘stranieri’. Diviso in tre capitoli, ciascuno affidato a un regista e riguardante storie diverse, il film vuole porsi come affresco autentico e contemporaneo di una città certo difficile da vivere, ma aperta, multietnica e multiculturale. Una città di mondo che richiede comunque caparbietà, resistenza e un certo stomaco!

Film in uscita il 23 marzo: riflessioni sull’ambiente, il progresso e il rapporto uomo-animale

In chiusura segnaliamo due pellicole che, a loro modo, nella diversità di genere, indagano sul rapporto tra l’uomo e la natura/l’animale.

Capire il passato per vivere felici” è il documentario di Helena Norberg Hodge, una fra le 8 ecologiste e attiviste ambientali più importanti al mondo, nonché autrice del libro dal quale è stata tratta la pellicola. Il film si pone come un’indagine divulgativa sulla regione del Ladakh, una terra desertica situata sull’Himalaya occidentale, che per molti secoli ha vissuto all’insegna della cultura, del benessere e di una perfetta armonia ecologica. Il progresso e la modernità hanno rotto il giocattolo. Questa è l’occasione per la Hodge di fare una riflessione approfondita in merito al rapporto tra l’uomo, la natura e il progresso: la storia di questa antica terra potrebbe insegnarci qualcosa in merito al nostro futuro?

In viaggio con Jacqueline” è la pellicola più leggera tra i film in uscita il 23 marzo. Un’avventura di produzione franco-marocchina, con protagonisti il contadino Fatah e la sua mucca Jacqueline. Invitato a sorpresa per partecipare alla Fiera dell’agricoltura di Parigi, Fatah ha l’occasione di avverare il suo sogno: far partecipare Jacqueline al concorso di bellezza delle mucche. Il protagonista intraprende, perciò, quest’avventuroso viaggio, senza denaro, alla volta della Francia. Un affresco nitido e curioso della Francia di oggi e una riflessione sul rapporto tra l’uomo e l’animale, a volte molto più ‘vero’ e ‘sincero’ di quello con gli altri esseri umani.

Ecco la playlist dei trailer dei film in uscita il 23 marzo

Marco Marchetti

23/03/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.