Film al cinema dal 9 Giugno

Film al cinema dal 9 Giugno

Tra le nuove pellicole della settimana il più atteso “Now You See Me 2”, sequel di “Now You See Me – I maghi del crimine” che ha appassionato il pubblico di tutto il mondo

Now you see me 2

“Now You See Me 2”, dall’eloquente sottotitolo, ‘L’illusione non è mai stata così vera’, non deluderà gli appassionati, che saranno coinvolti in numeri mirabolanti di illusionismo che fondono egregiamente stile classico con trucchi avveniristici. I Cavalieri stupiscono e divertono, in un concatenarsi di vicende che non conosce pause. La pellicola, diretta da Jon M. Chu (“Step Up”, “G. I. Joe: La vendetta”), contiene tutti gli ingredienti dell’intrattenimento ‘a stelle e strisce’: avventura, un cattivo da sconfiggere, cameratismo (seppur conquistato a fatica), corse frenetiche e situazioni ad alto tasso di adrenalina, il tutto condito da buoni sentimenti. Cosa pretendere di più da una pellicola che ha anche il pregio di farci evadere dall’intrattenimento nostrano, costituito quasi esclusivamente da commedia stereotipate e banali, e dai blockbuster americani in cui a farla da padroni sono i non-sempre amati supereroi?

Tra i film al cinema dal 9 Giugno i più toccanti sono il francese “In nome di mia figlia” e l’americano “L’uomo che vide l’infinito”, accomunati dal fatto di proporre storie vere

Vincent Garenq racconta con grande passione e delicatezza un caso giudiziario che ha scosso la Francia e riempito le pagine dei giornali per trent’anni: è la storia di André Bamberski e della sua lotta per ottenere giustizia per la figlia Kalinka, morta nel 1982 in circostanze sospette. La quattordicenne si trovava in vacanza con la mamma e il patrigno in Germania, cosa che ha complicato ulteriormente la ricerca della verità, che questo padre addolorato ha compiuto da solo, ostacolato anche dalle istituzioni, che ritenevano la sua un’ossessione. A prestare corpo ed anima a Bamberski è uno strepitoso Daniel Auteuil.

Non meno toccante “L’uomo che vide l’infinito” di Matt Brown, che racconta la breve e tormentata vita di una delle menti più geniali del XX secolo, Ramanujan, un matematico indiano autodidatta, interpretato egregiamente da Dev Patel (“The Millionare”), che trova unico sostegno alle sue scoperte nell’illustre professore inglese, G.H. Hardy, cui presta il volto un bravissimo Jeremy Irons. Tante le barriere da superare, su tutte la diffidenza e il razzismo dell’ambiente accademico.

Per chi ha bisogno di relax assoluto due sono le commedie italiane che fanno capolino nelle sale in questo caldo week end di Giugno: “Cristian e Palletta contro tutti” e “Ciao Brother”

“Cristian e Palletta contro tutti” è una commedia di Antonio Manzini, attore, sceneggiatore, regista, nonchè scrittore dei famosi racconti gialli che hanno per protagonista il Vicequestore Rocco Schiavone. La sua ultima fatica vanta un nutrito cast, che va da Libero de Rienzo a Pietro Sermonti, da Rocco Ciarmoli a Giselda Volodi. È la storia di Cristian, un perditempo cronico, che s’infila in un grosso guaio in cui sono coinvolti i boss del quartiere. Unica via di scampo recuperare la pipì di un giaguaro nelle sperdute campagne pugliesi, e per fare ciò convincerà l’amico Palletta ad aiutarlo.

Con “Ciao Brother” invece la nota coppia comica di Zelig, Pablo e Pedro, tenta la fortuna sul grande schermo, diretta in questa nuova avventura da Nicola Barnaba. È la storia di Angelo, costretto a fuggire a Los Angeles dopo la sua ultima truffa, una vendita di quadri falsi, dove, tra equivoci e situazioni al limite della follia, darà una svolta alla sua vita fingendosi il fratello perduto del giovane ereditiero George.

Tra i film al cinema dal 9 Giugno anche “Un americano a Parigi”, un capolavoro che ritrova il suo splendore grazie ad un eccezionale restauro

Il musical di Vincente Minnelli, uno dei migliori film di sempre, vincitore di ben sei premi Oscar, torna nelle sale cinematografiche: Gene Kelly e Leslie Caron ci faranno sognare, tra danze e amore, in “Un americano a Parigi”.
L’americano Jerry Mulligan, finita la guerra, rimane a Parigi per dipingere, in un piccolo localino in cui a fatica riesce a muoversi. Si intrattiene con una donna ricca e attempata, che gli compra un quadro, ma il destino ha in serbo per lui ben altro: incontrerà infatti una deliziosa commessa che gli farà perdere la testa, e alla fine l’amore non potrà che trionfare.

Ultime new entry della settimana: “The Neon Demon” e “Friend Request – La morte ha il tuo profilo”

Direttamente da Cannes arriva “The Neon Demon”, la prima pellicola horror di Nicolas Winding Refn, già noto e apprezzato per “Drive” e “Solo Dio perdona”. Elle Fanning è Jesse, una giovane aspirante modella, trasferitasi a Los Angeles in cerca di opportunità, dove diventerà vittima di donne dissolute e ossessive.

Chiude la carrellata “Friend Request – La morte ha il tuo profilo”, del tedesco Simon Verhoeven, presentata il 22 aprile al Comicon di Napoli, che vuole far riflettere sull’uso smodato dei social network: Laura (Alycia Debnam-Carey) è una studentessa di successo, con più di 800 contatti su Facebook, che vede improvvisamente morire tutti i suoi amici da quando una ragazza di nome Marina le invia una richiesta d’amicizia.

Buona visione a tutti!

Maria Grazia Bosu

09/06/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *