Fabio Volo

Fabio Volo è conosciuto come scrittore, conduttore e speaker radiofonico ma nella sua carriera ha anche abbracciato il mondo del cinema, rivelandosi un attore e sceneggiatore di talento, divertente e all'altezza di ottimi registi.

Fabio Volo, attore in 'bianco e nero'

(Calcinate, 23 giugno 1972)

 Fabio Volo biografia

Pseudonimo di Fabio Bonetti, Fabio Volo nasce nel bergamasco, precisamente a Calcinate, il 23 giugno del 1972, ed è uno dei personaggi più versatili del panorama italiano. L’esordio nella settima arte avviene nel 2002 con “Casomai” di Alessandro d’Alatri, dopo un passato artistico fatto di diverse esperienze in radio e un libro in attivo. Soddisfatto della sua prova lo stesso regista lo rivuole con sé nel 2005 per “La Febbre”, storia di un trentenne al bivio che deve decidere se seguire le proprie aspirazioni o rassegnarsi a una vita da anonimo impiegato al comune.

A questo successo seguono nel 2007 “Manuale d'amore 2 - Capitoli successivi” di Giovanni Veronesi e “Uno su due” di Eugenio Cappuccio, con cui collabora anche alla sceneggiatura.
Intanto fin dal 2000 Fabio Volo è scrittore apprezzato con romanzi come: “Esco a fare due passi” del 2000; “È una vita che ti aspetto” del 2003; “Un posto nel mondo” del 2006 e “Il giorno in più” del 2007.

Fabio Volo: attore e doppiatore

Torna al cinema nel 2008 con “Bianco e nero” di Cristina Comencini, questa volta nei panni del marito insoddisfatto di Ambra Angiolini, mentre la sua voce diventa quella del simpatico Po, il panda protagonista del film d'animazione della DreamWorks, "Kung Fu Panda".
Il 2010 lo vede protagonista di due pellicole: “Matrimoni e altri disastri” di Nina di Majo e “Figli delle stelle” di Lucio Pellegrini. Nel primo è ancora il tema dell’amore e dell’unione coniugale ad essere al centro della storia, mentre il secondo è una commedia corale, in cui un gruppo di persone scontente organizza il rapimento di un ministro.

Nel frattempo la sua attività di scrittore prosegue con “Il tempo che vorrei” del 2009 e “Le prime luci del mattino” del 2011. Sempre nel 2011 recita nel film di Massimo Venier “Il giorno in più”, in cui si innamora della bella Isabella Ragonese e per il quale collabora anche alla sceneggiatura. Nel marzo 2012 conduce il programma “Volo in diretta”, che va in onda in seconda serata su Rai3.
L'anno seguente è di nuovo sul grande schermo protagonista della commedia "Studio Illegale", dove interpreta un cinico avvocato.

Massimo Racca

Fabio Volo Filmografia - Cinema

Fabio Volo bianco e nero

  • Casomai, regia di Alessandro D'Alatri (2002)
  • Playgirl, regia di Fabio Tagliavia (2002)
  • La febbre, regia di Alessandro D'Alatri (2005)
  • Manuale d'amore 2 - Capitoli successivi, regia di Giovanni Veronesi (2007)
  • Uno su due, regia di Eugenio Cappuccio (2007)
  • Bianco e nero, regia di Cristina Comencini (2008)
  • Matrimoni e altri disastri, regia di Nina Di Majo (2010)
  • Figli delle stelle, regia di Lucio Pellegrini (2010)
  • Niente paura, regia di Piergiorgio Gay (2010)
  • Il giorno in più, regia di Massimo Venier (2011)
  • Studio illegale, regia di Umberto Carteni (2013)
  • Un paese quasi perfetto, regia di Massimo Gaudioso (2016)

Fabio Volo Filmografia - Sceneggiatore

  • Uno su due, regia di Eugenio Cappuccio (2007)
  • Il giorno in più, regia di Massimo Venier (2011)

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *