Emily Blunt parla dei suoi lavori

Emily Blunt parla dei suoi lavori

In un intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, Emily Blunt ha parlato di “Wild Mountain Thyme” e della sceneggiatura del sequel di “Edge of Tomorrow” definendola “Davvero promettente”. L’attrice ha anche fatto riflessioni su “Sicario” e ha parlato del marito John Krasinski regista di “A Quiet Place 2” e della serie web “Some Good News”.

Emily Blunt immersa in un mondo rurale

Emily Blunt

Dopo “Il ritorno di Mary Poppins“, “Jungle Cruise” e due film “A Quiet Place“, Emily Blunt è stata ingaggiata per “Wild Mountain Thyme” di John Patrick Shanley. Ambientato nell’Irlanda rurale, il film ha per protagonista la Blunt nei panni di una contadina di nome Rosemary Muldoon. La donna cerca di risolvere una disputa sulla terra che coinvolge il suo vicino Anthony Reilly (Jamie Dornan), per il quale ha avuto un debole fin dall’infanzia. Per la Blunt, il ruolo non poteva arrivare in un momento migliore, inoltre la star è stata catturata dalla sceneggiatura di Shanley, davvero unica, che parla di “bizzarri e solitari agricoltori”.

“Wild Mountain Thyme” sarebbe dovuto essere il terzo film dell’anno di Emily Blunt, ma il COVID-19 ha fatto deragliare il rilascio di “A Quiet Place II” all’ultimo minuto, così come di “Jungle Cruise”.

Dopo che “Quiet Place II” è stato rimandato, l’attrice ha visto suo marito, Krasinski, impegnato con il programma di notizie su YouTube, “Some Good News”.

“Voleva fare [Some Good News] da molti anni, ma in un grande formato, non lui da solo nel suo ufficio…”, rivela la Blunt. “Ma alla fine, penso che [lo show] abbia umanizzato lui e quello che stavamo attraversando”.

Emily Blunt ha anche fatto una dichiarazione sul tanto atteso sequel di “Edge of Tomorrow” del 2014, dichiarando: “Sì, [la sceneggiatura] è davvero promettente e davvero, davvero fantastica”.

Ecco un sunto dell’intervista:

Blunt film
A Quiet Place 2

Tua sorella (Felicity Blunt) e la moglie di Jamie Dornan (Amelia Dornan) sono amiche. Quella connessione è servita come punto di partenza per te e Jamie nel tentativo di costruire un rapporto (in “Wild Mountain Thyme”)?

Sono ottimi amici, sì. Mia sorella ha organizzato una cena con me, Jamie, Millie [Amelia Dornan] e lei, prima che iniziassimo (le riprese). Avevo incontrato Jamie un paio di volte prima, ma è sempre un punto di contesa tra me e Jamie il fatto che non ricordo di averlo incontrato. […] Sapevo solo che mi sarei divertito molto con lui. È incredibilmente divertente ed è un tale talento.

Dopo “Into The Woods” e “Il ritorno di Mary Poppins”, devo immaginare che ora ti trovi a tuo agio a cantare nei film; tuttavia, cantare con un accento irlandese ha creato un’ansia completamente nuova?

Non proprio perché a quel punto ero così abituata a fare l’accento che non ci pensavo più di tanto. Cantare per Christopher Walken probabilmente mi ha fatto battere le ginocchia perché è stata una giornata così commovente per me. Era una tale icona per me e avrei dovuto cantare questa canzone per lui. Sono io [nei panni di Rosemary] che canto una canzone per ricordare a lui [nei panni di Tony] dell’amore, e il suo personaggio si sarebbe dovuto commuovere ascoltandomi. Quindi mentre fissavo quegli iconici occhi blu che hanno iniziato a piangere, è stato così commovente. Io sono una di quelle persone che non appena vede qualcuno piangere, piange di conseguenza. È così bello e fragile nel film”.

I film rimandati a causa della pandemia e i ruoli del passato

La Blunt ha anche affermato di essere molto dispiaciuto per l’uscita rimandata di “A Quiet Place II”, proprio mentre, insieme a John Krasinski e Cillian Murphy, era impegnata nella promozione del film. Stessa cosa per “Jungle Cruise” con Dwayne Johnson, che doveva essere distribuito nei cinema statunitensi dal 24 luglio 2020 e in quelli italiani dal 12 agosto.

L’attrice ha poi raccontato il suo ruolo in “Sicario” di Denis Villeneuve con Benicio Del Toro, definendo Kate Macer, il personaggio da lei interpretato, gli occhi e le orecchie dello spettatore.

In merito a Rita Vrataski di “Edge of Tomorrow”, l’attrice ha affermato che Doug Liman ha completato la sceneggiatura alla fine dell’anno scorso ed è davvero promettente.

09/12/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *