Children of the Sea (2019)

  • Regia: Ayumu Watanabe
  • Cast: Mana Ashida, Hiiro Ishibashi, Yu Aoi, Min Tanaka
  • Genere: Animazione, Avventura, Fantasy, colore
  • Durata: 110 minuti
  • Produzione: Giappone, 2019
  • Distribuzione: Nexo Digital
  • Data di uscita: 2 dicembre 2019

Children of the Sea locandina

Tratto dal manga omonimo di Daisuke Igarashi, "Children of the Sea" è un film d'animazione giapponese diretto da Ayumu Watanabe, noto anche come Kakeru Watanabe, regista di film come "Doraemon - The movie: Il dinosauro di Nobita" del 2006.

Children of the Sea: la trama

Protagonista della storia è la liceale Ruka Azumi, una ragazza giovane e ribelle: ritrovatasi esclusa dall'attività di pallamano per l'intero periodo delle vacanze scolastiche e fortemente annoiata, Ruka decide di distrarsi trascorrendo una giornata a Tokyo, facendo visita al padre, impiegato presso l'acquario. Sarà proprio qui che la giovane protagonista incontrerà una misteriosa coppia di fratelli, Umi e Sora, con cui Ruka scoprirà di condividere un misterioso legame, una sorta di connessione soprannaturale con il mondo marino e l'oceano. I tre ragazzi si troveranno coinvolti in una straordinaria avventura, mentre nel mondo si stanno verificando strani fenomeni legati all'universo acquatico, come l'apparizione di creature lontane dal loro habitat naturale e la scomparsa delle creature acquatiche dagli acquari in giro per il mondo.

Children of the Sea: dal manga allo schermo

La storia della giovane Ruka nel manga "Children of the Sea"  viene pubblicata per la prima volta in Giappone tra il 2007 e il 2011 sulle pagine della rivista Ikki. Nel 2019 la storia dei ragazzi con lo speciale legame con il mondo marino diventa un film tra le mani di Ayumu Watanabe, che riveste il ruolo sia di direttore dell'animazione che di character designer.

Le musiche vengono curate da Joe Hisaishi, storico collaboratore della Studio Ghibli, famoso per le collaborazioni con Hayao Miyazaki in molte delle sue produzioni, come "La città incantata" del 2001 e "Ponyo sulla scogliera" del 2008.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *