Chesil Beach – Il segreto di una notte (2017)

Chesil Beach - Il segreto di una notte: una storia d'amore classica dal gusto amaro

Chesil Beach - Il segreto di una notte"Chesil Beach - Il segreto di una notte" non è niente di più di un racconto di una storia d'amore. Il film si apre con una panoramica dalla quale si scorge il mare e una spiaggia in cui due giovani camminano e passeggiano. Superato questo quadro, apparentemente idilliaco, si passa a una stanza di hotel in cui si trovano due sposi, i protagonisti Florence (Saoirse Ronan) e Edward (Billy Howle). Entrambi sono vistosamente e comprensibilmente emozionati e agitati per il passo appena compiuto.

"Chesil Beach - Il segreto di una notte" nei primi minuti fa piombare lo spettatore in una sorta di scatola ben infiocchetta, ma allo stesso tempo fin troppo sigillata e ci vuole un po' per entrare nel cuore della vicenda.

Si comincia a capire qualcosa in più solo quando partono le digressioni e i déjà-vu. Questo elemento stilistico - di cui il regista Dominic Cooke abusa ampiamente - è alla base del filo narrativo di "Chesil Beach - Il segreto di una notte". Una costruzione temporale piuttosto arzigogolata, che rende la pellicola di difficile comprensione almeno per i primi 30 minuti e che rischia di annoiare lo spettatore medio.

La storia d'amore è resa invece con molto realismo, attraverso dettagli - piccole circostanze come gaffe ed estrosi momenti di ilarità - descritti con una forte nota introspettiva. Ottime le interpretazioni dei due protagonisti (non è un caso che Saiorse Ronan sia andata vicina ben tre volte a vincere un Oscar con "L'espirazione" "Brooklyn" e "Lady Bird") anche se il personaggio più forte risulta essere la madre di Edward - affetta da disturbi mentali - sia per la caratterizzazione che per la bravura dell'attrice britannica Anne-Marie Duff.

Chesil Beach - Il segreto di una notte: la sessualità come elemento centrale della storia

Chesil Beach - Il segreto di una notte recensione"Chesil Beach - Il segreto di una notte" è una pellicola che finalmente pone il sesso come parte centrale a corredo del sentimento; emergono a tal proposito tutta l'innocenza e l'inesperienza della coppia, gli spietati tabù del tempo e l'ignoranza di Edward e Florence, innamoratissimi, ma totalmente inesperti.

"Chesil Beach - Il segreto di una notte" è un film difficile da seguire - a tratti romantico, a tratti fortemente melanconico - al quale è complicato rapportarsi, ma, del quale non si può non apprezzate il tentativo, non totalmente riuscito, di proporre un classico in una versione più introspettiva e meno scontata.

Chiara Broglietti

 

  • Titolo originale: On Chesil Beach
  • Regia: Dominic Cooke
  • Cast: Saoirse Ronan, Emily Watson, Billy Howle, Anne-Marie Duff, Samuel Wesr, Bebe Cave, Adrian Scarborough, Jonjo O’Neill, Christopher Bowen
  • Genere: drammatico, colore
  • Durata: 105 minuti
  • Produzione: Gran Bretagna, 2017
  • Distribuzione: Cinema Distribuzione
  • Data di uscita: 15 novembre 2018

chesil beach loc ita"Chesil Beach - Il segreto di una notte" segue una storia d’amore tratta dai romanzi di Ian McEwan in cui due giovani sposi innamorati convivono con la paura di sfiorarsi, condizionati dallo spirito puritano di un’Inghilterra alle porte della rivoluzione sessuale.

Chesil Beach - Il segreto di una notte: l’amore nella gabbia dei pregiudizi sociali

Florence, una giovane violinista, e Edwar, un giovane studente di storia, si innamorano a prima vista nella rigida Inghilterra dei primi anni ’60. I due vivono una relazione felice e serena, tanto che decidono presto di sposarsi, ma la dolce favola rosa finirà durante la luna di miele nella celebre spiaggia di ciottoli di Chesil Beach.

I due ragazzi, entrambi vergini, la prima notte di nozze si ritrovano impreparati all’occasione e cadono nel terrore di deludersi e di compiere un atto considerato tabù. I due protagonisti si ritroveranno così intrappolati nella rete delle pressioni sociali, che le porterà a intraprendere due destini molto diversi tra loro.

Chesil Beach - Il segreto di una notte: gli anni ’60, il decennio che plasmò il futuro

Per Florence ed Edward l’amore viene messo in crisi durante quella che per noi rappresenta invece l’apoteosi del matrimonio, la luna di miele. Il mondo in cui prendono piede le vicende del film di Dominc Cooke è però molto diverso dal nostro. Il cambiamento è alle porte, gli anni Sessanta stanno per sconvolgere quella società arcaica in cui i due protagonisti si ritrovano inspiegabilmente intrappolati.

La penna di Ian McEwan non racconta così un amore impossibile tempestato di ostacoli, ma un amore che gli stessi ragazzi soffocano con le loro menti, in quanto vittime di convinzioni sociali opprimenti alle quali nei tempi passati era difficile trovare il coraggio di ribellarsi.


Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *