Box office USA: “Tom & Jerry” rianima il botteghino nell’era pandemica

Box office USA: “Tom & Jerry” rianima il botteghino nell’era pandemica

(Box office USA: incassi 26 – 28 marzo 2021) “Tom & Jerry” riaccende il box office USA con la seconda apertura più alta dall’era della pandemia. Scende in seconda posizione “I Croods 2 – Una nuova era” seguito da “Fino all’ultimo indizio”. L’ottimo esordio di “Tom & Jerry” e il successo costante de “I Croods 2” dimostrano ancora una volta che i film a misura di bambino sono chiaramente la più grande attrazione cinematografica, soprattutto durante questa crisi sanitaria mondiale. Con i giovani fan del cinema che soffrono la chiusura in casa, i titoli animati rappresentano un buon pretesto per uscire e una sorta di garanzia per gli introiti.

Box office USA: vincono il gatto e il topo più famosi di sempre

I Croods 2
I Croods 2 – Una nuova era

La Warner Bros. con gli amati Tom e Jerry, rianima finalmente il Box office USA e l’iconica coppia litigiosa nel suo week end di debutto raccoglie ben 13.710.000 dollari. Il film ha registrato il miglior debutto nell’era della pandemia, battuto solo dall’altro lavoro della Warner Bros., “Wonder Woman 1984” che aveva incassato 16.7 milioni nel week end di Natale 2020.

Tom & Jerry” presente in 2.475 sale ha collezionato un’impressionante media di 5.539 dollari per schermo. All’estero ha riscosso un altrettanto meritato successo, aggiungendo 25.1 milioni al suo bottino, per arrivare alla cifra mondiale di 38.8 milioni. Questo risultato è ancor più impressionante se si considera che in America il film è stato lanciato contemporaneamente anche sul servizio di streaming HBO Max.

Un’altra buona notizia per le sale americane è quella diffusa dal governatore di New York City Andrew Cuomo che ha annunciato che i cinema potranno ripartire con la loro programmazione, seppur limitata, a partire dal prossimo 5 marzo.

Perde il primato e scende di un gradino “I Croods 2 – Una nuova era” che ha incassato, nella sua quattordicesima settimana, 1.210.000 dollari. Il film della DreamWorks ha ottenuto un sorprendente successo rimanendo in cima o vicino alla vetta per ben tre mesi e mezzo. Presente in 1.912 schermi, la pellicola ha ottenuto una media per copia di 633 dollari e un bottino totale nazionale di 52.390.000 dollari.
All’estero ha accumulato altri 103.7 milioni di dollari portando il suo totale mondiale a 156.1 milioni di dollari.

Sul terzo gradino del podio troviamo un altro prodotto targato Warner Bros.: “Fino all’ultimo indizio”, nella sua quinta settimana di presenza nelle sale, ha ottenuto 925.000 dollari e una media di 499 dollari nelle 1.853 sale. Il thriller poliziesco con Denzel Washington, Jared Leto e Rami Malek ha raggiunto la cifra totale nazionale di 12.900.000 dollari, mentre all’estero ha rastrellato 10.3 milioni, portando il suo botteghino mondiale a 23.2 milioni.

Quarto e quinto posto invariati

Wonder Woman 1984
Wonder Woman 1984

Rimane sempre stabile al quarto postoWonder Woman 1984”, che ha incassato 710.000 dollari nel suo decimo fine settimana. Il sequel con la supereroina interpretata da Gal Gadot è arrivato al totale interno di 43.600.000 milioni, con una media di 463 euro per schermo in 1.534 sale. Il titolo della DC Comics è andato molto meglio all’estero, dove finora ha incassato 117.4 milioni di dollari, portando il suo botteghino globale cumulativo a 161 milioni di dollari.

A completare la top five troviamo “The Marksman”, anch’esso stabile in quinta posizione come nella precedente classifica. Il film con Liam Neeson ha aggiunto altri 700.000 dollari ai suoi introiti nazionali per arrivare, nella sua settima settimana di permanenza nelle sale, al totale di 12.345.000 dollari. Con i 3.9 milioni raccolti all’estero, l’action ha raggiunto la cifra totale mondiale di 16.3 milioni.

Le altre posizioni del botteghino americano

Box office USA Judas and the Black Messiah
Judas and the Black Messiah

Ruzzolone per “Judas and the Black Messiah”, con Daniel Kaluuya nei panni di Fred Hampton leader delle Black Panther assassinato. Il film passa dalla terza alla quinta posizione con 500.000 dollari e un totale di 4.100.000 dopo tre settimane dalla data di uscita, lasciando dietro di sé al settimo e all’ottavo posto rispettivamente: “Monster Hunter” di Paul W.S. Anderson con Milla Jovovich, che all’undicesimo week end ha realizzato 460.000 dollari e un totale di 14.004.000 dollari ,e “Land”, indie diretto da Robin Wright che ha aggiunto 355.000 dollari ai suoi guadagni per arrivare alla cifra totale di 2.124.000 dollari dopo tre settimane dalla sua uscita nei cinema.

Le ultime due posizioni della top ten sono occupate da “Notizie dal mondo” con Tom Hanks che perde un posto ed è nono con 200.000 e un totale di 11.960.000 e “Nonno questa volta è guerra!” con Robert De Niro e Uma Thurman che chiude la classifica con 139.000 dollari e un totale di 20.514.000 dollari.

Lorenzo Buellis

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *