Box Office USA: “The Jungle Book” spodesta “The Boss”

Box Office USA: “The Jungle Book” spodesta “The Boss”

(Incassi 15-17 Aprile) Box Office USA: la new entry “The Jungle Book” spodesta “The Boss”, che slitta al terzo posto, preceduto da “Barbershop: The Next Cut”

Box Office USA: sul podio vediamo “The Jungle Book”, “Barbershop: The Next Cut” e “The Boss”

il- libro-della-giunglaPrimo posto per il live action dedicato a The Jungle Book”, che all’esordio incassa ben 103.567.000 dollari. Diretto da Jon Favreau e basato sulla storia senza tempo di Rudyard Kipling, a cui si ispira anche il classico Disney che ha fatto conoscere Mowgli a tutto il mondo, “Il libro della giungla” racconta con toni epici e avventurosi del piccolo Mowgli, un bambino che è stato cresciuto da una famiglia di lupi e che considera la giungla come la sua casa. Ma Mowgli non è più il benvenuto nel mondo che l’ha cresciuto: la temibile e spietata tigre Shere Khan, che teme che un giorno crescendo Mowgli diventerà spietato come tutti gli uomini, promette di eliminare il ‘cucciolo d’uomo’ e con lui ogni possibile minaccia. Dovendo abbandonare in fretta l’unica casa che conosce, Mowgli intraprende un viaggio verso la salvezza, guidato dalla pantera nera Bagheera, il suo mentore, e dall’orso Baloo, uno spirito libero. Durante il loro viaggio Mowgli e gli abitanti della giungla incontreranno degli animali che non sono ben disposti a lasciare vivere il piccolo essere umano, tra cui il serpente Kaa, un pitone la cui voce seducente ipnotizza il piccolo Mowgli; o ancora il primate Re Louie, il quale prova ad estorcere a Mowgli il segreto del temibile ‘fiore rosso’, ossia il fuoco.

Secondo posto in classifica per “Barbershop: The Next Cut”: La pellicola è il quarto film dedicato al franchising di “Barbiershop” e vede nel suo cast Ice Cube, Cedric the Entertainer, Regina Hall e Anthony Anderson. Con un incasso all’esordio di 20.210,.000 dollari, il film vede come protagonista Calvin, Eddie e il resto del gruppo, i quali devono lavorare insieme per salvare l’amato negozio e i loro vicini da una gang rivale che si riversa nelle strade.

Terzo classificato, con 10.170.000 dollari su 40.351.910 è “The Boss”, la nuova commedia firmata Universal Pictures con protagoniste Kristen Bell e Melissa McCarthy nel ruolo di un titano dell’industria alla ricerca di un riscatto sociale. La pellicola, che all’esordio ha incassato 23.480.000dollari, segue le vicende di Michelle Darnell, una magnate dell’industria che viene mandata in prigione in seguito a delle indagini che la vedono vista coinvolta nell’insider trading, ovvero la compravendita di titoli come valori mobiliari, azioni, obbligazioni, di una determinata società da parte di soggetti che sono venuti in possesso di informazioni riservate non di pubblico dominio.
In seguto al suo rilascio la donna protagonista, interpretata da un’esplosiva Melissa McCarthy, è convinta che il mondo lussuoso che si era lasciata alle spalle sia pronto ad accoglierla nuovamente a braccia aperte: ma non tutti sono disposti a perdonarla così in fretta.

Box Office USA: quarto, quinto e sesto posto rispettivamente per “Batman v Superman: Dawn of Justice”, “Zootopia” e l’esordiente “Criminal”

311.311.730 dollari in totale, con un parziale di 9,010,000, “Batman v Superman: Dawn of Justice” conquista il quarto posto dopo quattro settimane in listino. Il film di Zack Snyder – che vede nel cast Henry Cavill, Ben Afflecke Gal Gadot nei ruoli di Batman, Superman e Wonder Woman – ha come centro nevralgico lo scontro tra il protettore di Gotham City e l’Uomo d’Acciaio proveniente da Kripton. Temendo le azioni di un supereroe dai poteri pressoché divini lasciato senza controllo, Batman, il potente e formidabile vigilante di Gotham, affronta il venerato salvatore di Metropolis, mentre il mondo cerca di capire di quale tipo di eroe abbia davvero bisogno.

Quinto posto per “Zootopia”. Il film, nuovo lungometraggio della Disney, vede come protagonisti degli animali antropomorfi, dal più piccolo e al più grande; ognuno di loro ha un proprio carattere e dei sogni che vuole a tutti i costi realizzare. Tra di loro vi è la coniglietta Judy Hopps, che per essere un animale tanto piccolo ha dei sogni davvero enormi. Determinata a mettersi alla prova, per provare a se stessa e agli altri che la stazza non è sinonimo di intelligenza, Judy si allea con una scaltra volpe, Nick Wilde per risolvere un caso di estrema importanza in tempi brevi. Durante la loro missione, Judy e Nick si ritroveranno davanti a numerose prove e ad altrettanto numerose personalità fuori dal comune, che in un modo o in un altro saranno parte della loro indagine. Il film passa dal terzo al quinto posto in classifica con un incasso di 9.010.000 dollari su un totale di 307.478.756 guadagnati in sette settimane di programmazione.

Sesto classificato il nuovissimo “Criminal”, che porta a casa all’esordio 5.850.000 dollari. Il thriller “Criminal” narra la storia di un uomo giusto nel corpo sbagliato, quello di un ex detenuto al quale vengono impiantati i ricordi, segreti e le competenze di un agente della CIA defunto con lo scopo di portare a termine una diabolica missione. Il film è diretto da Ariel Vromen, regista di “Danika” e “The Iceman”, e scritto da Douglas Cook e David Weisberg, mentre il cast stellare comprende nomi come Kevin Costner, Gary Oldman and Tommy Lee Jones.

Box Office USA: agli ultimi posti troviamo “My Big Fat Greek Wedding 2”, “Miracles From Heaven”, “God’s Not Dead 2” e “Eye in the Sky”

“My Big Fat Greek Wedding 2” si posiziona settimo ed incassa 3.260.000 dollari su un totale di 52.095.490 guadagnati in 4 settimane. Convolati a nozze ormai da molto tempo, i coniugi Portokalos-Miller hanno trovato nella figlia avuta insieme il centro nevralgico dei loro pensieri: come molte famiglie americane d’altronde, hanno resto la propria prole centro del loro universo. Ma cosa succede quando questo centro scompare? La giovane greco-americana è pronta a partire per il college, lasciando i suoi genitori senza nessuno da accudire e, soprattutto, circondati dall’onnipresente famiglia greca, in completo subbuglio in vista di un nuovo matrimonio in casa Portokalos.

Ottava posizione per “Miracles From Heaven”, 1.900.000 dollari su un totale di 56.930.812 questa settimana per il film ambientato a Burleson, Texas, nel 2011. La pellicola si concentra sulla giovane bambina (10 anni) di nome Anna (Kylie Rogers), figlia di Christy Beam (Jennifer Garner). Anna soffre di un disturbo particolare e non è in grado di nutrirsi autonomamente: ad aiutarla vi sono degli appositi apparecchi medici. Un giorno, dopo essere stata vicino alla morte per essere caduta in una cavità in un albero, la piccola Anna viene visitata: nessun segno di malattia cronaca viene trovata nelle sue analisi. Cosa è successo?

Nono posto invece per “God’s Not Dead 2”: 1.712.236 dollari su 16.956.407. La pellicola ha come protagonista una professoressa liceale che, interrogata riguardo le sue idee sulla religione, dà agli studenti una risposta che potrebbe cambiare la situazione per sempre.

Ultimo posto per “Eye in the Sky”. Il film ha come protagonista la stella Helen Mirren nel ruolo del Colonnello Katherine Powell, ufficiale militare britannica al comando di una missione top-secret che coinvolge l’uso di droni militari per catturare un gruppo di pericolosi terroristi in Kenya. Decisi a stroncare la minaccia, il convoglio guidato dal Colonnello Powell effettua un cambio di rotta sulla missione assegnatagli: non più catturare i terroristi, ma neutralizzarli per sempre; per fare ciò, utilizzeranno dei droni militari al fine di ottimizzare lo scontro. Nel momento in cui però il pilota americano Steve Watts (Aaaron Paul) è in procinto di scagliare un attacco contro la minaccia terroristica, una giovane ragazza entra nel raggio d’azione del drone, innescando così una controversia internazionale. La pellicola incassa 1.561.998 dollari questa settimana, raggiungendo così 13.121.983 dollari totali.

Marzia Meddi
17/04/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *