Box Office Usa: Suicide Squad è ancora al primo posto, flop per Ben Hur

Box Office Usa: Suicide Squad è ancora al primo posto, flop per Ben Hur

Box Office Usa (19-21 agosto): come la scorsa settimana, il primo film in classifica è “Suicide Squad” e il secondo “Sausage Party”. Il resto della top five è composto dalle nuove uscite del week-end, tra cui il remake di “Ben Hur”, che esordisce in quinta posizione, diventando l’ultimo flop della stagione tra i film a grosso budget.

Box Office Usa: prime due posizioni invariate “Suicide Squad” e “Sausage Party”; al terzo posto esordio di “War Dogs”

Box Office Usa

Le prime due posizioni del Box Office di questo week-end riconfermano quelle della settimana precedente: medaglia d’oro per “Suicide Squad” e d’argento per “Sausage Party”.

Il cine-comic DC- Warner Bros. Suicide Squad incassa altri 20.7 milioni di dollari e ottiene in patria $262.28 milioni totali(divenendo il quinto adattamento DC Comics per incasso). Globalmente il film ha guadagnato altri 38 milioni nel week-end, facendo arrivare la squadra di cattivi guidata da Amanda Waller a ben 572.68 milioni totali (l’ottavo miglior risultato del 2016).

Al secondo posto il film d’animazione vietato ai minori Sausage Party, che ha incassato altri 15.3 milioni di dollari al suo secondo week-end di programmazione (arrivando a totalizzarne 65.3). All’incasso statunitense vanno aggiunti altri $2.1 milioni ottenuti negli altri 13 Paesi in cui è uscita la pellicola, per un totale di 71.3 milioni, cifra ben al di sopra del budget di produzione di 19 milioni.

Il primo nuovo ingresso della settimana è la pellicola della Warner Bros. Trafficanti (War Dogs), che totalizza 14.3 milioni. Il risultato non è all’altezza delle aspettative della casa di produzione e, tuttavia, si potrà sperare in risultati migliori nei mercati internazionali. Il film farà il suo ingresso nelle sale italiane il 15 settembre.

Box Office Usa: nelle posizioni centrali debuttano “Kubo e la spada magica” e “Ben Hur”

Al quarto posto debutta Kubo e la spada magica (“Kubo and the Two Strings”) con 12.6 milioni. Lo studio Laika, noto per i suoi film d’animazione in stop-motion (“La sposa cadavere”, “Coraline e la porta magica”) apre in ribasso rispetto alle ultime due pellicole realizzate, ma potrà contare sugli incassi nei mercati stranieri nei prossimi mesi.

La grande delusione al botteghino della stagione è il remake di Ben Hur, firmato dai due colossi Paramount e MGM. Il film ha aperto con soli 11.35 milioni ed è stato inoltre massacrato dalla critica. Fuori dagli Usa il colossal ha guadagnato 10.7 milioni, ma le due case devono sperare in un incasso di ben altra portata per arrivare a coprire il costo di produzione di oltre 100 milioni (in Italia il film uscirà il 29 settembre).

In sesta posizione Il Drago Invisibile, che ottiene altri 11.3 milioni di dollari, a soli 19000 dollari di distacco da Ben Hur. Il remake della Disney totalizza 42.8 milioni negli Usa e 57 nel mondo.

Box Office Usa: scalano alle ultime posizioni i successi delle scorse settimane

Al settimo posto in classifica Bad Moms, commedia con Mila Kunis che ottiene altri 8 milioni. Il film, alla sua quarta settimana consecutiva nelle sale, si rivela un successo, con 85 milioni guadagnati nei soli Stati Uniti, a fronte di un budget di produzione di 20 milioni.

Guadagna l’ottavo posto Jason Bourne, quinto film della saga sull’ex sicario della CIA, che incassa altri 7.9 milioni. Anche Bourne tiene bene dopo la sua quarta settimana di programmazione, con un ottimo risultato all’estero (140 milioni negli Usa, 278 nel mondo, con un budget di produzione di 140 milioni).

Ancora nella top ten dopo ben 7 settimane, Pets – Vita da Animali si aggiudica il nono posto con altri 5.7 milioni e ottiene lo straordinario successo di 674.5 milioni di incasso nel mondo, nonostante debba ancora uscire in molti Paesi (tra cui l’Italia, che vedrà gli animali parlanti solo a partire dal 6 ottobre).

All’ultimo posto della top-ten la new entry della scorsa settimana Florence Foster Jenkins, biopic interpretata dal premio Oscar Meryl Streep. Il film ottiene altri 4.3 milioni di dollari (oltre 14 milioni complessivi).

Esce dalla classifica dei primi 10 incassi statunitensi (passando dal settimo all’11imo posto) il film di fantascienza Star Trek Beyond.

Merita una menzione speciale la pellicola prodotta da CBS e Lionsgate Hell or High Water, che passa dalla 19esima alla 12ima posizione, dopo aver ricevuto ottime critiche dalle principali testate giornalistiche.

Marta Maiorano

22/08/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *