Box Office USA: “Spectre” padrone del botteghino americano, ma senza record

Box Office USA: “Spectre” padrone del botteghino americano, ma senza record

(Incassi 06 – 08 novembre 2015) Box Office USA: “Spectre” primo al botteghino USA di questo weekend, come immaginabile, ma non supera il risultato del precedente capitolo,”Skyfall”; ottimo l’esordio del cartoon della Fox “The Peanuts Movie” (“Snoopy & Friends-Il film dei Peanuts” nel titolo italiano), in seconda posizione; “The Martian” continua ad ‘aggirarsi’ nelle prime posizioni, piazzandosi al terzo posto.

Box Office Usa: prevedibile primo posto per il nuovo 007: “Spectre” domina la classifica americana, seguito dall’altro esordiente “The Peanuts Movie” e dall’incrollabile “The Martian”, terzo classificato

spectre-007

Sam Mendes ci voleva provare, ma l’impresa non è riuscita: “Spectre”, il nuovo capitolo della saga dedicata all’agente 007, James Bond, non supera gli 88.364.714 dollari incassati in 72 ore da “Skyfall” esattamente tre anni fa; del resto nessun film del franchise aveva mai incassato così tanto, entrando di diritto nel ‘libro dei record’.

Possono quindi ritenersi ugualmente soddisfatti i ‘Mendes & friends’: “Spectre” al suo esordio in America colleziona 73.000.000 di dollari in tre giorni (anteprime del giovedì notte comprese), è la seconda miglior partenza di Bond negli States, oltre al fatto che a livello internazionale gli incassi si aggirano intorno ai 223 milioni e in Inghilterra James Bond è andato meglio di Harry Potter.

Ottimo anche il posizionamento del nuovo cartoon della Fox, “The Peanuts Movie”: “Snoopy & Friends – Il film dei Peanuts” (questo il titolo con il quale è uscito in Italia) che, con 45.000.000 dollari, si classifica secondo al Box Office USA.

Incrollabile e infaticabile anche dopo sei settimane di programmazione, il ‘marziano’ Matt Damon, alla ricerca di una via di fuga da Marte nel lavoro di Ridley Scott: il suo “The Martian” resta ancora nelle posizioni più alte, e con 9.300.000 dollari su 197.067.346 totali, si siede sul terzo gradino della classifica.

Tutti in perdita di due posizioni: al quarto, quinto e sesto posto del Box Office USA troviamo “Goosebumps”, “Bridge of Spies” e “Hotel Transylvania 2”

Mantiene la ‘scaletta’ della scorsa settimana il trio composto da “Goosebumps”, “Bridge of Spies” e “Hotel Transylvania 2”, sempre vicini tra loro ma ‘più bassi’ di due posizioni ciascuno: occupano infatti il quarto, quinto e sesto posto del Box Office USA (nella scorsa settimana erano rispettivamente secondo, terzo e quarto). I “Piccoli Brividi” (“Goosebumps”) di Rob Letterman sul quarto gradino della classifica, nei 66.440.954 dollari d’incasso totale in 4 settimane, conteggiano anche i 6.965.000 del weekend appena trascorso; Tom Hanks ‘passeggia’ sul “Ponte delle Spie” (titolo originale “Bridge of Spies”) e si dirige verso il quinto posto del Box Office USA, con altri 6.086.000 dollari sui 54.971.952 d’incasso totale (per vedere il lavoro di Steven Spielberg in Italia dovremo aspettare il 17 dicembre); “Hotel Transylvania 2″, si ritrova questa settimana in sesta posizione con 3.550.000 dollari su 161.293.404 totali, questa la cifra dell’enorme successo del lavoro di Genndy Tartakovsky, prodotto dalla Sony Pictures Animation per la Columbia Pictures.

Box Office USA: “Burnt”, “The Last Witch Hunter”, “The Intern” e “Paranormal Activity: The Ghost Dimension” tra i fanalini di coda in settima, ottava, nona e decima posizione

Non riesce a decollare, nonostante l’avvenenza di Bradley Cooper, il film sulle vicende dello chef stellato dal titolo “Burnt”, che dopo il già deludente esordio della scorsa settimana al quinto posto del Box Office USA, scende di due posizioni, collocandosi in settima con 3.003.000 dollari su 10.211.287 totali.

In difficoltà anche ‘il team’ di Vin Diesel, cacciatore di streghe in “The Last Witch Hunter”, che con 2.650.000 dollari su 23.571.701 totali, passa dalla sesta all’ottava posizione. In un marasma di film ‘in perdita’, si contraddistinguono i timidi passi in avanti fatti da “The Intern”, che dall’undicesima posizione della scorsa settimana sale alla nona del Box Office USA: Robert De Niro, lo stagista inaspettato, si merita altri 1.810.000 dollari già sommati ai 71.407.251 totali.

In chiusura troviamo le attività paranormali raccontate nell’horror di Gregory Plotkin “Paranormal Activity:The Ghost Dimension”, che, sebbene scenda dalla settima alla decima posizione, incassa altri 1.650.000 dollari su 16.281.378 totali.

Giorgio Bartoletti

09/11/2015

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *