Box Office USA: “Space Jam: A New Legacy” batte “Black Widow”

Box Office USA: “Space Jam: A New Legacy” batte “Black Widow”

(Box office USA: incassi 16 – 18 luglio 2021) Al botteghino americano l’esordiente “Space Jam: A New Legacy” spodesta dal trono “Black Widow”, sceso al secondo posto, seguito dall’altro debuttante “Escape Room 2” che ottiene la medaglia di bronzo.

“Space Jam: A New Legacy” capolista del box office USA

Black Widow copertina

Grande vittoria al box office USA per la Warner Bros.. “Space Jam: A New Legacy“, sequel della pellicola del 1996, ha superato di gran lunga le previsioni, secondo le quali avrebbe fruttato 20 milioni di dollari nei primi tre giorni dalla data di uscita, debuttando in prima posizione con 31.650.000 dollari.  Il film è stato proiettato in 3.965 sale del Nord America e, pur essendo disponibile su HBO Max senza costi aggiuntivi per gli abbonati, ha registrato una media per copia di 7.982 dollari.

La Warner Bros. ha dichiarato che “Space Jam: A New Legacy” ha ottenuto il più grande debutto per un film per famiglie durante il COVID, risultando il primo film per famiglie degli ultimi tempi a invogliare gli spettatori con bambini ad andare al cinema. Tra gli acquirenti di biglietti, il 53% era di sesso maschile e il 52% aveva meno di 25 anni.

Lo strepitoso esordio di “Space Jam 2” ha fatto perdere la prima posizione a “Black Widow” della Marvel, sceso al secondo posto con 26.251.000 dollari, raccolti nel suo secondo week end di programmazione. Il film della Disney, con protagonista Scarlett Johansson nei panni del celebre personaggio dei fumetti Marvel Comics, ha registrato un calo importante pari al 67.3%. Finora, “Black Widow” ha realizzato 132.013.000 dollari in Nord America e 264 milioni a livello globale. Sebbene impressionante per gli standard della pandemia, questo è un risultato potenzialmente catastrofico per un lavoro della Marvel con un budget di 200 milioni. È improbabile che i noleggi digitali su Disney Plus, dove “Black Widow” è disponibile per gli abbonati a 30 dollari, compensino eventuali perdite cinematografiche. Ad aggravare le cose, l’adattamento del fumetto non ha ancora una data di uscita in Cina, che è un mercato cinematografico vitale per il Marvel Cinematic Universe.

Molto distante in termini di cifre è il terzo classificato: “Escape Room 2” della Sony ha guadagnato 8.800.000 dollari in 2.815 sale, con una  media di 3.126 dollari. Un risultato assai peggiore di “Escape Room” del 2019, che aveva esordito con 18 milioni, concludendo la sua corsa al botteghino con 57 milioni. Inoltre il sequel è costato 15 milioni contro i 9 milioni del primo film.

“Fast & Furious 9 – The Fast Saga” sotto il podio

F9 Box office USA

Fast & Furious 9 – The Fast Saga” della Universal passa dal secondo al quarto posto con 7.600.000 dollari nel suo quarto fine settimana, portando il suo incasso nazionale complessivo a 154.800.000 dollari.

Un altro titolo Universal per la quinta posizione: “Baby Boss 2” nel suo terzo fine settimana ha guadagnato 4.700.000 con un calo del 46.8%. In totale, il sequel di “Boss Baby” del 2017 ha incassato 44.600.000 dollari. Il film è disponibile anche sul nascente servizio di streaming Peacock.

“The Forever Purge”, il cui  titolo italiano è “La notte del giudizio per sempre”, scende in sesta posizione con 4.100.000 guadagnati nel suo terzo week end, per una cifra complessiva di 35.900.000 dollari, seguito da “A Quiet Place II” che in settima posizione ha realizzato 2.300.000 dollari per un totale di 155.028.000 dollari al suo ottavo week end.

Le ultime posizioni della top ten

Il documentario di Focus Features “Roadrunner: A Film About Anthony Bourdain”, uscito in 925 sale, ha incassato in ottava posizione 1.900.000 dollari, con una media di 2.050 dollari per schermo. Si tratta del miglior inizio dell’anno per un film indipendente.

Chiudono la top ten: “Crudelia”, nono con 1.112.000 dollari e 83.430.000 dollari e il thriller di Neon “Pig“, decimo al suo esordio con 945.000 dollari. Il film ha fatto ricevere a Nicolas Cage, nei panni di un raccoglitore di tartufi il cui amato maiale scompare, una delle migliori recensioni degli ultimi anni da parte della critica americana.

Daniele Romeo

18/07/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *