Box Office USA: “Scream”  in vetta alla classifica

Box Office USA: “Scream” in vetta alla classifica

(Box office USA: incassi 14 gennaio – 16 gennaio 2022) Dopo un mese intero in cima al Box Office e una serie di record al botteghino infranti “Spider-Man: No Way Home” perde il primo posto in classifica. A scalzarlo dal trono, al suo debutto nelle sale, “Scream”, quinto capitolo della saga horror.

Box Office USA: “Scream” scalza “Spider – Man: No Way Homne”

box office usa immagine
 

Cid eravamo lasciati circa dieci anni fa con il deludente “Scream 4”, eppure l’ultimo capitolo della nota saga horror, che vede tornare sul grande schermo Neve Campbell, Courteney Cox e David Arquette, ha sbagliato la concorrenza, portando a casa $ 30.6 milioni durante il suo weekend di debutto. Incassi ai quali dovranno sommarsi quelli del lunedì festivo che, con buona probabilità, porterà il film a totalizzare una cifra prossima ai $ 35 milioni.

Quando il primo “Scream” ha debuttato, nel 1996, è stato un successo a sorpresa, adolescenti e appassionati di horror hanno apprezzato il racconto di Wes Craven.

A venticinque anni e tre sequel dall’esordio, con rendimenti al botteghino decrescenti, nessuno era sicuro di cosa aspettarsi da “Scream” 2022. A quanto pare il franchise ha ancora qualcosa da dire, con un budget di produzione di soli 25 milioni di dollari, il nuovo “Scream” della Paramount, con il suo bottino

di $ 30.6 milioni tra venerdì e domenica, sembra aver pareggiato già i conti. A livello internazionale, il film ha raggiunto la corposa cifra di 310 milioni, portando nelle sale una fascia di pubblico compresa tra i 18 e i 35 anni.

“Spider-Man: No Way Home” e “Sing 2” in seconda e terza posizione

box office usa immagine

Nel Box Office USA “Spider-Man: No Way Home” di Sony, che ha incassato 20,8 milioni di dollari tra venerdì e lunedì, cede il trono per occupare la seconda posizione, scendendo del -36,2% rispetto alla settimana. Con un totale degli incassi di $ 698,7 milioni, si posiziona al quarto posto nell’elenco delle uscite nazionali con il maggior incasso di tutti i tempi. Lo precedono “Avatar” del 2009 (760,5 milioni di dollari), “Avengers: Endgame” del 2019 (858,4 milioni di dollari) e “Star Wars: Episodio VII – Il risveglio della forza” (936,7 milioni di dollari) del 2015.

Al terzo posto “Sing 2” della Universal con 8,3 milioni di dollari tra venerdì e domenica. Il musical animato con le voci di Reese Witherspoon, Matthew McConaughey e Bono ha raccolto fino ad oggi $ 119,4 milioni. “Sing 2” ha aggiunto finora 96,3 milioni di dollari a livello internazionale, portando il totale globale di quattro settimane a 215,7 milioni di dollari. Per fare un confronto, il primo Sing ha terminato la sua corsa con $ 270,4 milioni a livello nazionale nel 2016.

Quarta e quinta posizione

A finire al quarto posto è stato il deludente thriller femminile della Universal “The 355” con un esiguo incasso di $ 2,3 milioni nel weekend. Nel suo secondo fine settimana, l’ensemble di spionaggio interpretato da Jessica Chastain, Lupita Nyong’o, Penelope Cruz, Diane Kruger e Fan Bingbing, ha continuato la sua crisi, scivolando del 49,4% rispetto alla settimana precedente. Il suo totale al botteghino nazionale è di soli $ 8,4 milioni. All’estero, il film ha aggiunto 2,6 milioni di dollari fino ad oggi, portando il suo totale mondiale a 11 milioni di dollari.

Il quinto maggior incasso del fine settimana è “The King’s Man” della 20th Century Studios, che, come “The 355”, ha anche chiuso con $ 2,3 milioni. La storia d’origine dell’elegante franchise d’azione con Ralph Fiennes è scesa del -28,1% rispetto al fine settimana precedente e ha guadagnato in totale al botteghino nazionale 28,7 milioni di dollari. Il film ha incassato maggiormente all’estero, portando il suo bottino globale a $ 92,5 milioni.

Le altre posizioni

box office usa immagine

L’unico nuovo debutto degno di nota del Box Office USA è “Belle”, che si è fermato al sesto posto, con $ 1,6 milioni tra venerdì e lunedì. Il film, che ha ottenuto consensi da pubblico e critica, 

racconta la storia di un’adolescente che entra in un mondo virtuale e diventa una cantante. All’estero ha già incassato 58,3 milioni di dollari. Ad occupare il settimo gradino del podio “American Undergog”, seguito da “West Side Story”, “Licorice Pizza” e “Ghostbusters: Afterlife”.

Maria Grazia Bosu

17/01/2022

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.