Box Office USA: “Hunger Games” ancora primo nella top ten americana

Box Office USA: “Hunger Games” ancora primo nella top ten americana

(Incassi 27 – 29 novembre 2015) Box Office USA: si conferma anche questa settimana in prima posizione al botteghino americano, “The Hunger Games: Mockingjay – Part 2”, seguito dalle new entry “Il viaggio di Arlo” e “Creed”, rispettivamente al secondo e al terzo posto.

Protegge il suo primo posto “The Hunger Games”, il nuovo capitolo della saga che si conferma vincitore del Box Office USA di questo weekend, seguito dai nuovi entrati “The Good Dinosaur – Il viaggio di Arlo” e “Creed”

hunger-games-il-canto-della-rivolta-parte-II

Weekend ricco di incassi per il botteghino americano, quello dal 27 al 29 novembre, durante il quale, in concomitanza con le festività del Ringraziamento, i cinema ne hanno risentito positivamente. Al primo posto della classifica si conferma il nuovo capitolo della saga degli “Hunger Games – Il canto della rivolta, parte 2” diretto da Francis Lawrence che, nonostante il titolo di peggior esordio nelle classifiche di incassi della saga, mantiene il primato nel weekend con un bottino di 51.600.000 dollari su un totale di 198.312.341, seppur sempre calante rispetto alla precedente settimana ma soprattutto rispetto alle due precedenti pellicole della saga.

Seguono due nuove entrate sul podio americano, si tratta di “The Good Dinosaur – Il viaggio di Arlo”, secondo lavoro Pixar dell’anno, che ritroviamo al secondo posto con un totale di 39.192.000 dollari conquistati in tre giorni su un totale di 55.565.000 guadagnati in soli cinque giorni.

Terzo sul podio “Creed”, spin-off della fortunata serie di film su “Rocky”, che debutta con gran successo raggiungendo i 30.120.000 dollari su un totale di 42.600.000: mai nessun Rocky ha incassato così tanto nel debutto al cinema.

A metà classifica del Box Office USA: “Spectre”, “The Peanuts Movie” e “The Night Before” tutti in calo di ben due posizioni rispetto lo scorso weekend

spectre-imax

La quarta posizione in classifica spetta a “Spectre” che in tre giorni ottiene 12.800.000 dollari raggiungendo i 176.056.967 complessivi, registrando un ulteriore calo nonostante la quarta settimana di programmazione.

Segue il cartoon della Fox, “The Peanuts Movie”, che si posiziona al quinto posto, anch’esso in calo e anch’esso giunto alla sua quarta settimana di programmazione, incassando 9.700.000 dollari in tre giorni sui 116.757.472 totali. Sesto è “The Night Before”, la commedia politicamente scorretta di Jonathan Levine che nel weekend guadagna 8.200.000 dollari per un totale di 24.102.536.

Nessuna new entry per il finale di classifica che vede stabile “Spotlight” in ottava posizione, preceduto da “The Secret in their Eyes (2015)” e seguito da “Brooklyn”e l’instancabile “The Martian”

 

secret-in-their-eyesSi aggiudica il settimo posto della classifica americana il remake di “The Secret in their Eyes – Il segreto dei suoi occhi” che nonostante la presenza delle due acclamate attrici Nicole Kidman e Julia Roberts registra un lieve calo rispetto allo scorso weekend, aggiungendo 4.502.000 dollari ai 14.031.039 complessivi.

Si mantiene stabile all’ottava posizione “Spotlight”, film presentato Fuori Concorso alla 72ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e diretto da Tom McCarthy, che cresce con 4.495.290 dollari intascati per un totale di 12.347.179.

Guadagna tre posizioni con un notevole successo, “Brooklyn” che dalla precedente dodicesima posizione si piazza alla nona di questo weekend, sbaragliando gli avversari e guadagnando un grande aumento nei 3.832.000 dollari raggiunti, per un totale di 7.289.949.

Resta indietro invece Matt Damon e il suo ‘sopravvissuto’ “The Martian” che giunge alla ormai nona settimana di programmazione ed indietreggia nella classifica fino a raggiungere questa decima posizione, registrando un minimo calo, di certo passabile rispetto all’incasso totale: 3.300.000 sono i dollari registrati in questo weekend sugli enormi 218.640.849 totali.

Letizia Yacoub
30/11/2015

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *