Box Office Usa: Il diritto di contare vince ancora il week-end

Box Office Usa: Il diritto di contare vince ancora il week-end

Box Office Usa (incassi 13-15 gennaio): Il weekend del Martin Luther King Day vede al primo posto “Il diritto di contare”. Moltissimi i film che hanno visto un aumento della distribuzione e le new entry, tra cui l’horror “The Bye Bye Man”.

Box Office Usa: “Il diritto di contare” al primo posto, seguito da “La La Land” e “Sing”

box office

Il weekend della festività del Martin Luther King Day, che cade il terzo lunedì del mese di gennaio, ha premiato nuovamente il film che racconta la vita della scienziata afro-americana Katherine Johnson e le battaglie compiute assieme alle sue colleghe: Il diritto di contare. Il film aveva vinto di poco sul favorito “Rogue One” la scorsa settimana, con i dati definitivi arrivati solo nella tarda giornata di lunedì. Questo fine settimana “Il diritto di contare” ha incassato ben 20.4 milioni di dollari, per un totale di 54.8 milioni raccolti finora.

Forte della vittoria da record ai Golden Globes (ben sette i globi d’oro ottenuti), La La Land ottiene la seconda posizione nella classifica degli incassi a stelle e strisce, con altri 14.5 milioni guadagnati (74 milioni complessivi) e, ancora una volta, con la migliore media per sala, ormai da molte settimane (8mila dollari per sala).

Stabile in terza posizione il film d’animazione Sing, che fa arrivare nelle casse dell’Illumination Entertainment altri 13.8 milioni, portandolo complessivamente a 233 milioni incassati negli Usa.

Box Office Usa: molte new entry tra le posizioni centrali

La Disney esce dalla top three, piazzandosi al quarto posto con Rogue One: a Star Wars Story, che guadagna altri 13.7 milioni di dollari. Il film raggiunge la cifra stratosferica di 498 milioni complessivi guadagnati nei soli Stati Uniti, diventando il primo incasso del 2016 e il settimo miglior incasso di sempre nella storia del cinema americano. Nella giornata di oggi “Rogue One” supererà la soglia dei 500 milioni, ed è vicino a superare il miliardo nel mondo.

La prima new entry del fine settimana è l’horror The Bye Bye Man, che si posiziona in quinta posizione con 13.3 milioni di dollari, doppiando da subito il budget di produzione di 7 milioni.

Patriots Day, film sull’attentato alla maratona di Boston con Mark Wahlberg, passa dalla trentesima alla sesta posizione grazie ad un aumento della distribuzione di 3113 sale (erano solo sette la scorsa settimana). Ciononostante, il film non riesce a catturare l’attenzione degli spettatori, che gli preferiscono altri titoli, e guadagna appena 12 milioni (solo 13 totali).

Debutta al settimo posto Monster Trucks, film in live action per ragazzi che incassa soltanto 10.5 milioni di dollari, a fronte del budget di produzione impressionante di 120 milioni. Nonostante il film sia diretto dal regista de “L’Era Glaciale” Chris Wedge, il film si dimostra un insuccesso sia per via del cast di attori poco noti che per la forte competizione con la Disney, ormai leader indiscussa del botteghino per il target dei pre-adolescenti. La Paramount registra così un altro fallimento, dopo il colossale flop del remake di Ben Hur nel 2016.

Box Office Usa: esordio di “Sleepless” tra le ultime posizioni

Sleepless – Il Giustiziere, film action con Jamie Foxx e Michelle Monaghan, apre con 8.4 milioni di dollari in 1803 sale di proiezione, ottenendo l’ottava posizione.

Al nono posto Underworld: Blood Wars, quinto capitolo della saga Underworld, delude con 5.8 milioni (24 milioni di dollari in totale), ottenendo la peggiore media per sala della top ten (1.894 dollari per sala).

Il film di fantascienza con Chris Pratt e Jennifer Lawrence Passengers finisce in decima posizione con 5.6 milioni. La pellicola, alla sua quarta settimana di proiezione, non riesce ancora a superare il budget di produzione di 110 milioni di dollari, avendone incassati complessivamente 90, e mira dunque al successo nelle sale del Vecchio Continente.

Marta Maiorano

16/01/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *