Box office USA: continua il successo di “Raya e l’ultimo drago”

Box office USA: continua il successo di “Raya e l’ultimo drago”

(Box office USA: incassi 19-21 marzo 2021) Prima e seconda posizione invariate al box office USA, in cui domina ancora “Raya e l’ultimo drago”, seguito da “Tom & Jerry”. Esordio al terzo posto per “The Courier”.

Box office USA: vince la riapertura delle sale a Los Angeles

Box office USA Tom & Jerry

L’andamento del box office USA nel week end appena trascorso fa comprendere quanto il cinema sia intrinsecamente radicato nella vita delle persone e quanto sia una forma di intrattenimento, cultura e arte a cui non si deve rinunciare. Lo streaming non potrà mai sostituire il fascino della sala e la riapertura delle strutture cinematografiche di Los Angeles può davvero alimentare la speranza che una ripresa del settore possa finalmente essere all’orizzonte.

A guidare la top ten per il terzo fine settimana consecutivo è stata la pellicola d’animazione della Disney “Raya e l’ultimo drago”, che ha aggiunto altri 5.150.000 dollari al suo bottino di incassi nazionali. Nonostante sia disponibile sulla piattaforma streaming Disney + per una tariffa di 30 dollari, il film è sceso solo del -9,8% rispetto alla scorsa classifica con una media di 2.278 dollari in 2.261 schermi, portando il suo totale a 23.433.000 dollari. “Raya e l’ultimo drago” ha raccolto altri 37.2 milioni di dollari all’estero fino a oggi, raggiungendo l’introito mondiale di 60.6 milioni di dollari.

I teatri di Los Angeles, il più grande mercato cinematografico del paese, hanno finalmente ricevuto il permesso di riaprire il 12 marzo. Ma è stato solo in questo fine settimana che l’impatto di questa riapertura è stato davvero sentito; anche con una capacità limitata al 25%, gli schermi della città hanno rappresentato il 9% di tutti i biglietti venduti in Nord America. La grande catena AMC, che ha chiuso esattamente un anno fa, ha previsto che il 99% delle sue sedi sarebbero state riaperte per il prossimo fine settimana, giusto in tempo per dare il benvenuto a un paio di titoli di grandi dimensioni in programma come “Godzilla vs. Kong” e “Nobody”, atteso action interpretato da Bob Odenkirk.

Tornando alla nostra classifica, al secondo posto si riconferma la Warner Bros. con “Tom & Jerry”, che ha incassato 3.835.000 milioni di dollari nella sua quarta settimana di rilascio. Il film, con l’iconico e litigioso duo formato dal gatto e dal topo più famosi di sempre, ha perso solo il -5.9% dallo scorso fine settimana e ha ottenuto una media di 1.529 dollari per schermo in 2.508 località. Il suo totale in patria dopo quattro settimane è di 33.687.000 dollari, mentre all’estero il film ha aggiunto 43.5 milioni, portando il suo conteggio mondiale a 77.2 milioni.

Al terzo posto ha esordito con 2.013.000 dollari “The Courier” diretto da Dominic Cooke, basato sulla vita della spia britannica Greville Wynne. Il thriller ambientato nel periodo della Guerra Fredda, incentrato sulla crisi dei missili cubani e interpretato da Benedict Cumberbatch e Rachel Brosnahan, ha debuttato con una media di 1.405 dollari per schermo in 1.433 sale. All’estero non è stato ancora rilasciato.

É sceso di un gradino, dopo tre week end e si è piazzato al quarto posto con 1.925.000, “Chaos Walking” di Lionsgate, che ha perso il -14.4% con una media di 903 dollari in 2.132 sale. Il thriller fantascientifico distopico con Tom Holland e Daisy Ridley ha incassato finora 9.694.000 dollari al botteghino nordamericano, altri 5 milioni di dollari nei mercati esteri, portando il suo guadagno mondiale a 14.7 milioni di dollari.

Al quinto posto si è mantenuto stabile con 620.000 dollari “I Croods 2: Una nuova era” della Universal e DreamWorks, che si rifiuta di uscire dalla Top 5 dopo diciassette settimane al cinema. La pellicola ha addirittura registrato un aumento di +14.8 con una media di 439 dollari per schermo in 1.411 sale. Il suo totale al botteghino nazionale è arrivato a 55.240.000 dollari, mentre all’estero ha aggiunto 104.8 milioni, portando il suo introito mondiale a 160 milioni.

La seconda cinquina della top ten

Ha perso due posizioni ed è sceso al sesto posto con 600.000 dollari e 3.262.000 dollari totali “Boogie” di Focus Features, pellicola con Taylor Takahashi ambientata nel mondo del basket, mentre “The Marksman” con Liam Neeson è rimasto stabile al settimo posto con 480.000 dollari per raggiungere, dopo dieci week end, 14.268.000 dollari.

Chiudono la top ten: “Wonder Woman 1984”, ottavo con 460.000 dollari e 45.560.000 dollari complessivi al tredicesimo week end; “Fino all’ultimo indizio”, nono con 340.000 dollari e 14.708.000 dollari complessivi e “The Father“, decimo con 322.000 dollari e 970.000 dollari complessivi.

Daniele Romeo

22/03/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *