Box Office Italia: scala le classifiche Zootropolis

(Incassi 25 – 28 Febbraio 2016) Conquista il primo posto “Zootropolis”: la pellicola firmata Disney alla seconda settimana di proiezione nelle sale è riuscita a battere “Perfetti sconosciuti” del regista italiano Paolo Genovese che, alla sua terza settimana al cinema, scende al secondo posto seguita da “Deadpool”, di Tim Miller che ha sbancato i botteghini di mezzo mondo.

Box Office Italia: “Zootropolis” è il film più visto di tutta la settimana

Box Office Italia Zootropolis

Grazie al passaparola “Zootropolis”, film d’animazione di casa Disney, ambientato in una metropoli animata da animali che convivono pacificamente gli uni con gli altri, arriva al primo posto guadagnando ben due posizioni rispetto alla settimana scorsa, con un incasso pari a 3.120.226 euro, per un totale di 6.630.922 euro. Perde invece una posizione ed è seconda la commedia di Paolo Genovese, ormai da tre settimane al cinema. “Perfetti sconosciuti” ha portato a casa 2.585.326 euro da giovedì a domenica e 11.260.308 euro complessivi. Una posizione in meno anche per la pellicola di Tim Miller, “Deadpool”, sul terzo gradino del podio con 1.772.590 euro. Il film ha prodotto incassi record in tutto il mondo, giungendo nel Belpaese a un totale di 5.651.303 euro.

Box Office Italia: nelle posizioni centrali gli esordienti italiani “Tiramisù”  di Fabio DeLuigi e “Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti divisi da “Danish Girl”

Apre in quarta posizione con 1.101.457 euro “Tiramisù”, garbata commedia di Fabio DeLuigi, per la prima volta al cinema nel duplice ruolo di attore e regista. Le disavventure del rappresentate di prodotti farmaceutici Antonio hanno ricevuto ottimi feedback sia dalla critica che dal pubblico. Scala di una posizione ed è quinto, con con 930.327 euro e 2.297.583 euro totali, “The Danish Girl”, la vicenda di Einar Wegener interpretata da uno straordinario Eddie Redmayne. New entry per la sesta posizione, occupata con 796.263 euro da “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti, storia di Enzo Ceccotti, delinquente entrato in contatto con una sostanza radioattiva che gli regala una forza sovrumana che non ha intenzione di adoperare a fin di bene; tutto cambia quando incontra Alessia, convinta che lui sia l’eroe del manga giapponese Jeeg Robot d’acciaio.

Box Office Italia: flop per “Gods of Egypt”, scendono di posizione “Il caso Spotlight”, “Cinquanta sfumature di nero” e “The Hateful Eight”

Cattivo esordio in settima posizione con 674.886 euro per “Gods of Egypt”, pellicola d’azione e avventura con Gerard Butler e Abbey Lee, ispirata alla mitologia dell’antico Egitto, in cui la spietata divinità delle tenebre, Seth, prende il sopravvento, fino a quando l’eroe di turno intraprende un lungo viaggio per salvare il mondo e il suo amore. Precipita dal quinto all’ottavo posto “Il caso Spotlight”, fresco di statuetta: la pellicola alla seconda settimana di programmazione guadagna 1.537.181 euro, di cui 645.623 euro da giovedì a domenica. Passa dalla settima alla nona posizione, con 380.233 euro 1.175.416 euro totali, “Cinquanta sbavature di nero”. La parodia della celebre saga firmata E.L.James, ideata dai produttori di “Scary Movies” e “Ghost Movie” non risparmia ironia e dispensa sarcasmo anche su film come “Magic Mike” e “Django”. Chiude la classifica di questa settimana, “The Hateful Eight” sceso di ben quattro posizioni. L’ultima fatica dell’acclamato regista statunitense Quentin Tarantino, alla sua quarta settimana di permanenza nelle sale cinematografiche italiane, guadagna da giovedì a domenica 254.917 euro, per un totale di 8.169.588 euro.

Non rientrano nella top ten “Fuocoammare” (undicesimo) di Gianfranco Rosi al quale, proprio la settimana scorsa, è stato assegnato il premio più ambito del Festival di Berlino e, la commedia “Single ma non troppo” (dodicesimo), che la settimana scorsa trovavamo alla quarta posizione.

Roberta D’Amic

29/02/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *