Box Office Italia: “L’ora legale” si mantiene in testa, ma “La La Land” è pronto a superarlo

Box Office Italia: “L’ora legale” si mantiene in testa, ma “La La Land” è pronto a superarlo

Box Office Italia (incassi 26-29 gennaio): la comicità italiana di “L’ora legale” non viene spodestata dal suo trono, mentre “La La Land” passa dalla candidatura agli Oscar al secondo posto, seguita da “Split”.

Box Office Italia: dalla comicità nostrana di “L’ora legale” alla musicalità di “La La Land”, passando per tensione di “Split”

box office italia split

Ancora successo per “L’ora legale” che riconferma il primo posto della classifica del Box Office Italia. Un grande risultato per la comicità italiana, che dopo gli incassi di “Mister Felicità” di Alessandro Siani, si ripropone vincitrice al botteghino. Il film di Ficarra e Picone è, infatti, al suo secondo weekend come re del Box Office, guadagnando da giovedì a domenica 2.433.909 euro per un totale complessivo di 6.623.995 euro.

Esordisce al secondo posto “La La Land” di Damien Chazelle: la commedia musicale uscita da solo quattro giorni, dopo le numerose candidature agli Oscar, ha riscosso un grande successo tra il pubblico, desideroso di dare un suo giudizio personale sulla pellicola tanto attesa ed elogiata dalla critica. “La La Land” conclude la settimana, incassando i suoi primi  2.038.449 euro in Italia.

Sul terzo posto del podio, con 1.899.138 euro, ancora una new entry fresca di uscita, “Split“, il thriller psicologico di M. Night Shyamalan con protagonista James McAvoy. Il film ha ricevuto un buon riscontro, un’alternativa valida ai due precedenti, per chi voglia un pizzico di tensione in più.

Box Office Italia: “Arrival” e “Sing” continuano a stupire, “Fallen” delude

Arrival” continua la sua ascesa, raggiungendo questa settimana un bel quarto posto con 684.407 euro, che si somma ad una cospicua cifra finale di 2.101.571 euro. Subito dopo si piazza “Sing“, il film d’animazione della Universal, risalito di una posizione rispetto alla scorsa classifica, fermandosi ad un quinto posto con un incasso pari a 613.958 euro, che vanno comunque ad aumentare la già gonfia cifra totale, portandola a 7.715.221 euro.

L’urban fantasy “Fallen” sulla scia di un amore impossibile alla “Twilight” non raccoglie molti consensi. Nonostante il libro sia diventato in breve tempo un best-seller, la pellicola, nelle sale dal 26 gennaio, non sembra seguirne le orme. “Fallen” conquista faticosamente la sesta posizione con un guadagno di 605.148 euro, sperando in una possibile scalata grazie al pubblico teen.

Box Office Italia: la discesa di “Allied – Un’ombra nascosta” e di Vin Diesel

Inizia la discesa verso il baratro “Allied – Un’ombra nascosta” di Robert Zemeckis, che si ritrova al settimo posto, ottenendo la cifra più bassa guadagnata dalla sua uscita: 581.399 euro, per un un totale di 4.444.004 euro.

Dopo un inizio interessante, “xXx: il ritorno di Xander Cage” con Vin Diesel crolla all’ottavo posto. Il film che non ha avuto la giusta spinta, forse a causa della presenza in classifica di altri lavori più attesi e lodati, ha ottenuto nel weekend 521.168 euro per un totale di 1.917.929 euro.

Box Office Italia: James Franco ultimo della classe!

box office italia proprio lio

Chiudono la classifica del botteghino due film discordanti tra loro: “Collateral Beauty“, nono con 514.838 euro per una somma totale di 8.903.530 euro, e “Proprio Lui?“, con James Franco e Bryan Cranston, che debutta al decimo posto con 470.141 euro (realizzati da giovedì a domenica), per un totale di 537.610 euro, dal 23 gennaio, giorno d’uscita.

Sarà colpa del linguaggio scurrile? Ma possiamo perdonarlo a James!

Giulia Sessich

30/01/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *