Bones and All (2022)

Bones and All: un horror "rosa" preferibilmente da evitare

bones and all - scena

Il nuovo film di Luca Guadagnino dal titolo insinuante "Bones and All", che inscena la storia d'amore fra due novelli antropofagi, si rivela essere fin da subito un horror "rosa" madido di sangue e con un assortimento di truculenze molto variegato, talmente riprovevole da doversi preferibilmente evitare.

Il regista, sebbene talentuoso e capace di "visioni" talvolta singolari, appare qui smodatamente (è il caso di dire!) affettato, al punto da arrivare a costruire un film che implora clemenza prima ancora di commettere il reato di indisporre ben oltre il lecito, non solo lo spettatore occasionale ma presumibilmente anche quello più uso ai topoi di genere.

L'abbinamento sangue/amore non funziona

Timothée Chalamet

Nonostante degli sfondi accuratamente ripresi e fuor di dubbio suggestivi, è evidente che l'ardito abbinamento sangue/amore (peraltro non poi così insolito) non funziona; il film difatti soffre sia sul piano narrativo, per una sceneggiatura eccessivamente routinaria e dei dialoghi poco eccitanti, e sia sul versante recitatorio, per delle performance (segnatamente quelle dei due protagonisti Timothée Chalamet e Taylor Russell) di buona volontà ma scarsa sostanza.

Guadagnino sembrerebbe credere che l'argomento "cannibalismo" possa in una certa maniera rendere il suo "Bones and All" maggiormente accattivante; ed è invece semmai proprio il core tematico della pellicola, al netto di qualche difettuccio realizzativo, che ne compromette snervantemente e inderogabilmente una seppur parziale riuscita.

Mirko Tommasi

  • Regia: Luca Guadagnino
  • Cast: Timothée Chalamet, Chloë Sevigny, Michael Stuhlbarg, Mark Rylance, Taylor Russell, David Gordon Green, Jessica Harper, André Holland, Francesca Scorsese, Jake Horowitz
  • Genere: Horror
  • Durata: 130 minuti
  • Produzione: USA, 2022
  • Distribuzione: Vision Distribution
  • Data di uscita: 23 novembre 2022

Bones and All film"Bones and All" è un film drammatico presentato in Concorso al Festival di Venezia 2022., dove Luca Guadagnino ha ottenuto il Leone d'Argento - Premio per la Miglior Regia. Taylor Russell è stato invece insignito del premio Marcello Mastroianni.

Bones and All: la trama

Quando Maren e Lee si conoscono, scoprono le emozioni del primo amore. Lei è una ragazza ai margini della società che sta cercando un modo per vivere, lui, un giovane vagabondo dai sentimenti profondi. Il loro incontro darà vita a un’odissea lunga mille miglia che gli farà attraversare le strade secondarie, i passaggi segreti e le botole dell’America di Ronald Reagan. Nonostante gli sforzi, il cammino li porterà nuovamente al loro doloroso passato e a una battaglia conclusiva che stabilirà se il loro amore potrà sopravvivere alla loro diversità.

Note di regia

C’è qualcosa nei diseredati, in coloro che vivono ai margini della società che mi attira e commuove. Amo questi personaggi. Il cuore del film batte teneramente e affettuosamente nei loro confronti. Mi interessano i loro viaggi emotivi. Voglio vedere dove si aprono le possibilità per loro, intrappolati come sono nelle impossibilità che devono fronteggiare. Vedo questo film come una meditazione su chi siamo e come possiamo superare quello che sentiamo, soprattutto se si tratta di qualcosa che non riusciamo a controllare. Infine, e soprattutto, quando riusciremo a ritrovarci nello sguardo dell’altro?

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.