Bice Valori

Bice Valori è stata un'attrice e comica di teatro, cinema e televisione. Morta prematuramente all'età di soli 53 anni.

Bice Valori, “la bella di Roma”

(Roma, 13 maggio 1927 – Roma, 17 marzo 1980)

Bice Valori attriceBice Valori nasce a Roma il 13 maggio del 1927 in una famiglia dell’alta borghesia. Suo padre è infatti il giornalista toscano Aldo Valori che durante la guerra è un noto conduttore radiofonico e segretario del sindacato giornalisti.

Suoi fratelli sono il noto urbanista Michele Valori e il teologo gesuita Paolo Valori. Fin da ragazzina manifesta un grande interesse per la scrittura e la recitazione. Dopo gli studi letterari decide di entrare all’Accademia d’Arte Drammatica di Roma, dove conosce il futuro marito, Paolo Panelli che sposa nel 1952 e con il quale stabilisce un forte sodalizio affettivo ed artistico.

Negli anni Cinquanta la Valori si esibisce soprattutto nel teatro di rivista, prendendo spesso parte alle commedie musicali di Garinei e Giovannini, ma lavora anche alla radio. Al tempo stesso esordisce al cinema al fianco di Totò con “Sette ore di guai” (1951). Il regista Mario Mattoli la dirige in numerosi film comici, spesso al fianco del principe della risata, per esempio “Totò terzo uomo” (1951) o “Il padrone del vapore” (1951) con Billi e Riva.

Lavora molto anche con Steno, mentre Comencini la vuole nel cast di “La bella di Roma” (1955) con Alberto Sordi. Nel 1957 le nasce la figlia Alessandra, che diventerà attrice e poi docente del Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma.

Gli anni del successo

Gli anni Sessanta e Settanta sono densi di impegni, Bice gira decine di commedie come caratterista, fra le quali bisogna ricordare almeno “Il medico della mutua” (1968) di Luigi Zampa, con uno scatenato Sordi. Insieme a Zeffirelli gira una riduzione di “La bisbetica domata” (1967) dall’opera di Shakespeare.

Al tempo stesso diviene un notissimo personaggio televisivo grazie alla sua partecipazione, in coppia col marito, a celebri spettacoli televisivi quali “Studiouno”, “Speciale per noi” o “Doppia coppia”. Proprio in quest’ultimo programma, del 1970, dà vita al personaggio della centralinista Rai che parla in rima dispensando sarcasmi sui personaggi della televisione, un ruolo che è rimasto celebre nell’immaginario collettivo del pubblico televisivo.

Nel 1980, a soli 53 anni, muore improvvisamente a causa di un improvviso ictus.

Isabella Gasparutti

Bice Valori Filmografia - Cinema

Bice Valori con Paolo Panelli

 

  • Sette ore di guai, regia di Metz e Marchesi (1951)
  • Il padrone del vapore, regia di Mario Mattoli (1951)
  • Anema e core, regia di Mario Mattoli (1951)
  • È più facile che un cammello..., regia di Luigi Zampa (1950)
  • Accidenti alle tasse!!, regia di Mario Mattoli (1951)
  • Totò terzo uomo, regia di Mario Mattoli (1951)
  • Inganno, regia di Guido Brignone (1952)
  • Siamo tutti inquilini, regia di Mario Mattoli (1953)
  • La domenica della buona gente, regia di Anton Giulio Majano (1953)
  • I tre ladri, regia di Lionello De Felice (1954)
  • Il matrimonio, regia di Antonio Petrucci (1954)
  • Papà Pacifico, regia di Guido Brignone (1954)
  • La moglie è uguale per tutti, regia di Giorgio Simonelli (1955)
  • La bella di Roma, regia di Luigi Comencini (1955)
  • Bravissimo!, regia di Luigi Filippo D'Amico (1955)
  • La zia d'America va a sciare, regia di Roberto Bianchi Montero (1957)
  • Il momento più bello, regia di Luciano Emmer (1957)
  • Susanna tutta panna, regia di Steno (1957)
  • Femmine tre volte, regia di Steno (1957)
  • Mia nonna poliziotto, regia di Steno (1958)
  • Guardia, ladro e cameriera, regia di Steno (1958)
  • Caporale di giornata, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1958)
  • Le dritte, regia di Mario Amendola (1958)
  • Guardatele ma non toccatele, regia di Mario Mattoli (1959)
  • Psicanalista per signora, regia di Jean Boyer (1959)
  • Noi duri, regia di Camillo Mastrocinque (1960)
  • Le signore, regia di Turi Vasile (1960)
  • Caccia al marito, regia di Marino Girolami (1960)
  • Ferragosto in bikini, regia di Marino Girolami (1960)
  • Scandali al mare, regia di Marino Girolami (1961)
  • 5 marines per 100 ragazze, regia di Mario Mattoli (1961)
  • Mariti a congresso, regia di Luigi Filippo D'Amico (1961)
  • Maciste contro Ercole nella valle dei guai, regia di Mario Mattoli (1961)
  • Adultero lui, adultera lei, regia di Raffaello Matarazzo (1963)
  • Le motorizzate, regia di Marino Girolami (1963)
  • Oltraggio al pudore, regia di Silvio Amadio (1964)
  • 7-9-18 da Parigi un cadavere per Rocky, regia di Georges Lautner (Non accreditata) (1964)
  • Amori pericolosi, regia di Alfredo Giannetti (Episodio "La domestica") (1964)
  • Le sedicenni, regia di Luigi Petrini (1965)
  • Rita la zanzara, regia di Lina Wertmuller (1966)
  • Non stuzzicate la zanzara, regia di Lina Wertmuller (1967)
  • La bisbetica domata, regia di Franco Zeffirelli (1967)
  • Il medico della mutua, regia di Luigi Zampa (1968)
  • Lisa dagli occhi blu, regia di Bruno Corbucci (1969)
  • Il suo nome è Donna Rosa, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1969)
  • Gli infermieri della mutua, regia di Giuseppe Orlandini (1969)
  • Mezzanotte d'amore, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1970)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *