Arnaud Des Pallières

Arnaud Des Pallières è un regista e sceneggiatore francese, noto per la sua inclinazione da filosofo che emerge nel suoi film di cui quasi sempre firma sia la sceneggiatura che la regia, così come il montaggio.

Arnaud Des Pallières, il regista-filosofo francese

(Parigi, 1 dicembre 1961)

Arnaud Des Pallières BiografiaArnaud Des Pallières, nato a Parigi nel 1961, è forse più filosofo che regista e sempre poco ha concesso alla logica del mercato. Oltre a dirigere, firma la scenografia dei suoi film, di cui cura anche il montaggio e lavora sempre con la stessa troupe formata da Julien Hirsch, Jeanne Lapoire, e dalla musicista Martin Wheeler, autrice delle sue colonne sonore.

Arnaud Des Pallières, gli esordi tra teatro e cinema

Arnaud, dopo aver studiato letteratura, inizia a lavorare come attore e regista nel teatro. Fonda con Jean-Pierre Renm, la compagnia “Théatre en demeure” e in seguito studia cinema alla scuola di Fèmis. La sua prima opera del 1987 è molto atipica e nasce dalla lettura del testo filosofico di Gilles Deleuze “L’image temps et de L’image mouvement”. Il suo tour viene firmato in un documento intitolato “Qu’èst-ce que l’acte de création?” diretto in coppia con Arnauld Dauphin.

Seguono dei corti in bilico tra finzione e documentario nel 1989 e nel 1991. Il primo lungometraggio di Des Pallières è del 1996: “Drancy Avenir” è un viaggio in tre episodi nella storia drammatica dell’olocausto. Il primo episodio è sul rimpianto di un anziano sopravvissuto agli orrori di Drancy, di non aver lasciato ai posteri alcun ricordo di quegli anni. Segue la scoperta da parte di una studentessa che il vecchio campo vicino Parigi è diventato una città chiamata “Cité de la Muette” (Città del silenzio). Ed infine il racconto di un capitano di marina, che parla di come la civiltà stia diventando sempre più selvaggia, sull’onda di “Cuore di tenebra” di Conrad.

Arnaud Des Pallières, in bilico tra finzione e realtà

È estremamente visionario il suo secondo film del 2001. In “Disneyland, mon vieux pays natal”, la città del divertimento meta di turisti da tutto il mondo, diventa una crudele metafora del mondo contemporaneo. Arnaud ci guida nel cuore del malessere del paese delle meraviglie. Anche qui, il linguaggio cinematografico è in bilico tra realtà e finzione. Tutto scaturisce dal pretesto di raccontare storie sull’innocenza perduta dell’infanzia. E il parco di divertimenti diventa uno specchio deformato di tutti i mali del nostro tempo.

Al suo terzo lavoro, il regista/filosofo sceglie di fare un film più canonico, con un plot definito. Il tema trattato da “Adieu” del 2003 è quello dell’immigrazione ed è visto dal punto di vista di un rifugiato politico. La Francia viene raccontata da lui, espulso dal paese, come un posto inospitale ed indifferente alla sorte di quelli che devono lasciare il loro paese d’origine.

Ma la stessa infelicità, Arnaud Des Pallières la ritrova nella classe medio alta. Ed è un ricco manager il protagonista di “Park” del 2008 che, nella soleggiata Costa azzurra, vive un’esistenza triste e malinconica.

Arnaud Des Pallières: il successo

Il film che il regista porta a Cannes nel 2013, dove è per la prima volta In Concorso, è “Michael Kohlhaas”, un film che voleva realizzare da molto tempo. Tratto da un romanzo di Von Kleist del 1811, vede come protagonista un mercante di cavalli, la cui vita sarà distrutta da una condanna ingiusta. È solo l’inizio di un cambiamento che farà diventare il tranquillo Hans Kohlhaase un brigante crudele.

Nel 2016 scrive e dirige "Orpheline", un dramma con protagonista una donna la cui esistenza è stravolta da una vita vissuta intensamente e da eventi inaspettati.

Ivana Faranda

Arnaud Des Pallières Filmografia - Regista - Cinema

Arnaud Des Palliéres Filmografia

  • Le jardin du bonheur, (Cortometraggio) (1991)
  • Drancy Avenir, (1997)
  • Adieu, (2003)
  • Parc, (2009)
  • Diane Wellington, (Cortometraggio) (2010)
  • Poussières d’Amérique, (Documentario) (2011)
  • Michael Kohlhaas, (2013)
  • Orpheline (2016)

Arnaud Des Pallières Filmografia - Regista - Televisione

  • Is Dead (Portrait incomplet de Gertrud Stein), (2000)
  • Un siècle d’écrivains, (Serie TV 1 episodio) (2000)
  • Disneyland, mon vieux pays natal, (Documentario TV) (2002)
  • Disneyland, mon vieux pays natal, (2002)

Arnaud Des Pallières Filmografia – Attore

  • La Chose publique, regia di Mathieu Amalric, (Film TV) (2003)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *