Arctic – Un’avventura glaciale (2019)

Arctic – Un’avventura Glaciale – Recensione: un film d’animazione originale e sensibile, adatto a grandi e piccoli

Arctic – Un’avventura glaciale film

Circolo polare artic: Taigaville, una cittadina ridente sul panorama glaciale, viene presa di mira dai piani segreti e loschi del Dottor Walrus, un tricheco malvagio assetato di vendetta in quanto ripudiato dallo stesso villaggio per le sue invenzioni dalla conseguenze irresponsabili e pericolose. Frustrato dall’invisibilitá data dal mimetismo innato, Speedy, una volpe artica con il sogno di diventare parte della carismatica squadra dei super-visibili-cani corrieri dell’Artic Blast Delivery Service, decide di consegnare un pacco per la volpe affascinante di cui é segretamente innamorato (Jade). A lui nessuno dimostra sostegno in questa sua iniziativa, poiché non predispone dei requisiti fisici che invece gli husky del servizio postale hanno, in quanto é “solo una volpe”.

Dopo aver viaggiato per buona parte del polo desolato, Speedy raggiunge la destinazione, imbattendosi nello scellerato ingegnere; una volta scoperti i progetti che minacciano l’incolumitá dei cittadini di Taigaville e dell’intera calotta polare, la volpe artica chiede aiuto agli abitanti del villaggio per fermare Otto Van Walrus una volta per tutte: l’amata Jade, un introverso orso polare, una tosta caribou, uno sbadato albatross e una coppia di lontre ossessionate dalle cospirazioni rispondono all’appello, armandosi delle loro naturali peculiaritá per ripristinare l’equilibrio e la pace sul suolo glaciale.

Una storia che scalda il cuore

Arctic – Un’avventura glaciale film review

Nonostante sia definito un “box office bomb” (ovvero un film senza successo), “Arctic – Un’avventura glaciale” fa breccia al cuore con la propria trasparenza: guardandolo non si viene solo colpiti dalla piacevole scorrevolezza dell’intreccio o dall’accurata animazione dei personaggi, ma soprattutto dall’espressione di profondo disagio che la figura di Speedy trasmette al pubblico in maniera semplice, chiara e primordiale: nessuno vuole sentirsi invisibile, trascurato, tagliato fuori dal gruppo. Se non ci si sente amati, accettati, e ascoltati subentrano poi comportamenti negativi e fasulli a minare l’equilibrio di una societá, come la bugia perpetrata dalla volpe artica circa la sua ascesa di carriera nel servizio postale, o i sorrisi forzati dei cani corrieri quando cominciano il turno di lavoro sebbene vogliano in realtá essere in pensione.

Il cartone animato tratta di catarsi: sebbene animali, questi personaggi sono assolutamente umani, sempre insoddisfatti, impegnati costantemente in una lotta interiore stigmatizzandosi per quel che sono, senza un minimo di fiducia in loro stessi, senza sfruttare la benedizione data dalle loro innate capacitá che li rendono insostituibili, necessari, unici e per questo speciali.

Aaron Woodley, il regista, é un indagatore interessante dell’animo umano e un ottimo esperto di comunicazione ad ampio spettro: “Arctic – Un’avventura glaciale” non é un film per soli bambini, é uno sprono anche per gli adulti ad essere felici con se stessi, per se stessi e per gli altri, perché la sola speranza di salvezza sta nella condivisione della nostra unicitá.

Gloria Carandina

Arctic - Un'avventura glaciale loc"Arctic - Un'avventura glaciale" è una commedia d'animazione del 2019 diretta da Aaron Woodley e co-scritta con Dimos Vrysellas.

Arctic - Un'avventura glaciale: una battaglia artica tutta da ridere

Il film noto anche come "Arctic Justice" o "Polar Squad" nel Regno Unito, è interpretato dalle voci di famosi attori e personaggi come Jeremy Renner, Heidi Klum, James Franco, John Cleese, Omar Sy, Michael Madsen, Laurie Holden, Anjelica Huston e Alec Baldwin.

Jeremy Renner presta la voce al protagonista Swifty, una volpe artica che lavora nell'ufficio postale dell'Arctic Blast Delivery Service, ma che nel cassetto custodisce sogni molto più grandi. Desidera, infatti, fare carriera e diventare un Top Dog, uno dei corrieri husky stellari dell'Artico, che consegnano pacchi trascinando portentose slitte postali.

Per dimostrare a tutti, ma soprattutto a se stesso, di potercela fare, ordina una delle slitte e per provare a consegnare un misterioso pacchetto la cui destinazione risulta essere un luogo segreto. Arrivato all'enigmatica location che si rivela un'oscura fortezza nascosta, si scontra con il malvagio Otto Von Walrus (John Cleese), un macchinoso e malvagio genio che comanda un esercito di piccoli scagnozzi stranamente educati.

Il piano del cattivissimo Otto Von Walrus è quello di perforare la superficie ghiacciata della terra per liberare masse di gas antico, sciogliere l'impenetrabile Artico e diventare il sovrano del mondo.

Per fermare questo sinistro schema, Swifty chiede aiuto ai suoi amici con cui imparerà a far squadra per salvare il mondo: l'orsetto polare nevrotico PB (Alec Baldwin), l'albatro sparuto Lemmy (James Franco), l'ingegnosa volpina Jade Fox (Heidi Klum), le due lontre credulone Leopoldo e Bertha (Omar Sy e di nuovo Heidi Klum) e la sua arrogante capa Magda (Anjelica Huston).



Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *