Angela Finocchiaro

Attrice e comica italiana, Angela Finocchiaro non ha vinto due volte il David di Donatello per la migliore attrice non protagonista per caso: l'estro di essere uno dei volti della comicità italiana è stata una costante che si è però sempre affiancata a quell'intelligenza artistica che le ha dato modo di risaltare anche nel cinema, in nome di quelle velleità artistiche che da sempre ne caratterizzano la vita professionale.

Angela Finocchiaro, la simpatia è tutta italiana

(Milano, 20 novembre 1955)

Angela Finocchiaro sorrisoÈ sicuramente una delle attrici più simpatiche del panorama italiano e la sua presenza, sebbene raramente da protagonista, aggiunge quel qualcosa in più alle storie portate sul grande schermo.

Stiamo parlando di Angela Finocchiaro, classe 1955, che inizia la carriera d’attrice a teatro durante gli anni Settanta nella compagnia Quelli di Grock. Dopo diverse esperienze sul palcoscenico esordisce sul grande schermo in “Ratataplan” (1979) di Maurizio Nichetti. Sempre diretta da Nichetti la troveremo l’anno dopo in “Ho fatto splash”; nel 1991 in “Volere volare” (codiretto con Guido Manuli) e nella fiction tv del 2008 “Dr. Clown”.

Una comicità teatrale e un'espressività fuori dal comune

Nonostante inizi a impegnarsi seriamente per la settima arte, non rinuncia all’attività teatrale, oltre a lavorare per la tv nella trasmissioni: “Quo vadiz” del 1984, realizzata dallo stesso Nichetti e da Gabriele Salvatores,; “Zanzibar” del 1988; e la fortunata “La TV delle ragazze” condotta da Serena Dandini tra il 1988 e il 1989.

Non si lascia sfuggire neanche la partecipazione a fiction di successo come: “A che punto è la notte” (1994), “Dio vede e provvede” (1996) di Enrico Oldoini, e “Madri” (1996) di Angelo Longoni. Intanto al cinema è nel cast di “Il burbero” (1986) di Castellano e Pipolo e “Dolce assenza” (1986) di Claudio Sestieri, oltre a essere protagonista di “Luisa, Carla, Lorenza e... le affettuose lontananze” (1989), de “Il muro di gomma” (1991) di Marco Risi e “Assolto per aver commesso il fatto” (1992) di Alberto Sordi.

Collaborazioni con nomi importanti del cinema: Angela Finocchiaro tra Lucchetti, Moretti, Castellitto e Mastroianni

È sicuramente Daniele Luchetti il regista con cui lavora di più e che maggiormente riesce a valorizzare le sue qualità. Diretta da lui la troviamo in: “Domani accadrà” (1988), “Il portaborse” (1991), dove recita accanto a Nanni Moretti e Silvio Orlando; “Arriva la bufera” (1992) con Diego Abatantuono e Margherita Buy e più recentemente il riuscito “Mio fratello è figlio unico” (2007) con cui si aggiudica il secondo David di Donatello come Miglior Attrice non Protagonista.

Nel frattempo la troviamo insieme a Marcello Mastroianni e Max Von Sydow in “A che punto è la notte” (1994) di Nanni Loy; nel cast de “L’ultimo capodanno” (1998) dove ritrova Marco Risi; “13dici a tavola” (2004) di Enrico Oldoini; “Non ti muovere” (2004) di e con Sergio Castellitto, dove recita accanto a Penelope Cruz e Claudia Gerini; “La bestia nel cuore” (2005) di Cristina Comencini con cui ottiene il Nastro d’Argento, il David di Donatello come Attrice non Protagonista e il Ciak d’Oro nel 2006 e il premio Wella Cinema Donna alla 62ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, per il ruolo di Maria; “Lezioni di volo” (2006) di Francesca Archibugi e “Amore, bugie e calcetto” (2007) di Luca Lucini.

Una carriera lontana dagli scandali e dalla mondanità, "Ci vuole un gran fisico" per stare dietro all'eclettismo di Angela Finocchiaro

Ancora in tv tra il 2003 e il 2004 partecipa al programma di Canale 5 “Zelig” e su Rai 2 alla serie di brevi comiche mute “Mammamia!” dove ritrova l’amico di sempre Maurizio Nichetti. Nel 2008 è tra le protagoniste della briosa commedia tv di Antonello Grimaldi “Due mamme di troppo”. Sempre nel 2008 è nel cast di film di successo come “Il cosmo sul comò”, accanto a Aldo, Giovanni e Giacomo e “Un giorno perfetto” di Ferzan Ozpetek.

Nel 2009 la troviamo ne “I mostri oggi” di Enrico Oldoini, mentre nel 2010, oltre a essere impegnata con la tv nella seconda serie di “Due mamme di troppo”, è di nuovo con Aldo Giovanni e Giacomo ne “La banda dei Babbi Natale”; in “Io, loro e Lara” di Carlo Verdone, nella commedia campione d’incassi “Benvenuti al Sud” di Luca Miniero e nel suo sequel Benvenuti al Nord del 2012. Nello stesso anno, è Chiara nel film di Paolo Bianchini, "Il sole dentro", mentre nel 2013, è protagonista della commedia di Sophie Chiarello, "Ci vuole un gran fisico" e  "Indovina chi viene a Natale?". Nel 2014 è nel cast di "Un boss in salotto" e "La scuola più bella del mondo". Nel 2015 la vedremo in due altre commedie, quella di Cristiana Comencini, "Latin Lover", l'ultimo film di Virna Lisi, morta pochi mesi dopo la fine delle riprese, e con Neri Parenti per il cinepanettone "Vacanze di Natale ai Caraibi".

Fabiana Girelli

Angela Finocchiaro Filmografia - Cinema e TV

Angela Finocchiaro b/n

  • Allegro non troppo, regia di Bruno Bozzetto (1976)
  • Ratataplan, regia di Maurizio Nichetti (1979)
  • Ho fatto splash, regia di Maurizio Nichetti (1980)
  • Quo vadiz? (Serie TV) (1984)
  • Il burbero, regia di Castellano e Pipolo (1986)
  • Dolce assenza, regia di Claudio Sestieri (1986)
  • Un uomo sotto tiro, regia di Elie Chouraqui (1987)
  • Domani accadrà, regia di Daniele Luchetti (1988)
  • Zanzibar (Serie TV 1 episodio) (1988)
  • Io, Peter Pan, regia di Enzo De Caro (1989)
  • Luisa, Carla, Lorenza e…le affettuose lontananze, regia di Sergio Rossi (1989)
  • Gentili signore, regia di Adriana Monti (1989)
  • Scusate l’interruzione (Serie TV) (1990)
  • Il calcio è… (Serie TV) (1990)
  • Il muro di gomma, regia di Marco Risi (1991)
  • Il portaborse, regia di Daniele Luchetti (1991)
  • Volere volare, regia di Maurizio Nichetti (1991)
  • Ostinato destino, regia di Gianfranco Albano (1992)
  • Assolto per aver commesso il fatto, regia di Alberto Sordi (1992)
  • Per non dimenticare, regia di Massimo Martelli (1992)
  • Arriva la bufera, regia di Daniele Luchetti (1993)
  • A che punto è la notte, regia di Nanni Loy (Film TV) (1994)
  • Quando le montagne finiscono, regia di Daniele Carnacina (1994)
  • A che punto è la notte, regia di Nanni Loy (1994)
  • Dio vede e provvede, regia di Enrico Oldoini (1995)
  • Bidoni, regia di Felice Farina (1995)
  • Dio vede e provvede (Serie TV) (1995-1998)
  • Con rabbia e con amore, regia di Alfredo Angeli (1997)
  • L’ultimo capodanno, regia di Marco Risi (1998)
  • Le madri, regia di Angelo Longoni (Film TV) (1999)
  • Non ti muovere, regia di Sergio Castellitto (2004)
  • Signora, regia di Francesco Laudadio (2004)
  • 13dici a tavola, regia di Enrico Oldoini (2004)
  • Il supermercato (Serie TV) (2005)
  • La bestia nel cuore, regia di Cristina Comencini (2005)
  • Lezioni di volo, regia di Francesca Archibugi (2007)
  • Mio fratello è figlio unico, regia di Daniele Luchetti (2007)
  • Finalmente a casa, regia di Gianfrancesco Lazotti (Film TV) (2008)
  • Amore, bugie e calcetto, regia di Luca Lucini (2008)
  • Un giorno perfetto, regia di Ferzan Ozpetek (2008)
  • Il cosmo sul comò, regia di Marcello Cesena (2008)
  • Dr. Clown, regia di Maurizio Nichetti (Film TV) (2008)
  • Due mamme di troppo, regia di Antonello Grimaldi (Film TV) (2009)
  • I mostri oggi, regia di Enrico Oldoini (2009)
  • Io, loro e Lara, regia di Carlo Verdone (2009)
  • Benvenuti al sud, regia di Luca Miniero (2010)
  • La banda dei Babbi Natale, regia di Paolo Genovese (2010)
  • Miseria e Nobilta’, regia di Roberto Nobile (2011)
  • Una su tre, regia di Claudio Bozzatello (2011)
  • Bar Sport, regia di Massimo Martelli (2011)
  • Lezioni di cioccolato 2, regia di Alessio Maria Federici (2011)
  • Benvenuti al Nord, regia di Luca Miniero (2012)
  • Il sole dentro, regia di Paolo Bianchini (2012)
  • Ci vuole un gran fisico, regia di Sophie Chiarello (2013)
  • Indovina chi viene a Natale?, regia di Fausto Brizzi (2013)
  • Un boss in salotto, regia di Luca Miniero (2014)
  • La scuola più bella del mondo, regia di Luca Miniero (2014)
  • Latin Lover, regia di Cristina Comencini (2015)
  • Vacanze di Natale ai Caraibi, regia di Neri Parenti (2015)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *