Alessandra Martines

Attrice e ballerina d’indubbio talento, ha segnato l’infanzia di molti grazie alla sua interpretazione di Fantaghirò.

Alessandra Martines: l'esordio nella danza classica

(Roma, 19 settembre 1963)

alessandra martines primo piano

Alessandra Martines, nonostante sia di origine italiana, è naturalizzata francese. Alla tenera età di 5 anni, infatti, si trasferisce in Francia con la famiglia; la sua passione per la danza si manifesta sin da subito, tanto che i genitori la iscrivono al Conservatorio nazionale superiore di musica e danza di Parigi. A 15 anni è già ballerina all’Opera di Zurigo, a 18 entra a far parte del New York City Ballet - col quale farà un intenso tour nelle maggiori città europee -.

La sua carriera la porta infine a Roma, sua città natale, dove ha la possibilità di esibirsi al Teatro dell’Opera, e a Trieste, al Teatro Verdi.

Oramai, le viene riconosciuto il titolo di étoile, fatto che le aprirà le porte del mondo della televisione; si esibisce, infatti, in “Pronto, chi gioca?” al fianco di Enrica Bonaccorti; in seguito lavorerà persino con Lorella Cuccarini, e nell’1986 con Pippo Baudo nella trasmissione “Fantastico 7” (collaborazione che proseguirà nel “Fantastico 8” e “Fantastico 10”).

Dall’88 partecipa al varietà “Europa Europa”, e, in seguito a due puntate di “Cinema, che follia!”, show in cui impersonerà Marlene Dietrich.

Da ballerina ad attrice

I primi passi in qualità di attrice sono firmati Sergio Sollima, con la miniserie tv “Passi d’amore”, che ottiene un grande successo. Per quanto riguarda il cinema, prende parte al film “Miss Arizona” al fianco di Marcello Mastroianni, continuando, tuttavia, la sua carriera teatrale che la porta ad essere protagonista di un adattamento de “L’appartamento” di Billy Wilder.

alessandra martines fantaghirò

L’anno che la consacra, a tutti gli effetti, ad icona della tv italiana è il 1991: le viene proposto il ruolo di protagonista in “Fantaghirò” con Kim Rossi Stuart, interpretazione che la porterà, nel ’92 a vincere un Telegatto.

Col tempo, Alessandra Martines si afferma sempre più come attrice che come ballerina, arrivando persino ad incontrare il regista francese Claude Lelouch - che, di fatto, le aprirà le porte del cinema francese grazie a collaborazioni come quelle in “L'amante del tuo amante è la mia amante” e “I Miserabili” - con cui intesserà una relazione che li porterà a sposarsi nel ’95 (salvo poi divorziare nel 2008).

Attualmente, la sua carriera continua a svolgersi in entrambe le sue ‘terre madri’: Italia e Francia.

Nicole Ulisse

Alessandra Martines Filmografia - Cinema

Alessandra Martines

  • Miss Arizona, di Pál Sándor (1987)
  • Saremo felici, di Gianfrancesco Lazotti (1988)
  • Sinbad of the Seven Seas, di Enzo G. Castellari (1989)
  • Passi d'amore, di Sergio Sollima (1989)
  • L'amante del tuo amante è la mia amante, di Claude Lelouch (1993)
  • I miserabili, di Claude Lelouch (1995)
  • Uomini e donne, istruzioni per l'uso, di Claude Lelouch (1996)
  • Per caso o per azzardo, di Claude Lelouch (1998)
  • Une pour toutes, di Claude Lelouch (1999)
  • Mercredi, folle journée!, di Pascal Thomas (2001)
  • Che fame!!!, di Florence Quentin (2001)
  • Amnèsia, di Gabriele Salvatores (2002)
  • And now... Ladies & Gentlemen, di Claude Lelouch (2002)
  • Le genre humain - Les parisiens, di Claude Lelouch (2004)
  • Le courage d'aimer, di Claude Lelouch (2005)
  • L'Heure zéro, di Pascal Thomas (2007)
  • Deux jours à tuer, di Jean Becker (2008)
  • Je m'appelle Bernadette, di Jean Sagols (2011)
  • L'araigneè Rouge, di Franck Florino (2016)

Alessandra Martines Filmografia - Televisione

  • Fantaghirò (Miniserie TV) (1991-1996)
  • Processo di famiglia (1992)
  • Lumière et compagnie (1995)
  • Colpo di coda (1993)
  • Quelques jours entre nous (2003)
  • Don Bosco (Miniserie TV) (2004)
  • Edda (Miniserie TV) (2005)
  • I colori della vita (2005)
  • Caterina e le sue figlie (Serie TV) (2005-2010)
  • Il sangue e la rosa (Miniserie TV) (2008)
  • La regina e il cardinale (2009)
  • Panique, regia di Benoit D'Aubert (2009)
  • Le Romancier Martin/Heloise, regia di Jerome Foulon (2010)
  • L'onore e il rispetto, regia di Salvatore Samperi e Luigi Parisi (2009-2012)
  • Rex (Serie TV) (2011)
  • Furore - Il vento della speranza (Serie TV) (2014-in corso)
  • Il bello delle donne... alcuni anni dopo, regia di Eros Puglielli (TBA)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *