Aishwarya Rai

Pelle ambrata, grandi occhi azzurri e lunghi capelli neri, per la collega Julia Roberts, l’attrice indiana Aishwarya Rai è la donna più bella del mondo, ma è anche il simbolo della nuova India che racchiude in sé modernità, eleganza e tradizione.

Aishwarya Rai, attrice simbolo della nuova India

(Mangalore, 1 novembre 1973)

Aishwarya Rai attrice indianaEletta dal Time una delle 100 persone più influenti al mondo, Aishwarya Rai è la regina di un'industria del cinematografica, Bollywood, che produce più film della concorrente americana. A 35 anni la Rai è la star più pagata del suo paese.

Da piccola Aish sognava di diventare architetto, ma fin dall'adolescenza posava come modella. Lanciata da una campagna pubblicitaria per la Pepsi e poi da una copertina per Vogue, la bella ragazza di Mangalore, nel Karnataka, partecipa al concorso per Miss Mondo quasi per caso.

È il 1994, la vittoria che la incorona la più bella le cambierà la vita e le aprirà le porte del cinema. Inizia così una carriera che non ha mai avuto un attimo di sosta: una quarantina di film, con incassi da capogiro e numerosi premi.

Nel 2002 Aishwarya Rai è la protagonista di "Devdas" il primo film indiano a essere presentato al Festival di Cannes. Sulla Croisette Aishwarya diventa un'habituée e per la 56esima edizione partecipa come membro della giuria.

Le sue uscite sulla Montée de Marche incantano fotografi e giornalisti.

Nel 2004 Aishwarya Rai esordisce in un film in lingua inglese: "Matrimoni e pregiudizi", una versione hindi del romanzo di Jane Austen, “Orgoglio e Pregiudizio”, diretto dalla regista di origine indiana Gurinder Chadha.

 Nel 2005 un altro lavoro in lingua inglese tratto da un best seller, "La maga delle spezie". Ma Aish non vuole solo ruoli in commedie romantiche, divertenti o a lieto fine.

Per questo sceglie pellicole drammatiche come "Provoked", del 2006, girato per "dare una voce alle donne vittime di violenze domestiche"; o "Bhopal" (2007), film denuncia sull'incidente all'impianto chimico della Union Carbide che esplose vicino alla città indiana nel 1984 e con i suoi gas velenosi uccise oltre 4.000 persone.

L'ultima legione: l'arrivo del successo per Aishwarya Rai

L'abbiamo anche ammirata nella parte della donna-guerriero che affianca e aiuta il generale romano interpretato da Colin Firth, nel film tratto dal romanzo di Valerio Massimo Manfredi "L'ultima legione" (2007), mentre nel 2008 ha recitato accanto al premio Oscar Meryl Streep in "Chaos".

Nel 2009 la Rai è la protagonista femminile nel remake de "La Pantera Rosa 2" mentre il 2010 la vede impegnata in alcune pellicole tra cui "Raavan" di Mani Ratman, al fianco del collega e compagno di vita Abhishek Bachchan, e "Endhiran" di S. Shankar.

Prima attrice indiana ad avere una statua al Museo delle Cere Madame Tussaud a Londra, testimonial per la Pepsi, ma anche, caso unico, per la Coca-Cola, volto che incarna la bellezza de L'Oréal e di un prestigioso marchio di orologi, Aishwarya Rai si definisce "indiana al 100% e orgogliosa di esserlo". Elegante e raffinata, nelle occasioni mondane indossa preziose sari ma anche creazioni dei nostri Armani e Cavalli.

Centinaia le copertine che le sono state dedicate e oltre 20.000 i siti internet che la riguardano. Discreta e riservata sulla sua vita privata, dopo un paio di relazioni finite male, ha incontrato il grande amore, il collega Abhishek Bachchan, figlio dell'attore-leggenda di Bollywood, Amitabh.

Il loro è stato un matrimonio sfarzoso, che ha attirato l'attenzione di tutto il paese: tre giorni di feste e cerimonie nella migliore tradizione indiana, così come i suoi ammiratori si aspettavano. I due hanno avuto una figlia, Aaradhya, nel 2011.

Anche sul set Aishwarya Rai è molto attenta a non urtare la sensibilità del suo pubblico con atteggiamenti troppo appassionati, perché nei film prodotti nel paese in cui è stato scritto il Kamasutra mai vedrete baci o scene roventi, come spiega l'attrice: “Nella nostra società le coppie non si baciano in strada né si lasciano andare a manifestazioni d’affetto in pubblico”. Celebrità ormai consolidata nel suo paese, Aish è una moderna Sherazade, la seduttrice, guarda caso indiana, de “Le mille e una notte”, che nel terzo Millennio cercherà di ammaliare anche l’Occidente.

Barbara Mattiuzzo

Aishwarya Rai Filmografia - Attrice

Aishwarya Rai primo piano

  • Iruvar (1997)
  • ...Aur Pyaar Ho Gaya (1997)
  • Jeans (1998)
  • Aa Ab Laut Chalen (1999)
  • Hum Dil De Chuke Sanam, regia di Sanjai Leela Bhansali (1999)
  • Taal, regia di Subhash Ghai (1999)
  • Ravoyi Chandamama (1999)
  • Sanam Tere Hain Hum (2000)
  • Mela (film 2000) (2000)
  • Kandukondain Kandukondain (2000)
  • Josh (film 2000) (2000)
  • Hamara Dil Aapke Paas Hai (2000)
  • Dhaai Akshar Prem Ke (2000)
  • Mohabbatein, regia di Aditya Chopra (2000)
  • Albela (2001)
  • Devdas, regia di Sanjai Leela Bhansali (2002)
  • Hum Tumhare Hain Sanam (2002)
  • Hum Kisi Se Kum Nahin (2002)
  • 23rd March 1931: Shaheed (2002)
  • Shakthi: The Power (2002)
  • Dil Ka Rishta (2003)
  • Chokher Bali (2003)
  • Un padre per mio figlio, regia di Rohan Sippy (2003)
  • La divisa, regia di Raykumar Santoshi (2004)
  • Raincoat (2004)
  • Gara di cuori, regia di Samir Karnik (2004)
  • Matrimoni e pregiudizi, regia di Gurinder Chadha (2004)
  • Shabd (2005)
  • Bunty Aur Babli, regia di Shaad Ali (2005)
  • La maga delle spezie, regia di Paul Mayeda Berges (2005)
  • Provoked: A True Story (2006)
  • Umrao Jaan, regia di J.P. Dutta (2006)
  • Dhoom:2 (2006)
  • Journey Across India (2007)
  • Guru (2007)
  • L'ultima legione, regia di Doug Lefler (2007)
  • Sarkar Raj (2007)
  • La sposa dell'imperatore, regia di Ashutosh Gowariker (2008)
  • Bhopal Movie (2008)
  • Singularity (2008)
  • La Pantera Rosa 2, regia di Harald Zwart (2009)
  • Robot (2010)
  • Action Replayy (2010)
  • Guzaarish (2010)
  • Jazbaa (2015)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.