Acqua e Zucchero – Carlo di Palma: I Colori della vita

  • Regia: Fariborz Kamkari
  • Genere: Documentario, Colore
  • Durata: 90 minuti
  • Produzione: Italia, 2016
  • Distribuzione: Cinecittà Luce
  • Data di uscita: 27 aprile 2017

Acqua e Zucchero – Carlo di Palma: I Colori della vita locandinaIl documentario "Acqua e Zucchero – Carlo di Palma: I Colori della vita" del regista Fariborz Kamkari, nasce dal bisogno profondo di omaggiare un uomo, un'artista, quale è stato Carlo di Palma. Il film è un emozionante viaggio nella vita e nell'attività di direttore della fotografia e di regista di Carlo, che con più di cento opere all'attivo, ha lasciato un'impronta indelebile nella storia del cinema internazionale.

Nell'ambito dei documentari biografici, si trovano spesso codificazioni fisse che prevedono l'uso di materiale di repertorio e interventi di esperti e collaboratori del personaggio in oggetto.

"Acqua e Zucchero – Carlo di Palma: I Colori della vita" nasce, invece, in un modo molto più raro, dalla necessità e dal bisogno profondo che vanno ben oltre la mera 'occasione', pertanto si libera da tutte le forme prescritte e poco originali.

Acqua e Zucchero – Carlo di Palma: I Colori della vita, la fusione di tre sguardi appassionati

"Acqua e zucchero - Carlo Di Palma: I colori della vita" non è solo un documentario, è la fusione di tre modalità di guardare, tre occhi tutte e tre appassionati.

C'è quello di Adriana Chiesa, che ha condiviso con Carlo un lungo percorso di vita e ha fortemente voluto questo film. C'è quello di Fariborz Kamkari, il regista, che non ha mai avuto modo di conoscere personalmente Carlo, ma è la dimostrazione di come sia possibile che anche in generazioni successive ci possa essere il piacere della memoria; ne danno conferma i cinque anni di lavoro e di ricerca di materiali e montaggio . Ultimo ma non certo per importanza, quello di uno dei più magistrali direttori della fotografia che il cinema abbia mai avuto il piacere di incontrare. Un uomo capace di osservare con dedizione per poi riprodurre sul set qualsiasi elemento, anche emotivo, del ricordo. Carlo era un personaggio d'azione, che non si stancava mai di essere presente e partecipe, di cui si ricorda il rigore e l'immensa versatilità.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *