7 donne e un mistero (2021)

7 donne e un mistero (2021)

7 donne e un mistero: un film riuscito tra noir e ironia7 donne e un mistero foto

Con “7 donne e un mistero” Alessandro Genovesi torna a dirigere un lungometraggio dopo l'esperienza con la serialità televisiva di “Ridatemi mia moglie”, dove dirige il suo attore feticcio, Fabio De Luigi. Con un cast tutto femminile il regista propone un film liberamente ispirato a “8 Femmes” di François Ozon, che a sua volta ha portato sul grande schermo la pièce teatrale del 1958 “Huit Femmes” di Robert Thomas. Genovesi confeziona un film piacevole, che si avvale di un cast di attrici che ben si armonizzano sul set, e vede la partecipazione di un'Ornella Vanoni in stato di grazia, che aggiunge alla narrazione quella giusta quantità di pepe che rende alcune scene esilaranti. Margherita Buy, Diana Del Bufalo, Sabrina Impacciatore, Benedetta Porcaroli, Micaela Ramazzotti, Luisa Ranieri e Ornella Vanoni recitano fianco a fianco in un set che conserva quella teatralità necessaria alla buona riuscita del film.

Un film intrigante ben costruito

In un susseguirsi di colpi di scena, il racconto prosegue a ritmo serrato, in un perfetto equilibrio tra trama gialla e umorismo, che fa di “7 donne e un mistero” forse il film più riuscito del regista, che dimostra di saper raccontare belle storie, pur allontanandosi dal suo genere preferito, la commedia pura. Qui lo script giallo, scritto dal regista a quattro mani con Lisa Nur Sultan è abbondantemente contaminato da ironia, ma viene preservata la natura mistery della narrazione.

Un cast di attrici che ben ricoprono i loro ruoli

Ogni attrice regala una deliziosa interpretazione, dando vita a personaggi che sembrano cuciti addosso a ciascuna, contribuendo alla buona riuscita di un'opera dalla particolare grazia, sostenuta da una sceneggiatura frizzante che regala alle protagoniste battute pungenti e divertenti, spesso esilaranti.

Scenografia, fotografia e colonna sonora contribuiscono alla riuscita di un film dove la regia è particolarmente azzeccata. Girare in interni costringe a continui piani stretti, che favoriscono la partecipazione del pubblico in sala alle vicende. Genovesi non ha dimenticato i suoi esordi teatrali a inizio carriera.

Seppur si prediligano script originali, va dato atto al regista di esser riuscito a personalizzare la storia, rendendola appetibile al pubblico nostrano. E' questo un film d'intrattenimento che fonde con sapienza i generi, consigliato a tutti, un bell'esempio di cinema nostrano che si sa elevare dai cliché banali che spesso accompagnano la cinematografia nostrana proposta durante le festività natalizie (il film ha fatto il suo esordio in sala il 25 dicembre 2021).

Maria Grazia Bosu

7 donne e un mistero poster

"7 donne e un mistero" è un film di Alessandro Genovesi, che si rifà al film di François Ozon "8 Femmes".

Ad interpretare queste donne volti noti del panorama cinematografico italiano, in ordine alfabetico: Margherita Buy, Diana Del Bufalo, Sabrina Impacciatore, Benedetta Porcaroli, Micaela Ramazzotti, Luisa Ranieri e con Ornella Vanoni.

Il film è scritto dallo stesso regista e da Lisa Nur Sultan, è prodotto da Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa per Wildside, società del Gruppo Fremantle, e da Warner Bros. Entertainment Italia, che si occupa anche della distribuzione.

7 donne e un mistero: la trama

Il film di Alessandro Genovesi ci riporta indietro nel tempo, nell'Italia degli anni ’30, per catapultarci nelle ore che seguono un omicidio. Una morte difficile da spiegare questa, dove la vittima, un imprenditore, lascia dietro di se moglie e figlie. Riunite nella villa di famiglia per festeggiare il Natale, questo gruppo variopinto, tutto al femminile, si trova ad affrontare un dramma che le vede tutte sospettate. Nell'attesa di scoprire il volto dell'assassino sono costrette a confrontarsi, alla ricerca della verità. Ciascuna di loro, suo malgrado, confesserà un segreto, un inganno, un sotterfugio, nella speranza di comporre il puzzle che svelerà cosa sta dietro al misterioso delitto.

Alessandro Genovesi torna dietro alla macchina da presa dopo dopo il successo di "10 giorni senza mamma" e del suo sequel "10 giorni con Babbo Natale", continuando a puntare su un intrattenimento ironico e rilassante.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.