Valeria Marini

È un po’ la Marilyn Monroe ‘de noialtri’, con i suoi vestitini supersexy disegnati da se stessa insieme alla lingerie e ai costumi di bagno per la griffe “Seduzioni”.  Misure 98/62/98, diva e ottima business woman, è Valeria Marini, “La bambola” del film di Bigas Luna. Prorompente come una Jessica Rabbit in carne e ossa è attrice, cantante, scrittrice, donna di televisione, stilista e recentemente produttrice cinematografica.

Non solo lustrini per Valeria Marini, una donna che ha fatto di tutto dalla televisione al il cinema, passando per la moda e il gossip

(Roma, 14 Maggio 1967)

Valeria Marini italiaValeria Marini nasce a Roma il 14 maggio del 1967, per poi trasferirsi a Cagliari, città d’origine della madre Gianna Orrù, da lei chiamata Wonder, cui è legatissima. Dopo un debutto nella moda con lo pseudonimo di Lolly, approda nel 1993 al Bagaglino di Pingitore, che l’aveva notata nel programma di Gabriella Carlucci “Luna di miele”. La bionda soubrette prende il posto della mora Pamela Prati, diventando la star del programma, di cui farà parte fino al 1996.

Il suo primo film è “Crack” del 1991, diretto da Giulio Base. Pingitore la dirige nel 1992 nel dozzinale “Gole ruggenti”, una sorta di versione cinematografica del suo programma televisivo. La fisicità di Valeria la rende perfetta per “Abbronzatissimi 2 - Un anno dopo” di Bruno Gaburro del 1993, ma il primo film importante è “Bambola” del 1996 di Bigas Luna.

Lei è Mina/alias Bambola, che vive con il fratello omosessuale sul Lido di Comacchio. La sua bellezza vistosa provocherà una serie di violenze, di cui lei stessa sarà vittima. Nel cast appare anche Anita Ekberg nei panni della madre. L’opera con pretese di film d’arte è violenta e mal riuscita. Infatti, è stroncata dalla critica ma fa della Marini una star.

Cinema, televisione e amore per una Valeria Marini in continua ascesa da Sanremo a “In questo mondo di Ladri”

Insieme a Mike Bongiorno e Piero Chiambretti nel 1997 conduce San Remo, con ottimi ascolti. In “Incontri proibiti” diretto da Alberto Sordi nel 1998, è la protagonista con lo stesso attore romano, ancora una volta nei panni della giovane esuberante che fa girare la testa ad un uomo anziano. Partecipa poi a due film in Spagna, “Corazòn de bombòn” di Alvaro Sàenz de Heredia (2000) “Bunuel y la mesa del rey Salomòn” di Carlos Saura (2001).

Successivamente Vanzina inserisce la Marini nel suo “In questo mondo di ladri”, ritratto agrodolce dell’Italietta del 2004. Il film è prodotto da Vittorio Cecchi Gori, compagno dell’attrice dal 1999. La loro unione durerà tra alti e bassi fino al 2005. Durante la relazione lei ha un aborto spontaneo e uno provocato con suo grande dolore. Eppure resterà accanto a Cecchi Gori anche durante i suoi guai giudiziari. La rottura tra i due arriverà in diretta televisiva su due canali diversi in trasmissioni in cui sono ospiti Valeria e Vittorio in contemporanea.

Da “L’isola dei famosi” a “I Want to Be a Soldier”, la crescita professionale di Valeria Marini, da attrice a produttrice

Valeria - MariniPer una scommessa con l’amica di sempre Simona Ventura, nel 2007 la Valeriona nazionale accetta di andare in Honduras al reality “L’isola del famosi” come ospite vip. Ci tornerà come concorrente nel 2012 e stupirà tutti per la sua resistenza ed adattabilità alle condizione avverse proposte dal format del programma.

Nel 2009, tra lusso e lustrini si racconta nel programma di Fox life sulla piattaforma Sky “Essere Valeria”. Come una Lona di “The Lady” ante litteram, la sua vita è tutta sfilate, aerei e viaggi nel mondo, accompagnati da lunghe telefonate con la madre sempre presente. Nel tempo Valeria Marini si conferma una star che è riuscita a capitalizzare il suo personaggio, frivolo ma solo a tratti e che, tuttavia, mantiene una sua genuinità.

Proprio su questa linea, recita la parte di se stessa nel film “Somewhere” di Sofia Coppola, che immeritatamente vince il Festival di Venezia del 2010. Lo stesso anno, Valeria produce per la prima volta un film in cui lei stessa ha una piccola parte. Si tratta di “I Want to Be a Soldier” di Christian Molina, presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, dove vince la sezione “Alice nella città”. Per il suo contenuto violento, esce in Italia vietato ai minori di 14 anni e comunque non convince affatto la critica.

Valeria Marini, amori matrimoni, dissapori e… tronisti

Non sono particolarmente riusciti neanche gli ultimi film in cui recita, soprattutto quello diretto da Pupi Avati nel 2014 “Un ragazzo d’oro” di cui è protagonista Riccardo Scamarcio. Molto più riuscito, ma solo nella messa in scena, il suo mega matrimonio celebrato il 5 maggio del 2013 alla presenza di 900 invitati e andato in diretta sulla Rai.

Una kermesse da diva, com’è nello stile della Marini. Peccato che l’unione con Giovanni Cottone, arrivata dopo il loro incontro nel 2010 a Villa Certosa, sia naufragato miseramente. Si è scoperto, infatti, che l’imprenditore siciliano era già stato sposato in chiesa e aveva già due figli. Arriva così prima il divorzio e poi l’annullamento con la Sacra Rota.

Con questo epilogo si dissolve anche la speranza di diventare mamma, desiderio sempre manifestato, già ai tempi di Cecchi Gori. Al momento la Valeriona nazionale è felicemente legata all’ex tronista Antonio Brosio, di 11 anni più giovane di lei.

Ivana Faranda

Valeria Marini Filmografia - Cinema

Valeria Marini attrice

  • Cronaca nera, regia di Faliero Rosati (1987)
  • Crack, regia di Giulio Base (1991)
  • Gole ruggenti, regia di Pier Francesco Pingitore (1992)
  • Abbronzatissimi 2 - Un anno dopo, regia di Bruno Gaburro (1993)
  • Bámbola, regia di Bigas Luna (1996)
  • Incontri proibiti, regia di Alberto Sordi (1998)
  • Corazón de bombón, regia di Alvaro Sàenz de Heredia (2000)
  • Buñuel y la mesa del rey Salomón, regia di Carlos Saura (2001)
  • In questo mondo di ladri, regia di Carlo Vanzina (2004)
  • Somewhere, regia di Sofia Coppola (2010)
  • Dolls, regia di Salvatore Arimatea (Cortometraggio) (2010)
  • I Want to Be a Soldier, regia di Christian Molina (2010)
  • Operazione vacanze, regia di Claudio Fragasso (2011)
  • E io non pago - l'Italia dei furbetti, regia di Alessandro Capone (2012)
  • La mia mamma suona il rock, regia di Massimo Ceccherini (2012)
  • Un ragazzo d'oro, regia di Pupi Avati (2014)
  • C'è sempre un perché, regia di Dario Baldi (TBA)

Valeria Marini Filmografia - Televisione

  • Un inviato molto speciale, regia di Vittorio De Sisti (Serie TV, 1 episodio) (1992)
  • Un orso chiamato Arturo, regia di Sergio Martino (Film TV) (1992)
  • Sorellina e il principe del sogno, regia di Lamberto Bava (Miniserie TV) (1996)
  • Il settimo papiro, regia di Kevin Condor (Miniserie TV) (1998)
  • Pepe Carvalho, registi vari (Serie TV) (1998)
  • La palestra, regia di Pier Francesco Pingitore (Film TV) (2002)
  • Piper - La serie, regia di Francesco Vicario (Serie TV) (2008)
  • Così fan tutte, regia di Gianluca Fumagalli (Sitcom, 2 episodi) (2011-2012)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *