Ryan Gosling

Attore, regista, sceneggiatore, produttore e musicista: Ryan Gosling, dopo aver fatto innamorare milioni di donne con la commedia romantica "Le pagine della nostra vita" (The Notebook), ha saputo rinnovarsi e divenire interprete delle più svariate produzioni cinematografiche, nel segno di un talento recitativo sempre insito in lui, sin dai tempi del Disney Channell, programma che lo lanciò.

Ryan Gosling, da giovane Hercules a divo carismatico

(Londra, 12 novembre 1980)

Ryan Gosling bioRyan Gosling è diventato famoso a livello internazionale dopo il suo ruolo nel 2004 con “Le pagine della nostra vita” ma in realtà il giovane attore canadese recita da quando era un bambino nel programma televisivo Mickey Mouse Club e in telefilm come “Young Hercules”. Da allora ha sempre scelto ruoli in cui ha mostrato le sue ottime doti di interpretazione ricevendo ben quattro candidature ai Golden Globe e una agli Oscar, che gli hanno assicurato un posto di rilievo tra le star di Hollywood.

Ryan Gosling nasce a London in Ontario da genitori mormoni che gli impartiscono un’educazione religiosa. La sua passione per il cinema gli permette fin da subito di conquistare ruoli in serie televisive. In seguito ottiene maggior popolarità grazie a film come il “Il sapore della vittoria” (2000) e “The Believer” (2002).

Nei panni di tossicodipendenti e alcolizzati, Ryan Gosling non fa altro che ricevere nomination agli Oscar

Sebbene Gosling inizi la sua carriera senza alcun tipo di formazione le sue doti gli permettono di calarsi in personaggi molto impegnativi per i quali ottiene fin da subito ambiti riconoscimenti. È questo il caso nel 2007 di “Half Nelson”, in cui l’attore canadese, per il difficile ruolo di un professore di storia con problemi di tossicodipendenza, ottiene la sua prima nomination agli Oscar e della commedia nera “Lars e una ragazza tutta sua” per cui vince un Satellite Award.

Da qui il poi Ryan Gosling non fa altro che collezionare un successo dopo l’altro. Nel 2009 è protagonista insieme a Michelle Williams in “Blue Valentine”, con un’intensa prova di bravura nei panni dell’altalenante alcolizzato Dean, che cerca di salvare il suo burrascoso matrimonio dal crollo definitivo. Il film viene presentato nella sezione Un Certain Regard al 63° Festival di Cannes e entrambi gli attori ottengono una candidatura ai Golden Globe.

Addetto stampa di George Clooney ne "Le idi di marzo"

Il 2011 può essere definito l’anno d’oro di Gosling. Escono infatti nelle sale ben tre pellicole che vedono l’attore come protagonista e che ottengono un grande successo di pubblico e critica. In “Crazy, Stupid, Love” Gosling recita il ruolo di un aitante sciupafemmine accanto a Steve Carell e Julianne Moore.

Nel maggio 2011 esce invece il film che molti critici ritengono il migliore della sua carriera ovvero “Drive” del danese Nicolas Winding Refn, che vince il premio alla regia al Festival di Cannes. Nel settembre dello stesso anno è coprotagonista del quarto lavoro diretto da George Clooney presentato in concorso alla 68° Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia “Le idi di marzo” nel drammatico ruolo di un giovane e rampante addetto stampa della campagna elettorale alla presidenza degli Stati Uniti.

Ryan Gosling, da Disney Channel alla scalata di Hollywood "Come un tuono"

Nel 2012 continua il successo con il film “Come un tuono” di Derek Cianfrance, dove ancora una volta interpreta un giovane scapestrato amante dei motori, che incontra sul suo cammino Bradley Cooper nei panni di un poliziotto. Nel 2013 invece è nel cast di “Gangster Squad”, per la regia di Ruben Fleischer e ritorna a collaborare con l’ermetico regista di “Drive”, Nicolas Winding Refn, in “Solo Dio perdona”: Ryan Gosling è un uomo in cerca di vendetta, manovrato dalla madre, tra sfondi orientali e incontri di boxe thailandese.

Nel 2013 esordisce alla regia con "Lost River", la sceneggiatura è dello stesso Gosling ed è prodotta dalla sua casa di produzione, e nel cast figurano  Christina Hendricks, Saoirse Ronan, Eva Mendes e Matt Smith. Il film  è stato selezionato per la sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2014.

Vita privata discreta, "La grande scommessa" di Ryan è la musica

Nel 2015 lo rivedremo nel film "La grande scommessa" (The Big Short) diretto da Adam McKay, basato sul libro di Michael Lewis The Big Short - Il grande scoperto (The Big Short: Inside the Doomsday Machine).

Ryan Gosling alla passione per il cinema unisce anche quella per la musica. È infatti il leader di una band indie rock e spesso ha composto e cantato delle canzoni per la colonna sonora dei suoi film. In "La La Land", film del 2017 che gli vale una candidatura agli Oscar come Miglior attore protagonista e gli fa vincere il suo primo Golden Globe, intreccia il suo interesse per la musica con la recitazione in una commedia musicale, per la quale Gosling ha interpretato due brani.

Non indifferente al fascino femminile, Ryan Gosling vanta tra le sue relazioni quella con Sandra Bullock, conosciuta sul set di “Formula per un delitto”; Rachel McAdams, incontrata durante la lavorazione di “Le pagine della nostra vita”; e Eva Mendes, alla quale è fidanzato dal 2011. L'8 luglio 2014 annunciano di aspettare il loro primo figlio e il 12 settembre 2014 nasce, a Los Angeles, la loro prima figlia, Esmeralda Amada Gosling.

Miriam Reale

Ryan Gosling Filmografia – Attore

Ryan Gosling film

  • Mickey Mouse Club (Serie TV) (1993- 1995)
  • Hai paura del buio? (Serie TV) (1995)
  • Le avventure di Shirley Holmes (Serie TV) (1996)
  • Siete pronti? (Serie TV) (1996)
  • Tucker e Becca, nemici per la pelle (Serie TV) (1996)
  • Piccoli brividi (Serie TV) (1996)
  • La strada per Avonlea (Serie TV) (1996)
  • Kun Fu: La leggenda continua (Serie TV) (1996)
  • PSI Factor (Serie TV) (1996)
  • Il mio amico Frankenstein, regia di Robert Tinnell (1997)
  • Breaker High (Serie TV) (1997-1998)
  • Niente è troppo per un cowboy, regia di Kari Skogland (Film TV) (1998)
  • Young Hercules (Serie TV) (1998-1999)
  • The Unbelievables, regia di Ed Solomon (Film TV) (1999)
  • Hercules (Serie TV) (1999)
  • Il sapore della vittoria – Uniti si vince, regia di Boaz Yakin (2000)
  • The Believer, regia di Henry Bean (2001)
  • Formula per un delitto, regia di Barbet Schroeder (2002)
  • The Slaughter Rule, regia di Alex Smith e Andrew J. Smith (2002)
  • Il delitto Fitzgerald, regia di Matthew Ryan Hoge (2003)
  • Le pagine della nostra vita, regia di Nick Cassavetes (2004)
  • Stay – Nel labirinto della mente, regia di Marc Forster (2006)
  • Half Nelson, regia di Ryan Fleck (2006)
  • Il caso Thomas Crawford, regia di Gregory Hoblit (2007)
  • Lars e una ragazza tutta sua, regia di Craig Gillespie (2007)
  • Love & Secrets, regia di Andrew Jarecki (2010)
  • Blue Valentine, regia di Derek Cianfrance (2010)
  • Crazy, Stupid, Love, regia di Glenn Ficarra e John Requa (2011)
  • Drive, regia di Nicolas Winding Refn (2011)
  • Le idi di marzo, regia di George Clooney (2011)
  • The Place Beyond the Pines, regia di Derek Cianfrance (2012)
  • Gangster Squad, regia di Ruben Fleischer (2013)
  • Solo Dio perdona, regia di Nicolas Winding Refn (2013)
  • The Big Short, regia di Adam McKay (2015)
  • The Nice Guys, regia di Shane Black  (2016)
  • La La Land, regia di Damien Chazelle  (2017)
  • Blade Runner 2049, regia di Denis Villeneuve (2017)

Ryan Gosling Filmografia – Regista

  • Lost River (2014)

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *