Marion Cotillard

Attrice francese, nata in una famiglia d'attori e artisti, Marion Cotillard è riuscita a rendere il suo nome noto a livello internazionale, collaborando con alcuni dei registi più celebri di Hollywood, raggiungendo così, grazie anche alle sue ottime capacità interpretative, un successo mondiale.

Marion Cotillard: la star dalla 'vita in rosa'

(Parigi, 30 settembre 1975)

Marion Cotillard visageMarion Cotillard nasce a Parigi il 30 Settembre del 1975: il padre è regista e la madre attrice e lei e i due fratelli minori, Guillaume e Quentin, vengono da subito coinvolti nelle attività artistiche dei genitori.

Dopo aver studiato al prestigioso Conservatoire d'Orléans, Marillon vince il primo premio del suo corso e si dedica alla televisione. Il primo approccio al cinema è del 1994, con “L'histoire du garçon qui voulait qu'on l'embrass” di Philippe Harel, e prosegue nel 1996 con “Il pianeta verde” di Coline Serreau.

Marion Cotillard: il primo successo con "Taxxi"

Il primo vero successo arriva però nel 1998, con “Taxxi”, di Gérard Pirès, prodotto da Luc Besson, quando ormai Marillon sta per abbandonare prematuramente la carriera. Il ruolo di Lily, invece, sarà tanto perfetto per lei da farla chiamare anche per “Taxxi 2” (2000) e “Taxxi 3” (2003).

Dopo il terzo capitolo della saga prodotta da Besson incontra Tim Burton, che le dedica il piccolo ruolo di Josephine in “Big Fish – Le storie di una vita incredibile”, nel 2003, e nel 2004 recita in “Una lunga domenica di passioni” con Audrey Tautou e Gaspard Ulliel, vincendo il premio Cèsar come Migliore Attrice.

L' 'ottima annata' di Marion Cotillard

Marion Cotillard oscarNel 2005 arriva “Mary”, di Abel Ferrara, insieme a Juliette Binoche e Forest Whitaker, ma Marion non sfigura e anzi viene sempre più spesso ricercata da Hollywood. Proprio l’anno dopo, infatti, è protagonista di “Un'ottima annata”, di Ridley Scott, e nel 2007 interpreta un’indimenticabile Edith Piaf ne “La vie en rose” di Olivier Dahan.

La bravura e la passione sono tali da aggiudicarle nel 2008, a soli 33 anni, il premio Oscar, il Golden Globe, il prestigioso BAFTA, oltre che lo IOMA e il Premio César come Miglior Attrice Protagonista.

Marion Cotillard: una carriera inarrestabile

Nel 2009 è la protagonista femminile, accanto a Johnny Depp, di “Nemico pubblico” di Michael Mann e la ritroviamo in “Nine”, con un cast femminile d’eccezione composto da Nicole Kidman, Kate Hudson, Penelope Cruz e Judi Dench, oltre alla presenza carismatica di Daniel Day Lewis.

Nel 2010 partecipa a “Inception” di Christopher Nolan con Leonardo DiCaprio ed Ellen Page, ed è nel cast della pellicola di Woody Allen "Midnight in Paris", che vanta la partecipazione di Carla Bruni.

L'impegno sul fronte ecologista con Greenpeace

Marion Cotillard red carpetIl 2012 la vede vestire i panni di Miranda ne "Il cavaliere oscuro - Il ritorno", capitolo conclusivo della trilogia diretta da Nolan e iniziata, nel 2005, con "Batman Begins". La pellicola ha avuto un successo tale da entrare nella top ten dei film di maggiore incasso della storia del cinema.

Nel 2013 è Monica in "Blood Ties" e compare nel cast di "The Immigrant", pellicola che si è guadagnata una nomination alla Palma d'Oro nella 66ª edizione del Festival di Cannes.

Con il successo Marion Cotillard ha deciso di impegnarsi anche sul fronte ecologista, diventando attivista e testimonial di Greenpeace.
Attualmente, è l'attrice francese più richiesta del mondo – oltre che il volto di Lady Dior da ben 9 anni.

Nel 2015 ha conquistato la sue seconda nomination all'Oscar per il dramma "Due giorni, una notte" dei fratelli Dardenne, oltre che un grande successo di pubblico in vari film americani come "Allied - Un'ombra nascosta" di Robert Zemeckis (2016) e "Assassin's Creed" al fianco di Michael Fassbender (2016).

Claudia Resta

Marion Cotillard Filmografia - Cinema

Marion Cotillard portrait

  • Lucie, regia di Claude Cailloux (Cortometraggio) (1983)
  • L’histoire du garçon qui voulait qu’on l’embrasse, regia di Philippe Harel (1994)
  • Snuff Movie, regia di Olivier Van Hoofstadt (Cortometraggio) (1995)
  • Comment je me suis disputé…, regia di Arnaud Desplechin (1996)
  • Il pianeta verde, regia di Coline Serreau (1996)
  • Affaire classée, regia di Luc Gallissaires (Cortometraggio) (1997)
  • La sentence, regia di Mauro Losa (Cortometraggio) (1997)
  • Taxxi, regia di Gérard Pirès (1998)
  • La surface de réparation, regia di Valérie Müller (Cortometraggio) (1998)
  • Insalata mista, regia di Emmanuel Hamon (Cortometraggio) (1998)
  • L’appel de la cave, regia di Mathieu Mercier (Cortometraggio) (1999)
  • La guerre dans le Haut Pays, regia di Francis Reusser (1999)
  • Furia, regia di Alexandre Aja (1999)
  • Du bleu jusqu’en Amérique, regia di Sarah Lévy (1999)
  • Taxxi 2, regia di Gérard Krawczyk (2000)
  • Le Marquis, regia di Gilles Paquet-Brenner (Cortometraggio) (2000)
  • Quelques jours de trop, regia di Franck Guérin (2000)
  • Boomer, regia di Karim Adda (Cortometraggio) (2001)
  • Heureuse, regia di Céline Nieszawer (Cortometraggio) (2001)
  • Lisa, regia di Pierre Grimblat (2001)
  • Les jolies choses, regia di Gilles Paquet-Brenner (2001)
  • Une affaire privée – Una questione privata, regia di Guillaume Nicloux (2002)
  • Taxxi 3, regia di Gérard Krawczyk (2003)
  • Amami se hai coraggio, regia di Yann Samuell (2003)
  • Big Fish - Le storie di una vita incredibile, regia di Tim Burton (2003)
  • Innocence, regia di Lucile Hadžihalilović (2004)
  • Una lunga domenica di passioni, regia di Jean-Pierre Jeunet (2004)
  • Cavalcade, regia di Steve Suissa (2005)
  • Ma vie en l’air, regia di Rémi Bezançon (2005)
  • Mary, regia di Abel Ferrara (2005)
  • Sauf le respect que je vous dois, regia di Fabienne Godet (2005)
  • La boîte noire, regia di Richard Berry (2005)
  • Edy, regia di Stéphan Guérin-Tillié (2005)
  • Toi et moi, regia di Julie Lopes-Curval (2006)
  • Dikkenek, regia di Olivier Van Hoofstadt (2006)
  • Fair Play, regia di Lionel Bailliu (2006)
  • Un'ottima annata, regia di Ridley Scott (2006)
  • La vie en rose, regia di Olivier Dahan (2007)
  • Nemico pubblico - Public Enemies, regia di Michael Mann (2009)
  • Oceani 3D, regia di Jean-Jacques Mantello (Documentario) (2009)
  • L’ultimo volo, regia di Karim Dridi (2009)
  • Nine, regia di Rob Marshall (2009)
  • Inception, regia di Christopher Nolan (2010)
  • Piccole bugie tra amici, regia di Guillaume Canet (2010)
  • Midnight in Paris, regia di Woody Allen (2011)
  • Contagion, regia di Steven Soderbergh (2011)
  • Un sapore di ruggine e ossa, regia di Jacques Audiard (2012)
  • Il cavaliere oscuro - Il ritorno, regia di Christopher Nolan (2012)
  • The Immigrant, regia di James Gray (2013)
  • Blood Ties, regia di Guillaume Canet (2013)
  • C’era una volta a New York, regia di James Gray (2013)
  • Blood Ties, regia di Guillaume Canet (2013)
  • Anchorman 2 - Fotti la notizia, regia di Adam McKay (Cameo) (2013)
  • Due giorni, una notte, regia di Jean-Pierre e Luc Dardenne (2014)
  • Macbeth, regia di Justin Kurzel (2015)
  • È solo la fine del mondo, regia di Xavier Dolan (2016)
  • Mal di pietre, regia di Nicole Garcia (2016)
  • Assassin's Creed, regia di Justin Kurzel (2016)
  • Allied - Un'ombra nascosta, regia di Robert Zemeckis (2016)

Marion Cotillard Filmografia - Televisione

  • Théo la tendresse (Serie TV 1 episodio) (1996)
  • Chloé, regia di Dennis Berry (1996)
  • L’@mour est à réinventer (Miniserie TV 1 episodio) (1996)
  • Interdit de vieillir, regia di Dominique Tabuteau (1998)
  • Vertiges (Serie TV 1 episodio) (2001)
  • Les redoutables (Serie TV 1 episodio) (2001)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *