Ecodelcinema

Box Office USA: Jumanji 2 ritorna in prima posizione

Box Office USA (incassi 2-4 febbraio): “Jumanji: Benvenuti nella giungla” riconquista la prima posizione nel week-end del Super Bowl.

Box Office USA: La vedova Winchester debutta terzo

Scena dal film “La vedova Winchester”

Nel week-end del Super Bowl ben pochi americani hanno scelto di andare al cinema, preferendo piuttosto seguire l’evento sportivo più atteso dell’anno: l’incasso totale del botteghino statunitense del fine settimana è infatti il più basso dal mese di ottobre.

Nonostante riprenda la prima posizione dopo lo spodestamento della scorsa settimana, Jumanji: Benvenuti nella giungla perde comunque il -31.9% di incassi e si aggiudica altri 11 milioni, che fanno arrivare la pellicola Sony ad un totale di 352.642.752 dollari. Il film con Dwayne Johnson è ormai il 42esimo miglior successo di sempre al box office USA.

Scende al secondo posto con 10.2 milioni Maze Runner – La rivelazione, che perde il -58% alla seconda settimana di programmazione. Il terzo e ultimo capitolo della saga fantascientifica arriva a 39.8 milioni in totale (39.760.199$), ancora ben lontani dal coprire i costi di produzione (il film è costato 62 milioni).

Debutta terzo La vedova Winchester, unica new-entry del fine settimana. L’horror con Helen Mirren ha incassato 9.25 milioni, con una media per sala per CBS Films e Lionsgate di 3.730$ ottenuta da 2.480 sale. I dati indicano che il 58% dell’audience è stata di sesso femminile, meno interessata, in generale, a seguire l’evento sportivo del Super Bowl. Le recensioni della critica statunitense sono state impietose, ma spettatori e spettatrici sembrano invece aver gradito la pellicola.

Box Office USA: “The Greatest Showman” non si ferma più

Scena dal film “The Greatest Showman”

È ormai un veterano nella classifica il musical The Greatest Showman, che perde soltanto il -18% di incassi grazie ad altri 7.8 milioni di dollari di incasso (il totale finora è di 137.475.172$). La tenuta in sala del film Fox con Hugh Jackman è a dir poco impressionante: “The Greatest Showman” è da sette settimane nella top five, risultato che nemmeno i tre più grandi successi del 2017 (“Star Wars: Gli ultimi Jedi”, “La bella e la bestia”, “Wonder Woman”) sono riusciti ad ottenere.

Quinta posizione per il film western con Christian Bale, Hostiles, che perde il -46% e raccoglie altri 5.5 milioni alla sua seconda settimana di programmazione, per un totale di 21.2 milioni (21.237.413$).

È sesto il film candidato all’Oscar The Post, che perde il -43% con altri 5.2 milioni, per un incasso complessivo di 67.2 milioni per la Fox (67.184.510$). Steven Spielberg non si ferma, e tornerà il prossimo mese con una nuova pellicola fantascientifica, Ready Player One, a tentare la conquista della classifica.

Settimo posto per il film di guerra della Warner Bros., 12 Strong,  che incassa altri 4.7 milioni di dollari (-46% rispetto allo scorso week-end) ed arriva a 37.3 milioni totali (37.303.553$).

Box Office USA: chiudono la chart “Nella tana dei lupi”, “The Shape of Water” e “Paddington 2”

Scena dal film “Nella tana dei lupi”

Nella tana dei lupi si posiziona ottavo con 4.3 milioni, per un totale di 36.270.932 dollari.

Nono posto e 4.3 milioni per il film candidato a 13 premi Oscar La forma dell’acqua (l’incasso complessivo è di 44.580.050 dollari). La pellicola di Guillermo del Toro perde solo il -27%, tuttavia ottiene un ingente aumento di sale di proiezione, che purtroppo non bastano per rimetterlo in carreggiata, dato che la media rimane piuttosto bassa (1.837 per sala). Va aggiunto, però, che il film continua a ricevere plausi e premi, il che fa ben sperare per una rimonta della fiaba romantica partorita dalla mente di questo regista visionario.

Finisce al decimo posto un film britannico per famiglie molto apprezzato dalla critica ma poco dal pubblico statunitense, Paddington 2, che incassa altri 3.1 milioni di dollari nel fine settimana, per un totale soli 36.3 milioni complessivi finora (36.313.679$).

 

Marta Maiorano

05/02/2018