Benicio Del Toro

Benicio del Toro è un attore portoricano naturalizzato spagnolo che nel 2001 vince l'Oscar al miglior attore non protagonista e il Golden Globe per "Traffic" e, per lo stesso film, vince anche l'Orso d'argento per il miglior attore al Festival di Berlino. Riconosciuto tra i migliori anche durante il Festival di Cannes 2008 Benicio riceve una seconda candidatura ai Premi Oscar come miglior attore non protagonista per "21 grammi"

Benicio Del Toro, “21 grammi” di pura bravura

(Santurce, Puerto Rico, 19 Febbraio 1967)

Benicio del Toro Face

Benicio Del Toro (all'anagrafe Benicio Monserrate Rafael del Toro) nasce a Santurce, Puerto Rico, il 19 febbraio 1967 dai due avvocati Gustavo Del Toro e Fausta Sanchez, morta prematuramente. Nel 1980 si trasferisce con il padre e il fratello in una fattoria di Mercersburg, in Pennsylvania.

Frequenta la University of California a San Diego per studiare Economia e Commercio. Dopo un corso di recitazione comincia ad apparire in alcune produzioni studentesche di cui una lo porta a partecipare al festival di Arti Drammatiche al Lafayette Theatre di New York. A seguito di questa esperienza decide di trasferirsi nella Grande Mela ed entrare nella Square Acting School e, dopo aver vinto una borsa di studio per lo Stella Adler Conservatory (dove è seguito da Arthur Mendoza), si trasferisce a Los Angeles per studiare all'Actor's Circle Theatre, grazie al quale ottiene i primi ruoli in alcune serie televisive, tra cui una fugace apparizione in un episodio di “Miami Vice” (1987).

Il debutto sul grande schermo

Il 1988 segna il suo debutto sul grande schermo con “La mia vita picchiatella” di Randal Kleiser con Valeria Golino, al quale segue “007 Vendetta privata” (1989, 16° episodio della saga) di John Glen in cui è al fianco di Timothy Dalton che interpreta Bond per la seconda volta. Nel 1991 mostra le sue doti nel primo film diretto da Sean Penn “Lupo Solitario”, la cui trama è interamente basata sulla canzone di Bruce Springsteen “Highway Patrolman” del 1982. Sul set conosce l’allora poco noto Viggo Mortensen e ritrova Valeria Golino con la quale sarà legato fino al 1992. Nel 1993 lavora nell’avventuroso “Milionario per caso” con John Cusak e Michael Madsen diretto da Ramon Menendez e nella commedia erotica “Uova d’oro” di Juan Josè Bigas Luna, in cui veste i panni del bellissimo e muscolosissimo Bob. Nello stesso anno prende parte a “Fearless – Senza Paura” di Peter Weir, nel ruolo di Manny Rodrigo. Nel 1994 affianca Ed Harris e Madeleine Stowe nel noir “China Moon – Lago di sangue”, e Kevin Spacey e Frank Whaley ne “Il prezzo di Hollywood”. Nel 1995 è nel cast del film che gli regala fama e popolarità: “I soliti sospetti” di Bryan Singer. La sua ottima performance nell’interpretare il ricattatore Fenster gli vale un Indipendent Spirit Awards.

Il secondo arriva con l’interpretazione di Benny Dalmau in “Basquiat” (1996) di Julian Schnabel che riporta sullo schermo la vita dell’ “American graffiti” Jean – Michel Basquiat, morto per overdose di eroina nel 1988. Nel 1996 interpreta brillantemente Gaspare Spoglia in "Fratelli - The Funeral" di Abel Ferrara con Christopher Walken e regala una spettacolare prova nel drammatico “The fan – Il mito” di Tony Scott, tratto dal romanzo di Peter Abrahams in cui ha l’occasione di collaborare con il leggendario De Niro. In quell’anno decide anche di prender parte ad un cortometraggio intitolato “Submission” nel quale ritrova l’italiana Valeria Golino. Nel 1997 lavora ancora con Christopher Walken e incontra Alicia Silverstone (a cui si lega per due focosi anni) sul set della commedia “Una ragazza sfrenata”.Nel 1998 è la volta di "Paura e delirio a Las Vegas" il dibattuto film di Terry Gilliam, dove in coppia con uno sfrenato Johnny Deep balla, fuma e fa uso di tutte le droghe possibili e immaginabili. Nel 2000 è diretto da Guy Ritchie in “Snatch – Lo Strappo” nel ruolo di Franky 4 dita, un accanito scommettitore incaricato di portare con sé un meraviglioso diamante.

L'ascesa verso il successo

Il cast di questo film è eccezionale: Brad Pitt, Dannis Farina, Vinnie Jones, Jason Flemyng, Rade Serbedzija; infatti può vantare due Empire Award e un Golden Reel Award. Sempre nel 2000 è nel cast di “Traffic” di Soderbergh, con cui vince l’Oscar nella categoria Miglior Attore non Protagonista e partecipa a “Le vie della violenza”, dell’esordiente Christopher McQuarrie già sceneggiatore de “I soliti sospetti”. Nel 2001 è diretto ancora da Sean Penn ne “La promessa” al fianco di straordinari attori tra cui Jack Nicholson, Mickey Rourke, Sam Shepard, Helen Mirrer. Nel 2003 è nel drammatico “21 grammi – Il peso dell’anima” di Inarritu, nel ruolo di Jack Jordan, un ex detenuto che diventa credente e nell’emblematico “The Hunted – La preda” di William Friedkin, in cuisi cimenta nel ruolo di un soldato, preda della sua stessa follia che non riesce a smettere di uccidere. Nel 2005 è Jackie Boy in "Sin City", adattamento del fumetto di Frank Miller, diretto da Robert Rodriguez e Quantin Tarantino (Special Guest Director) sotto la supervisione dello stesso Miller. Nel 2007 è un commovente Jerry Sunborne, uomo con gravi problemi di tossicodipendenza, in “Noi due sconosciuti” della danese Susanne Bier.

Nel 2008 veste i panni del glorioso Che Guevara in “Che” diretto ancora una volta da Soderbergh che si ripropone di tracciare le ingarbugliate linee della vita del rivoluzionario cubano al quale Del Toro assomiglia molto. Perfetto per questo ruolo, Benicio ottiene la Palma d’Oro come Miglior Attore al Festival di Cannes. Nel 2010 è un licantropo nel remake “The Wolf Man” diretto da Joe Johnston. È prevista inoltre la sua partecipazione al prossimo film di Martin Scorsese “Silence”, tratto dal romanzo del celebre autore giapponese Shusako Endo. Il film infatti sarà ambientato nel Giappone del XVII secolo e narrerà le vicende di due preti gesuiti che subiscono violenze e persecuzioni a costo di difendere la parola di Dio. Del Toro affiancherebbe Daniel Day Lewis che collaborerebbe per la terza volta con Scorsese. Nel 2012 torna sul grande schermo diretto da Oliver Stone in "Le belve". L'anno successivo recita nel ruolo di protagonista in "Jimmy P. (Psychotherapy of a Plains Indian)" film di Arnaud Desplechin, tratto dal libro "Psychotherapy of a Plains Indian" di Georges Devereux.

Il fascino e la vita privata di Benicio del Toro

L’attore celebre per il suo fascino tenebroso e le sempre varie, molteplici e spesso bizzarre interpretazioni è famosissimo per le numerose storie d’amore tra cui può sicuramente vantare quelle con Claire Forlani, Chiara Mastroianni, Scarlett Johansson, Charlize Theron, Christina Loggia, Haether Graham e Sara Foster oltre alle già citate Golino e Silverstone.

A questo proposito la rivista americana People lo ha eletto uno degli uomini più sexy del mondo.

L' attore ha una figlia, Delilah, nata il  21 Agosto 2011 dalla relazione con Kimberly Stewart (figlia di Rod Stewart).

Giusy Del Salvatore

Benicio Del Toro Filmografia  - Cinema

Benicio del Toro Primo Piano

  • Big Top Pee-wee - La mia vita picchiatella, regia di Randal Kleiser (1988)
  • 007 - Vendetta privata, regia di John Glen (1989)
  • Lupo solitario, regia di Sean Penn (1991)
  • Cristoforo Colombo - La scoperta, regia di John Glen (1992)
  • Milionario per caso, regia di Ramón Menéndez (1993)
  • Uova d'oro, regia di Bigas Luna (1993)
  • Fearless - Senza paura, regia di Peter Weir (1993)
  • China Moon - Luna di sangue, regia di John Bailey (1994)
  • Il prezzo di Hollywood, regia di George Huang (1994)
  • I soliti sospetti, regia di Bryan Singer (1995)
  • Basquiat, regia di Julian Schnabel (1996)
  • The Fan - Il mito, regia di Tony Scott (1996)
  • Fratelli, regia di Abel Ferrara (1996)
  • Joyride, regia di Quinton Peeples (1997)
  • Una ragazza sfrenata, regia di Marco Brambilla (1997)
  • Paura e delirio a Las Vegas, regia di Terry Gilliam (1998)
  • Snatch - Lo strappo, regia di Guy Ritchie (2000)
  • Traffic, regia di Steven Soderbergh (2000)
  • Le vie della violenza, regia di Christopher McQuarrie (2000)
  • La promessa, regia di Sean Penn (2001)
  • The Hunted - La preda, regia di William Friedkin (2003)
  • 21 grammi, regia di Alejandro González Iñárritu (2003)
  • Sin City, regia di Frank Miller e Robert Rodriguez (2005)
  • Trailer for the remake of Gore Vidal's Caligula, regia di Francesco Vezzoli (2005)
  • Noi due sconosciuti, regia di Susanne Bier (2007)
  • Che - L'argentino, regia di Steven Soderbergh (2008)
  • Che - Guerriglia, regia di Steven Soderbergh (2008)
  • Wolfman, regia di Joe Johnston (2010)
  • Somewhere, regia di Sofia Coppola (2010)
  • Le belve, regia di Oliver Stone (2012)
  • Jimmy P., regia di Arnaud Desplechin (2013)
  • Thor: The Dark World, regia di Alan Taylor, (Cameo) (2013)
  • Guardiani della Galassia (Guardians of the Galaxy), regia di James Gunn (2014)
  • Escobar: Paradise Lost, regia di Andrea di Stefano (2014)
  • Vizio di forma (Inherent Vice), regia di Paul Thomas Anderson (2014)
  • Sicario, regia di Denis Villeneuve (2015)
  • Perfect Day (A Perfect Day), regia di Fernando León de Aranoa (2015)
  • Perfect Day (A Perfect Day), regia di Fernando León de Aranoa (2015)
  • Star Wars: L'ultimo Jedi (Star Wars: The Last Jedi), regia di Rian Johnson (2017)

Benicio Del Toro Filmografia - Televisione

  • Shell Game, (Serie TV 1 episodio) (1987)
  • Miami Vice, (Serie TV 1 episodio) (1987)
  • Jack, investigatore privato, (Serie TV 1 episodio) (1987)
  • Agente speciale Kiki Camarena sfida ai narcos, (Miniserie TV) (1990)
  • Racconti di mezzanotte, (Serie TV 1 episodio) (1994)
  • Fallen Angels, (Serie TV 1 episodio) (1995)

Benicio Del Toro Filmografia - Regista

  • Submission, (Cortometraggio) (1995)
  • 7 Days in Havana (Episodio El Yuma), (2012)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *