Sequel e spin-off di Aquaman in produzione

Grazie all’enorme incasso che ha ottenuto il film di James Wan, la Warner Bros. decide di approfondire il mondo di Atlantide, sia dei personaggi che delle sue creature.

Il Re dei Mari ritorna in azione e non solo…

Aquaman sequelDopo il clamoroso successo di “Aquaman“, la casa di produzione ha deciso di puntare parecchio sul personaggio interpretato da Jason Momoa e sul mondo che lo riguardaOltre al sequel di questo fortunato blockbuster del DCEU (al momento maggiore incasso di questo universo cinematografico), è stato annunciato uno spin-off sui Trench, una razza di mostri marini umanoidi, con il titolo provvisorio “The Trench”. Quest’ultimo per ora è quello che sta facendo più discutere dato il potenziale da genere horror che potrebbe avere, qualcosa di ancora mai visto nei cinecomic, sia Marvel che DC; difatti tale specie viene utilizzata da James Wan (regista di film horror come “Saw – L’enigmista” del 2004 e “The Conjuring” del 2013) in scene di forte tensione e suspense.

Quali nomi sono confermati per ora nei due progetti?

James Wan al momento è rilegato al solo ruolo di produttore sia per il sequel di “Aquaman” che per lo spin-off. Nel caso di “The Trench”, la Warner Bros. sta cercando un regista per la pellicola; invece per il seguito del Re di Atlantide, non è da escludere al 100% James Wan dalla regia, dato che spesso determinati personaggi dei fumetti hanno il loro regista di fiducia: un caso emblematico è James Gunn con “Guardiani della galassia“.

Alla sceneggiatura di “Aquaman 2” figura il co-autore del primo film: David Leslie Johnson-McGoldrick. Anche i due protagonisti principali, Jason Momoa (Aquaman) e Amber Heard (Mera), torneranno nel sequel. Per lo spin-off invece il cast sarà completamente nuovo e alla sceneggiatura vi sono Noah Gardner (“Mission Impossible – Protocollo fantasma“, 2011) e Aidan Fitzgerald (“War with Grandpa”, 2019). Inoltre il budget tra i due film sarà diverso, ovviamente minore per “The Trench” mentre su “Aquaman 2” potrebbero investire ancora di più, dato il grande successo che ha avuto al botteghino.

Francesco Fabrizi

12/02/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *